Ricetta Trenette o Linguine alla Grotta Azzurra

Particolare-linguine-alla-grotta-azzurra-450x299

Linguine-alla-grotta-azzurra-450x332grotta_azzurraEcco una variante del classico spaghetto alla scoglio ma… molto più scenografica!!! La pasta viene infatti saltata in padella con della vodka blu pura (non dolce) assumendo un colore decisamente azzurro… un piatto che, nel nome e nel colore,  ricorda proprio la Grotta Azzurra dell’isola di Capri ed il particolare gioco di colori creato dalla luce che filtra all’interno della grotta. Ovviamente vi consiglio di usare del pesce freschissimo… così penserete all’Isola di Capri ancora più intensamente! 

 

Ingredienti per 3 persone:

– 300 gr di trenette o linguine (o spaghetti artigianali, secondo preferenza)
– 600 gr. di pesce misto (totani, calamari, seppie, gamberi o gamberoni, cozze, vongole, fasolari)
– 1 bicchiere di vodka blu secca (non quella dolce o fruttata tipo Curaçao o Artic che si usa in genere per i cocktail)
– 1 spicchio d’aglio
– olio extravergine d’oliva
– peperoncino
– prezzemolo
– qualche pomodorino ciliegino (per guarnire)
– sale

Preparazione:

 Innanzitutto dovete pulire il pesce… per eliminare la sabbia, mettete vongole e fasolari a far spurgare in acqua salata

Cozze-vongole-e-fasolari-350x316

Prendete le cozze, eliminate quelle rotte e tenete solo quelle integre; eliminate il bisso (il filamento) tirandolo verso il basso

Bisso-delle-cozze-che-viene-eliminato-350x244

Pulite esternamente ogni cozza con una paglietta da cucina; con un coltello eliminate eventuali incrostazioni

Cozze-che-vengono-pulite-350x232

Lavate bene le cozze già pulite quindi mettetele a bagno con vongole e fasolari

Cozze-a-bagno-con-vongole-e-fasolari-350x248

Prendete bene i gamberoni, lavateli bene sotto acqua corrente, eliminate il budellino interno (filo nero) sul dorso infilzandolo con uno stecchino tra le aperture sul guscio e sciacquateli nuovamente; se poi tagliate il carapace sul dorso sarà anche più facile aprirli e sgusciarli.

Gamberoni-puliti-350x244

Prendete totani, seppie e calamari

Totani-e-calamari-350x319

Staccare in modo deciso i tentacoli dal corpo (sacca), eliminare le interiora (attaccate alla testa), gli occhi, il becco al centro dei tentacoli quindi  tagliare questi ultimi a pezzetti

Tentacoli-tagliati-a-pezzetti-350x304

Pulite l’interno della sacca da eventuali residui delle interiora, eliminate inoltre l’osso cartilagineo trasparente tirandolo via con decisione;  infine eliminate la pelle esterna aiutandovi con un coltello

Pelle-che-viene-eliminata-350x229

Tagliate quindi le sacche ad anelli

Totani-seppie-e-calamari-tagliati-ad-anelli-350x304

Lavate bene sotto acqua corrente totani, calamari e seppie già puliti

Totani-seppie-e-calamari-ben-lavati-350x237

Mettete le cozze ad aprire in una padella capiente lasciandone un po’ da parte da far aprire con le vongole

Cozze-in-padella-350x275

Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma vivace fino a quando le valve si saranno aperte 

Cozze-aperte-350x251

Sgusciarle e tenerle da parte

Cozze-sgusciate-350x236

Preparare il battuto di aglio e prezzemolo

Battuto-di-aglio-e-prezzemolo-350x238

Mettere a soffriggere delicatamente il battuto con il peperoncino in padella con poco olio

Aglio-e-prezzemolo-a-soffriggere-per-trenette-grotta-azzurra-350x256

Aggiungere il pesce nel seguente ordine: prima totani, seppie e calamari che hanno una cottura più lunga

Aggiunta-totani-seppie-e-calamari-350x248

Coprire con un coperchio e lasciar cuocere per almeno 10-15 minuti

Totani-seppie-e-calamari-quasi-cotti-350x249

Quando totani seppie e calamari sono quasi cotti aggiungere le cozze già sgusciate

Aggiunta-cozze-già-sgusciate-350x263

Nel frattempo sciacquate cozze vongole e fasolari

Cozze-vongole-e-fasolari-sciacquati-350x258

e aggiungeteli in padella con totani, calamari e seppie

Aggiunta-cozze-vongole-e-fasolari-in-padella-350x254

Lasciate cuocere coperto a fiamma vivace fin quando le valve non si sono aperte

Cozze-vongole-e-fasolari-aperti-350x244

Togliere parte del pesce con i gusci (che terrete in caldo per guarnizione del piatto) e aggiungete 1/2 bicchiere di vodka blu; nel frattempo fate cuocere le linguine in abbondante acqua salata

Aggiunta-vodka-blu-350x247

Mescolate bene in modo che il pesce si colori quindi aggiungete i gamberi o gamberoni poco prima di scolare la pasta

Aggiunta-gamberoni-in-padella-350x259

Scolare la pasta al dente, togliere il pesce ingombrante per far saltare e insaporire la pasta “senza incidenti”… quindi saltarla in padella con il pesce aggiungendo un altro mezzo bicchiere di vodka blu

Trenette-saltate-in-padella-con-aggiuta-vodka-350x305

Far evaporare  la vodka e ritirare il sughetto di cottura mescolando in modo da far insaporire la pasta… ovviamente se volete una pasta più colorita, potete aggiungere più vodka… l’importante è farla evaporare!

Trenette-alla-grotta-azzurra-in-padella-350x249

Servire aggiungendo il pesce tenuto in caldo, cospargendo di prezzemolo tritato e guarnendo con un pomodorino tagliato in 4 parti

Trenette-alla-grotta-azzurra-450x338

Io ho accompagnato con un Biancolella d’Ischia 2011 Cenatiempo… di cui potete leggere qui la mia (spero) divertente recensione!

Primo-piano-trenette-alla-grotta-azzurra-342x450

Buon appetito!

Particolare-trenette-alla-grotta-azzurra-450x288

printfriendly-pdf-button
Iscriviti via WhatsApp
Offerte amazon

Info per Ricetta Trenette o Linguine alla Grotta Azzurra

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: pasta saltata con vodka blu, vodka, vodka blu

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

4 risposte a “Ricetta Trenette o Linguine alla Grotta Azzurra”

  1. Bruno ha detto:

    Ciao, potresti dirmi la marca della Vodka, non riesco a trovare una vodka blu secca. Grazie

  2. Giovanna Bianco ha detto:

    La pasta con la magia!!!! Complimenti un buon suggerimento!!! Ciao

  3. Chiara ha detto:

    A che ora si mangia????? Arrivo, aspettatemi!!!

  4. Mario ha detto:

    Ottima mi ricorda capri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *