Tonno del Chianti

Il tonno del Chianti o finto tonno del Chianti è una preparazione toscana che ricorda nell’aspetto il tonno sott’olio ma è un piatto a base di carne di maiale reso famoso in tempi recenti da Dario Cecchini, il famoso macellaio dell’Antica Macelleria Cecchini di Panzano in Chianti. La preparazione si riallaccia ad un analogo piatto piemontese, di antica tradizione, che si chiama tonno di coniglio ed è fatto in modo analogo con la polpa del coniglio.

tonno-del-chianti

Pare comunque che nell’antichità i contadini del Chianti, non avendo ancora a disposizione frigoriferi e congelatori, conservassero in questo modo le carni dei giovani suini che erano costretti a macellare (es. per malattie contratte nei mesi estivi). Il nome deriva dal fatto che la carne, a seguito della cottura nel vino e della marinatura in olio assume una consistenza molto simile a quella del tonno, il colore è un nocciola chiaro ed il sapore e il profumo assomigliano molto a quello delicato del tonno. Dario Cecchini consiglia di servirlo in modo classico, con fagioli toscani e cipolla, ma anche con i ceci o semplicemente da solo. La ricetta l’ho presa da Il grande libro della vera Cucina Toscana di Paolo Petroni, Giunti Editore.

Sconto del 18%
Il grande libro della vera cucina toscana
101 Recensioni
il-tonno-del-chianti

Ingredienti tonno del Chianti per 4 persone

– 500 gr. di filetto o di arista di maiale piuttosto magro
– 600 ml. di vino bianco secco
– foglie di alloro
– olio d’oliva
– sale grosso
– pepe in grani (io pepe nero e pepe rosa)

Preparazione del tonno del Chianti

Eliminare il grasso più esterno al pezzo di carne di maiale

arista-di-maiale-sale-e-alloro

Tagliatelo a pezzetti piuttosto grossi come per fare uno spezzatino

arista-tagliato-a-pezzi

Trasferiteli in una scodella

arista-a-pezzi-nella-scodella

Copriteli di sale grosso e fateli spurgare in un luogo fresco per qualche ora

arista-a-pezzetti-coperto-di-sale-grosso

Intanto in una pentola mettete 600 ml di acqua con 600 ml di vino, 4 foglie di alloro e un cucchiaino di pepe nero in grani

acqua-vino-pepe-e-alloro-nella-pentola

Portate a ebollizione, quindi salate

vino-in-ebollizione-con-alloro-e-pepe

Unite i pezzi di carne ben sciacquati dal sale

carne-in-pentola-con-vino-e-aromi

Fate cuocere adagio per circa 2 ore, o comunque fino a quando vedrete la carne rompersi (come se fosse tonno), quindi spegnete il fuoco e fate raffreddare nel brodo

carne-cotta-nel-vino-con-pepe-e-alloro

Scolate bene i pezzi di carne

arista-cotto-a-pezzi-a-scolare

Ripuliteli da eventuale grasso e fateli asciugare un’ora su carta da cucina, cambiando la carta di tanto in tanto

arista-di-maiale-ad-asciugare

Accomodateli quindi in un barattolo di vetro capiente, inframmezzandoli con foglie di alloro e grani di pepe (io pepe rosa)

vasetto-riempito-con-arista-cotto-nel-vino

Coprite il tutto con olio extravergine d’oliva, facendo attenzione che non restino vuoti d’aria

finto-tonno-del-chianti

Conservate in luogo fresco

maiale-sottolio

Gustatelo dopo almeno 1 mese

tonno-di-maiale
4.3/5 (10 Recensioni)

Se ti piace condividi

2 commenti su “Tonno del Chianti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su