Carciofini sott’olio ricetta classica

Ecco la ricetta passo passo per preparare i carciofini sott’olio fatti in casa, una delle conserve più classiche della cucina italiana, una ricetta semplice da realizzare in casa. I carciofi sott’olio per un antipasto o contorno gustoso. Provatela e fatemi sapere del risultato.

carciofini sott'olio
Vasetti di carciofini sott'olio

Ingredienti carciofini sott’olio per 3 vasetti

– 3 kg di carciofini
– limone
– sale
– aceto bianco
– olio di semi di arachidi
– olio extravergine di oliva
– aglio
– alloro
– vasetti sterilizzati

Ti potrebbe essere utile

Bestseller No. 1
Bormioli Rocco Barattolo Quattro Stagioni, 25 cl, Confezione da 12 unità
Bormioli Rocco Barattolo Quattro Stagioni, 25 cl, Confezione da 12 unità
12 Barattoli 4 stagioni da 250 ml completi di capsule; Ideale per conserve e confetture
26,70 EUR
Bestseller No. 3
Bormioli Rocco - Set da 6 barattoli per conserve Quattro Stagioni, 6 x 1 litro/1000 ml, colore: bianco
Bormioli Rocco - Set da 6 barattoli per conserve Quattro Stagioni, 6 x 1 litro/1000 ml, colore: bianco
Quattro Stagioni - Bormioli Rocco.; Perfetti per spezie o alimenti.; Vetro italiano di qualità.
25,50 EUR

Preparazione carciofini sott’olio

Iniziamo la ricetta dei carciofi sott’olio. Siete pronti con vostri carciofini che sembrano tantissimi? Guardateli bene… perchè diventeranno nulla!! Ed indossate subito i guanti, se non volete le mani nere!!!!

Carciofini da far sott'olio

Pulire i carciofini eliminando tutte le foglie esterne più scure fino a trovare quelle chiare e tenere

Carciofini senza foglie esterne

Tagliate quindi le foglie del carciofo a metà altezza, rimuovete anche i gambi ed eliminate la parte esterna più dura alla base del carciofo stesso in modo da lasciare solo i cuori più morbidi e prelibati;

Cuori di carciofini puliti

metteteli subito in una ciotola con acqua, succo di limone e un po’ di sale per circa 1 ora (altrimenti diventa subito nero!)

Carciofini puliti in acqua acidulata

Trascorso questo tempo, in una pentola versate mezza bottiglia di aceto; quando l’aceto bolle fate scottare i carciofini per 4 minuti (noi li abbiamo scottati in 2 volte)

Carciofini a scottare nell'aceto

Quindi metteteli in un colino a raffreddare ed asciugare per diverse ore (anche 8-10), in alternativa potete metterli ad asciugare in un panno asciutto e pulito

Carciofini sbollentati a scolare

Preparate quindi i vasetti con la foglia di alloro e l’aglio a pezzetti e riempite con i carciofini

Vasetti riempiti con carciofini sbollentati

Coprite interamente con olio di semi e olio d’oliva in parti uguali (o in proporzioni secondo vostro gradimento)

Vasetti di carciofini sott'olio da chiudere

Non vi fanno già gola?

Primo piano dei carciofini sott'olio

Chiudete i barattoli e resistete almeno 20 giorni prima di assaggiarli… dategli il tempo di insaporirsi!

Inquadratura vasetti di carciofini

Resistete resistete… a questi carciofini sott’olio. Provate a fare in casa l’aglio sott’olio qui la ricetta semplice. Se ti è piaciuta la ricetta dei carciofi sott’olio condividila sui social.

Primo piano carciofini sott'olio nel vasetto
4.1/5 (42 Recensioni)

Se ti piace condividi

49 commenti su “Carciofini sott’olio ricetta classica”

    1. Loredana Steri

      Io no, mi accerto che siano ben coperti dall’olio e lascio i vasetti scoperti per 2 giorni, di modo che possa venire in superficie.
      Chiudo bene, assicurandomi che siano coperti dall’olio, e mi durano belli saporiti e croccanti x più di un anno!

  1. Buongiorno.
    Ho messo a bollire i carciofini con 1 litro di vino e 2 di aceto ma ho dimenticato il sale
    Come posso risolvere?
    Rischio che si rovinano?

  2. Questa ricetta non mi soddisfa perché oltre all’aceto ci va anche il vino bianco secco e quindi farò la mia ricetta

  3. I carciofini li faccio anch’io, tutto uguale come sopra descritto, ma li faccio bollire in 1 litro di acqua, 1/2 litro di aceto bianco e 1/2 litro di vino bianco. Sono meno aciduli.

  4. Buon giorno ragazzi vorrei chiedervi se dopo riempiti i barattoli con i carciofini e con dell’olio li devo ribollire… non ho mai capito se li devo far bollire o pure no.
    Grazie e buona giornata

      1. La prudenza non è mai troppa è vero; ma i barattoli di vetro (ed i relativi tappi) se sterilizzati prima assicurano un buono schermo verso il botulino (vero nemico delle conserve fatte in casa).
        L’aceto, il sale (in primis) e l’olio a copertura (poi) assicurano la bontà del manufatto.
        Usate i cerchietti di affogo nell’olio, non avrete nessuna brutta sorpresa.
        Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su