Ricetta Cenci o Chiacchiere di Carnevale

Particolare-cenci-di-carnevale-450x300

Cenci-di-carnevale-450x300

I cenci o chiacchiere sono dei dolci fritti cosparsi di zucchero a velo caratteristici del periodo di Carnevale. Sono diffusi in tutta Italia e sono noti con nomi diversi nelle varie Regioni: cenci in Toscana, chiacchiere in Lombardia, sfrappe nelle Marche, frappe e sfrappole in Emilia, bugie in Piemonte, ecc.. In Toscana e più precisamente a Prato un cencio è anche un pezzo di panno consumato e stracciato… chissà che il nome non derivi dalla somiglianza con i cenci quando sono tagliati (stracciati?) centralmente! Le forme che possiamo dare ai cenci sono diverse.. io preferisco quella classica a losanghe perché friggendo si gonfiano di più… quelli intrecciate gonfiano meno e rimangono più pastosi (ma piacciono tanto a Fabio!)!

Ingredienti cenci o chiacchiere

– 250 gr. di farina
– 25 gr. di burro (io burro Occelli)
– 30 gr. di zucchero
– 2 uova
– scorza di arancia grattugiata
– 1/2 cucchiai di vinsanto, rum o grappa
– 1 pizzico di sale
– 1 pizzico di bicarbonato

Per friggere: olio di semi

Per spolverizzare i cenci: zucchero a velo

Preparazione cenci o chiacchiere di Carnevale

Preparate gli ingredienti su una spianatoia

Ingredienti-per-cenci-350x237

Disporre la farina a fontana e mettere al centro tutti gli ingredienti

Farina-a-fontana-con-ingredienti-per-cenci-350x280
Lavorate tutti gli ingredienti incorporando la farina partendo dal centro

Ingredienti-per-cenci-che-vengono-incorporati-alla-farina-350x284

Lavorare l’impasto con le mani

Impasto-per-cenci-in-lavorazione-350x288

fino ad ottenere un impasto consistente ed omogeneo che farete riposare in un panno pulito per circa 1/2 ora

Palla-di-impasto-per-cenci-350x232

Per semplicità dividete l’impasto in due parti e tirate una sfoglia sottile (2/3 millimetri circa)

Sfoglia-che-viene-tirata-350x257

Tagliate delle strisce di varia misura con la rotellina smerlata… potete tagliarle a losanghe piccole, oppure a losanghe più grosse e fare uno o due tagli centrali, potete fare delle strisce lunghe e fare un nodino a mo di fiocco

Cenci-da-cuocere-350x288

oppure tagliarli a rettangolo, inciderli centralmente

Cenci-tagliati-a-rettangolo-350x252

e far passare dentro al taglio una delle due estremità in modo da arricciare il cencio

Cenci-attorcigliati-350x211

Friggete i cenci, pochi per volta, in abbondate olio di semi

Cenci-a-friggere-350x279

appena sono coloriti (basteranno pochi secondi) girateli per farli colorire dall’altro lato

Cenci-a-colorire-dallaltro-lato-350x317

Scolateli

Cenci-che-vengono-scolati-350x307

Scolateli su carta assorbente (quelli intrecciati fateli un po’ più coloriti per non farli rimanere crudi nei punti più spessi)

Cenci-sulla-carta-assorbente-350x241

Con i pezzetti di impasto avanzati ho ritagliato anche dei cuoricini e delle stelline ma voi potete impastarli di nuovo e stenderli in una nuova piccola sfoglia!

Secondo-vassoio-di-cenci-350x215

Spolverizzateli con lo zucchero a velo e serviteli!

Chiacchiere-di-Carnevale-350x525

Vi sembreranno tanti… ma finiranno presto!

Primo-piano-chiacchiere-di-carnevale-350x525

Buon Carnevale a tutti!

Particolare-chiacchiere-di-Carnevale-366x450

printfriendly-pdf-button
Iscriviti via WhatsApp
Offerte amazon

Ricette correlate

Info per Ricetta Cenci o Chiacchiere di Carnevale

Ricetta scritta da il
Tempo totale: minuti
Persone: 6
Inserita nelle categorie
Tag: Carnevale, cenci, chiacchiere, dolci di Carnevale, ricette di carnevale

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

6 risposte a “Ricetta Cenci o Chiacchiere di Carnevale”

  1. Gabriele ha detto:

    Molto utili e semplice.

  2. Assunta ha detto:

    Ricette stupende e presentate in modo bellissimo ed elegante!!! Complimenti davvero!

  3. Stella Oreste ha detto:

    Da noi si chiamano grispelle. Più sono sottili e più sono buone.

  4. Michela ha detto:

    Complimenti ! Questi cenci sono una delizia per gli occhi… e per la gola di chi li ha mangiati.

  5. Laura De Vincentis ha detto:

    Verrebbe voglia di allungare la mano oltre il monitor da quanto sono belle!

  6. Maria e Luigi Boiano ha detto:

    Qui a napoli le chiamiamo chiacchiere e sono davvero buone, devo proprio provare a farle con la tua ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *