Ricetta Gnocchi al pesto di rucola

particolare-gnocchi-al-pesto-di-rucola

gnocchi-al-pesto-di-rucola-nel-piatto

Ingredienti per 2 persone:

– 250 gr di gnocchi
– 1 mazzetto di basilico
– 1 mazzetto di rucola
– olio d’oliva
– 1 manciatina di pinoli
– 1 manciatina di nocciole o mandorle
– 5-6 olive verdi
– formaggio pecorino e parmigiano a scaglie
– sale

Preparazione:

In un mortaio mettete le foglie di basilico rucola, asciutte e pulite e del sale grosso

foglie-di-basilico-e-rucola-nel-mortaio

Iniziate a pestare in modo da creare una poltiglia, diluendo il composto con olio versato a filo. Agiungete poco per volta gli altri ingredienti, in primis pinoli e nocciole/mandorle

aggiunta-pinoli-e-mandorle-nel-mortaio

Aggiungete quindi le olive verdi snocciolate a pezzetti e continuate a pestare il composto

aggiunta-olive-snocciolate

Infine aggiungete il formaggio a scaglie o a pezzetti

aggiunta-formaggio-a-scaglie

Continuate a pestare fino ad ottenere un composto perfettamente omogeneo

pesto-di-rucola-pronto

Mentre cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, versate il pesto in padella e fatelo scaldare

pesto-di-rucola-in-padella

Quando gli gnocchi sono cotti (appena vengono a galla, dopo circa 1 minuto) scolateli con la schiumarola e fateli saltare in padella con il pesto!

gnocchi-saltati-con-pesto-di-rucola

Impiattate e servite guarnendo con qualche foglia di rucola

presentazione-gnocchi-al-pesto-di-rucola

particolare-presentazione-gnocchi-al-pesto-di-rucola

Se di gradimento (perchè il formaggio non è mai abbastanza!) spolverizzate con formaggio gratutgiato misto

gnocchi-al-pesto-di-rucola-con-formaggio-grattugiato


Lo chef Matteo Ghigino consiglia:

Questo pesto è buonissimo se unito con dei cubettini di pera  e delle noci tritate… ma non è un piatto alla portata di tutti i tradizionalisti!

5/5 (1 Recensione)

4 commenti su “Ricetta Gnocchi al pesto di rucola”

  1. Vanno bene anche le noci al posto delle nocciole o mandorle?
    E questa sostituzione varrebbe anche per le altre ricette col pesto? Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto