Uova al pomodoro

Particolare-presentazione-uova-al-pomodoro-450x337

Primo-piano-uova-al-pomodoro-450x337

Una ricetta non semplice… di più!! Ma d’estate con i pomodori freschi è particolarmente saporita e gustosa… oltre che rapida! Insomma… un modo diverso di presentare le uova in tavola!!

Ingredienti per 2 persone:

– 4 uova
– 10 pomodori (es. San Marzano)
– sale
– pepe
– basilico
– olio d’oliva

Preparazione:

Lavate i pomodori, tagliateli a pezzi quindi metteteli in padella con un filo di olio

Pomodori-in-cottura-350x350

Coprite con un coperchio e fate cuocere i pomodori; a fine cottura aggiungere il basilico a pezzetti e regolare di sale

Pomodoro-quasi-cotto-350x350

Aggiungere le uova, una per volta, cercando di versarle in modo da distanziare i tuorli tra di loro

Aggiunta-uova-350x350

Fateli cuocere a fuoco vivace cercando di muovere l’albume con la forchetta intorno al tuorlo (senza romperlo, come ho fatto io!!!) in modo da far cuocere l’albume e farlo amalgamare con il pomodoro. Spolverizzate ogni tuorlo con sale e, se gradite, pepe macinato

Uova-al-pomodoro-in-cottura-350x350

Fate finire di cuocere le uova, cercando sempre di far amalgamare l’albume con il pomodoro…. senza preoccuparvi dell’aspetto poco appetitoso che assume nella padella

Uova-al-pomodoro-cotte-350x350

A questo punto… impiattate!! Mettete centralmente il tuorlo e intorno il composto di albume e pomodoro, guarnendo con due foglie di basilico

Uova-al-pomodoro-nel-piatto-450x349

Buon appetito!

Presentazione-uova-al-pomodoro-450x337

Particolare-uova-al-pomodoro-450x337

printfriendly-pdf-button
Iscriviti via WhatsApp
Offerte amazon

Ricette correlate

Info per Uova al pomodoro

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: pomodori, pomodoro, ricette con foto, ricette con uova, uova

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

9 risposte a “Uova al pomodoro”

  1. nari ha detto:

    Ricetta antica tipica pugliese, o meglio dei paesi del Gargano. Era la cena veloce dopo quella dei poveri che si accontentavano di essere pagati con un uovo di gallina appena fatto pur di mangiare e insieme ad un pomodoro che si poteva trovare facilmente diventando così un piatto completo per chi non aveva tanto cibo da mettere in tavola. La ricetta originale prevede che si faccia rosolare nell’olio un po’ di cipolla e appena appassita si aggiunge il pomodoro, possibilmente San Marzano, (10 sono troppi!), in genere a persona si usano 2/3 pomodori perchè sono belli grandi e polposi (poi è chiaro che chi gradisce di più è libero), ma il pomodoro in questione proveniva dalla conserva, cioè i pomodori che venivano conservati in barattolo il periodo estivo quando si faceva “la salsa” (chi è del sud sa bene di cosa parlo). Dunque si copre per far cuocere il pomodoro (della conserva) e quando è quasi cotto a puntino e avrà anche rilasciato un bel sughetto (e non il sugo per condire la pasta come succede se metti 10 pomodori!) si aggiunge l’uovo, magari giocando prima un po’ con l’albume facendolo cadere un po’ in anticipo per avere un tuorlo non troppo cotto, ma qui entra in ballo il gusto personale per la cottura sia dell’albume che del tuorlo, come anche le quantità di sale, il pepe non è previsto ma come si suol dire con le varianti de gustibus non disputandum est.
    Sperando che abbiate gradito il mio consiglio e la storiella, vi auguro buona cena.

  2. Patrizia ha detto:

    Grazie mille, io adoro le ricette semplici e veloci che sono le piu’ salutari:) poi con il lavoro non si ha molto tempo a disposizione, ciao

  3. @ Antonietta: grazie a te… mi sento onorata di avere dei lettori fissi!!!

  4. Antonietta ha detto:

    :razz: Buonissimi, la sapevo già, ma seguendo con precisione la tua ricetta è venuta meglio. Grazie, ti seguo sempre! Antonietta

  5. Roberto ha detto:

    Grazie della risposta Dany ti seguo sempre con piacere.

  6. @ Roberto: se sono molto acquosi puoi semplicemente cuocerli di più, magari alla fine senza coperchio in modo da far ritirare l’acqua… certi tipi di pomodori infatti sono più acquosi di altri (es. i pomodori tondi o ricci rispetto ai San Marzano o ai ciliegini). Spero di averti chiarito un po’, anche se in ritardo! :oops:

  7. Roberto ha detto:

    Ciao, aspettavo un tuo consiglio per come cuocere meglio i pomodorini. Vedi mio precedente post del 18 aprile. Grazie della risposta.

  8. Roberto ha detto:

    Ciao, volevo un consiglio, a volte, dopo la cottura, i pomodorini mi rimangono acquosi, devo togliere i semi e lasciarli perdere l’acqua? O semplicemente cuocerli di più ? Grazie.

  9. Gigi ha detto:

    Ciaooooooooooooo Dany :mrgreen: Eccomi di nuovo da te… per dirti 100 volte grazie… Perchè? Semplice ho provato questa tua semplice ricetta… e l’ho trovata davvero buonissima… mi piacciono i piatti veloci e con pochi ingredienti e questa faceva al caso mio :lol: …è stata una bella soddisfazione davvero!! Domani ho in programma di farmi i fusilli al tonno con piselli e pomodori… Dany sono sicuro che sarà buonissima :lol: …un saluto da
    Gigi Fan :lol:
    p.s.
    hai qualcosa per gli hamburger?
    Grazie e alla prossima! :lol:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *