Ricetta Brodo di carne con pentola a pressione

Chi non ha mai mangiato il brodo di carne? C’è chi lo mangia perché gli piace, chi perché sta male per una forma influenzale, chi perché fa bene e riscalda… io lo mangio perché mi piace! E poi… è davvero un toccasana nei freddi mesi invernali! Il lesso è cosa ben diversa dal bollito misto: il lesso si fa con pezzi di carne non pregiata e, poiché lo scopo è avere del brodo saporito, la carne si mette in acqua fredda e si scalda il tutto in modo graduale in modo che le sostanze contenute nella carne si sciolgano nel brodo; il bollito si fa invece con carni miste di prima scelta e le carni vanno immerse in acqua bollente in modo che lo shock termico crei un guscio che trattiene all’interno profumo, sapore e succhi nutritivi della carne.

brodo di carne in pentola a pressione

Nel lesso la carne che si ottiene è molto sfruttata; nel bollito invece la carne è il pezzo forte da gustare con salsa verde o altre salse! Passiamo alla ricetta? Lo so, questa non è una vera e propria ricetta… il brodo lo sanno fare tutti, ma se vogliamo realizzare un brodo di carne veloce, la soluzione è il brodo di carne in pentola a pressione. Tra l’altro la carne “sfruttata” avanzata dal brodo di carne con pentola a pressione è l’ingrediente principale della prossima ricetta… in cui vi proporrò un ottimo modo per cucinare in modo gustoso la carne lessa!

brodo di carne

Ingredienti per brodo:
– carne per brodo ovvero un pezzo di carne di manzo (o vitello) di taglio meno nobile come muscolo, spuntature varie, campanello, cimalino, zampa, coda, lingua
– ossa per brodo (anche con midollo), se di gradimento
– 1/2 cipolla
– 1/2 carota
– 1 costa di sedano con le foglie
– 4 pomodorini ciliegino o pachino
– prezzemolo
– sale
– acqua
– altri odori e spezie secondo gradimento (alloro, timo, chiodi di garofano, ecc.)

Come fare il brodo di carne con la pentola a pressione:

Preparate gli ingredienti lavando e mondando gli odori;

Tagliate i pomodorini a metà; riempite la pentola a pressione di acqua fredda e aggiungete carne (anche congelata) e verdura (se usate la pentola a pressione, vi sconsiglio di aggiungere delle patate perché 30 minuti di cottura a pressione sarebbero troppi)

Aggiungete 2 cucchiaini di sale (per una pentola come la mia)

Chiudete la pentola a pressione (con valvola giù) e accendete il gas;  quando udirete il sibilo abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 30 minuti (se utilizzate una pentola non a pressione vi occorreranno 2/3 ore con cottura a fiamma bassa)

Passati i 30 minuti, spengete il gas, fate raffreddare 5 minuti e alzate la valvola con una forchetta per far eliminare il vapore (la pressione) dalla pentola; a questo punto potete aprirla.

Ti potrebbe essere utile

Verificate la cottura della carne infilzandola con una forchetta; se non fosse morbida, fate cuocere ancora un po’ senza coperchio

Le scorie della carne che si formano in superficie si possono eliminare facilmente con una schiumarola; quindi filtrate il brodo e travasatelo in un pentolino… eccolo qua… pronto per una bella minestra!!

Se poi volete un brodo più leggero e dietetico… fatelo raffreddare in frigo per una notte e la mattina eliminate la parte di grasso che si sarà solidificata in superficie! Potete anche servirlo nature, senza minestrina!

Io l’ho servito “nature” in una ciotolina con piattino Richard Ginori e sotto piatto IVV Diamantè. Molto elegante, non trovate?

Se volete invece realizzare il bollito in pentola a pressione, dovrete usare dei tagli nobili (punta di petto, biancostato, tenerone, scaramella, muscolo di coscia, spalla, cappello del prete) ed immergerli nella pentola a pressione in acqua già bollente. Anche se, a dire il vero, non avendo tutti lo stesso tempo di cottura, consiglio di cuocere per meno tempo, eliminare i tagli già cotti e proseguire la cottura non a pressione tenendo d’occhio la cottura dei vari tipi di taglio.

Buon brodo di carne a tutti!

4.4/5 (5 Recensioni)

Se ti piace condividi

7 commenti su “Ricetta Brodo di carne con pentola a pressione”

    1. Anche se spegnere è più diffusa mentre spengere è una forma usata prevalentemente in Toscana (la mia regione), mi risulta che entrambe le forme siano grammaticalmente corrette.

    1. Fatto sta sera . Oggi è una giornata di novembre..ben voluto il brodo.. con i cappelletti..
      Con una buona spolverata di grana grattugiato..buon appetito a tutti!!!!

Rispondi a Pietro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su