Ricetta Zuppa di cavolo nero e patate

La zuppa di cavolo nero e patate è una ricetta semplicissima per scaldarsi e coccolarsi nelle fredde giornate invernali. Chi mi segue lo sa… adoro tutti i cavoli e in particolar modo il cavolo nero, tipico ingrediente di molte ricette toscane (minestra di pane e ribollita in primis!!)!!!

Zuppa di cavolo nero e patate

D’inverno, con il freddo, le foglie spesse diventano più tenere e saporite assumendo la croccantezza ideale per preparare zuppe e minestroni! Quindi io ne approfitto per realizzare varie zuppe a base di cavolo nero… scaldano e fanno benissimo… sembra infatti che il cavolo nero sia un alimento utile nella prevenzione di numerose forme tumorali. Buono e benefico.. meglio di così!?!? Vi lascio subito la mia ricetta della zuppa cavolo nero.

Primo piano zuppa di cavolo nero e patate nel tegame

Ingredienti per 2 persone:

– 1  mazzo di cavolo nero
– 2 patate
– 1 spicchio di aglio
– 1/2 cipolla o 1 scalogno
– olio extravergine di oliva biologico
– un po’ di passata di pomodoro
– sale
– peperoncino, se di gradimento
– pane arrostito
– formaggio grattugiato (se di gradimento)

Preparazione zuppa cavolo nero

Ecco la ricetta con cavolo nero. Prendete tutti gli ingredienti

Ingredienti per zuppa di cavolo nero e patate

Pulite il cavolo nero: eliminate la costola centrale, tagliatelo a pezzetti e lavatelo bene

Cavolo nero pulito e lavato

Sbucciate le patate e tagliatele a dadini

Patate sbucciate e tagliate a dadini

In una pentola, meglio se di coccio, mettere lo spicchio d’aglio in camicia, la cipolla ed il peperoncino a pezzetti e un po’ di olio d’oliva

Aglio cipolla e olio nel tegame

Fatele soffriggere delicatamente la cipolla e l’aglio

Aglio e cipolla a soffriggere

Se necessario aggiungere un filo di acqua per far appassire senza bruciare la cipolla

Aggiunta acqua per far appassire la cipolla

aggiungete la passata di pomodoro secondo gradimento

Aggiunta passata di pomodoro

Fate cuocere il pomodoro quale minuto quindi aggiungete le patate

Aggiunta patate nel tegame

Lasciate cuocere le patate fin quando iniziano ad attaccare

Patate in cottura

aggiungete quindi 2 bicchieri di acqua calda,  il cavolo nero ed il sale

Aggiunta cavolo nero nel tegame

Coprite con un coperchio e lasciate appassire, quando il cavolo sarà appassito aggiungete altra acqua secondo gradimento (a seconda che vogliate la zuppa più brodosa o più asciutta)

Aggiunta acqua calda

Eliminate l’aglio, fate cuocere altri 5/10 minuti per far insaporire la zuppa e regolate di sale

Zuppa di cavolo nero e patate a fine cottura

Impiattate e servite con un filo d’olio a crudo e del pane arrostito che potete mettere sul fondo del piatto oppure  di lato!

Zuppa di cavolo nero e patate nel tegame

Buon appetito!

Primo piano zuppa di cavolo nero e patate

Se di gradimento, spolverizzate con parmigiano grattugiato! Se ti piace le ricette con cavolo nero condividila sui social.

Particolare zuppa di cavolo nero e patate

Nella mia cucina: 

– vassoio bicolore in terracotta acquistabile su CIS srl

4.1/5 (10 Recensioni)

Se ti piace condividi

39 commenti su “Ricetta Zuppa di cavolo nero e patate”

  1. Sono incappato nella ricetta per caso… buonissima! Questa tradizione però e anche della zona di Subiaco (cavoli neri e patate) ed è molto rinomata dato che il cavolo nero da noi lo si coltiva normalmente, sempre da noi questa ricetta la si fà con un’altra variante, al posto del cavolo nero vengono utilizzati spesso e volentieri anche con i cosiddetti Cavolacci che hanno le foglie molto grandi simili ai Cavolfiori e che a mio avviso (parere personale) sono molto più corposi come sapore e consistenza (ricetta appena realizzata).

    Il formato zuppa è veramente ottimo e lo si gusta con molta intensità, grazie Dany! … ;-)

  2. Grazie, è venuta buonissima ! Una domanda, come hai tagliato e pulito il cavolo? Io ho tagliato delle strisce trasversali alle foglie con le forbici, buttando via i gambi…
    Grazie ancora :smile:

  3. A Modena il cavolo nero non fa parte della nostra tradizione alimentare. L’ho trovato al mercato e l’ho sperimentato ieri sera con questa zuppa che è veramente deliziosa.

  4. @ Ottaviano, Giulia: grazie a voi della visita e del commento!
    @ Fulvio: non ti dico quanto mi hai fatto ridere con il tuo commento!!! Se vuoi i semi di cavolo, dammi l’indirizzo e te li mando io!!!
    @ Mario: mi sa che non hai letto e guardato bene la ricetta… le patate (tagliate a dadini piccoli) le ho messe prima… prima le ho fatte rosolare, poi ho messo l’ortolina, poi ho messo l’acqua calda, poi ho aggiunto il cavolo nero e poi ho fatto cuocere tutto 5-10 minuti… quindi le patate sono state cotte ben più di 10 minuti. Il cavolo nero, come ho scritto, lo preferisco più duretto e comunque non ci mette una vita, soprattutto quello della foto che, come vedi, aveva foglie piccole ed era molto tenero (non ho nemmeno tolto la costa delle foglie più grosse).. ovvio che poi ciascuno si regola secondo il proprio gusto e secondo il cavolo che ha! Inoltre, gli esperti consigliano di non cuocere troppo il cavolo… perchè una cottura prolungata, oltre a distruggere gran parte delle vitamine, rende i cavoli indigesti e di odore sgradevole per la conseguente maggiore liberazione dei composti solforati. Ciao.

  5. Sono stufo di potermi fare la ribollita solo un paio di volte all’anno! Adesso vorrei farmi questa ricetta che sembra buonissima ma non posso perchè a qui a Pordenone il cavolo nero è una rarità. BASTA!! La prossima volta che passo in Toscana mi compro i semi e mi faccio una coltivazione personale di cavolo nero.

  6. @ That’s Amore: mai sentito il Berberè, anche se adoro il piccante! Devo rimediare!
    @ ste: acuta osservazione… comunque preferisco godermi il cibo, che le polemiche!
    @ Gab: grazie della visita e del commento… facci poi sapere com’è venuta, se ti va!

  7. Grazie a tutti delle delucidazioni.
    Grazie soprattutto a Dany che mi risolverà il problema della cena di domani.
    Sono umbro e ho trovato il cavolo nero al supermercato. Siccome reperirlo è cosa rara, ho pensato di prenderlo per fare una minestra agli amici. L’olio è il mio spettacolare e penso che sarà un ottimo connubio!!
    Grazie e alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su