I molteplici usi dell’acido citrico

Oggi voglio parlarvi dell’acido citrico (citric acid) e dei mille usi che può avere in una casa. L’acido citrico, ce lo suggerisce il nome, si trova naturalmente nel citrus (ma non solo), ovvero negli agrumi (in primis il limone). Perchè utilizzarlo? Perchè è un valido alleato nella pulizia della casa, ha un basso costo e soprattutto ha un minor impatto ambientale anche rispetto ad altri prodotti naturali quali ad esempio l’aceto.

limone-350x199

Quali prodotti può sostituire? Tenete presente che l’acido citrico a contatto con l’acqua sviluppa una soluzione dal pH acido che ha un’azione anticalcare e disincrostante, oltre a funzionare come correttore di PH. Di sicuro state già immaginando come utilizzarlo per ottenere lavelli, vasche e docce senza calcare e lavatrici brillanti!  State immaginando bene e vi posso assicurare che oltre ad essere un prodotto green vi consente di realizzare i vostri prodotti per la casa ad un prezzo nettamente inferiore.

Acido-citrico-450x308

Ma prima di darvi le “ricette” a base ci acido citrico, vediamo in quali forme lo troviamo in commercio e dove.

Acido citrico dove si compra

L’acido citrico può essere anche acquistato sotto forma di polvere o granuli o liquido. Viene estratto e poi cristallizzato per poterlo utilizzare e dosare più facilmente.  Viene ampiamente utilizzato anche come additivo alimentare acidificante e conservante (sigla E330). Io vi consiglio di acquistare l’acido citrico anidro in polvere (anidro significa senza molecole d’acqua), il più concentrato e puro di tutti. Gli altri due tipi sono l’acido citrico monoidrato e l’acido citrico tetraidrato che hanno una minore concentrazione.  Per capire le differenze, l’acido citrico anidro è attivo al 100%, l’acido citrico monoidrato è attivo al 90 (ovvero è 90% acido e 10% acqua) mentre l’acido citrico tetraidrato è attivo al 60% (ovvero 60% è acido vero ed il restante 40% è acqua). Di conseguenza meno l’acido citrico è puro, più ne occorrerà per avere lo stesso identico risultato. Se pensiamo di usarlo in cas per vari usia (altrimenti non stareste leggendo questo articolo), compriamo l’acido citrico anidro, magari certificato senza aggiunta di altri prodotti che possono risultare dannosi per la salute e sciogliamolo in acqua (meglio se demineralizzata o distillata) seguendo le indicazioni seguenti. Ricordatevi di usare sempre dei guanti (soprattutto se lo maneggiate puro e non disciolto in acqua) e di conservarlo al riparo dalla luce e dall’umidità.

Dove si trova l’acido citrico?

Può esser acquistato in farmacia, erboristeria, nei negozi di prodotti naturali, presso i supermercati più forniti oppure negli shop online e, ovviamente, su amazon!

L’acido citrico in agricoltura

In agricoltura viene utilizzato come correttore del ph delle coltivazioni, come decalcificante dei sistemi di irrigazione e per aumentare le difese dei coltivi e renderli più resistenti agli attacchi dei parassiti.

L’acido citrico in casa e in cucina

Ecco come può essere utilizzato, tenendo presente che il tipo di soluzione indicata (al 15, 18, 20%) non è un valore assoluto ma può essere aumentato in caso di acqua molto dura o diminuito se l’acqua è poco calcare o se è presente un addolcitore.

Decalcificante per macchine da caffè con acido citrico

I decalcificanti naturali per macchine da caffè sono a base di acido citrico quindi perché non preparare da soli la soluzione decalcificante? Per decalcificare è necessario preparare una soluzione con acido citrico al 18% (180 grammi in un litro d’acqua): sciogliere bene l’acido nell’acqua e seguire le istruzioni presenti sul manuale.

macchina-caffè-espresso-350x233

Se non avete più il manuale seguite queste indicazioni generale: versate la soluzione nel serbatoio dell’acqua della macchina da caffè, togliete il gruppo, mettete sotto una tazza capiente, azionate la macchinetta e fate uscire metà della soluzione. Lasciate riposare 15-20 minuti quindi azionate la macchinetta per 20/30 secondi; attendete 15/20 minuti e ripetete l’operazione ciclicamente fino al completo esaurimento della soluzione. Sciacquate con molta cura il serbatoio, riempite di acqua pulita e azionate la pompa facendo uscire tutta l’acqua. Riempite nuovamente il serbatoio di acqua e.. la vostra macchinetta è pronta! Non usate aceto al posto dell’acido citrico perché può corrodere le parti in metallo e danneggiare la macchinetta.

Anticalcare per superfici lavabili con acido citrico

Pulizia-casa-350x236

Potete realizzare da soli il classico anticalcare da usare in versione spray su tutte le superfici lavabili, sui sanitari e sulle piastrelle (escludendo marmo e legno). Sarà sufficiente preparare una soluzione al 15% di acido citrico sciogliendo 150 gr di prodotto in un litro d’acqua e versandolo nel classico flacone con spruzzatore.

Ammorbidente con acido citrico

Di fatto l’ammorbidente scioglie il carbonato di calcio (calcare) presente nelle fibre, rendendole così più morbide ma anche più vicine al ph della pelle. Ho smesso di usare gli ammorbidenti del supermercato quando ho notato che il mio bambino piccolo si grattava, sostituendoli con un po’ di aceto e qualche goccia di olio essenziale di lavanda nella vaschetta dell’ammorbidente.

bucato-350x233

L’aceto può essere corrosivo quindi meglio usarlo in piccole quantità. Poi ho scoperto l’acido citrico che, oltre ad essere altrettanto efficace è  meno aggressivo e con un minor impatto ambientale e quindi eccomi a consigliarlo al posto dell’ammorbidente… sciogliete all’interno del contenitore dell’ammorbidente 100 gr di acido citrico e 1 lt di acqua (meglio se distillata o demineralizzata). Agitate bene prima dell’uso e versate nello scomparto dell’ammorbidente circa 50 ml di prodotto insieme a qualche goccia di olio essenziale per dare una gradevole profumazione. Vi aiuterà anche a tenere pulita la lavatrice. Ma se è parecchio incrostata leggete qui di seguito!

Disincrostante per la lavatrice con acido citrico

Ogni mese (ma va bene anche ogni due mesi a seconda di quanto è dura la vostra acqua) potete effettuare un lavaggio disincrostante per la lavatrice.  Preparate una soluzione al 15% ovvero sciogliete 150 gr. di acido citrico in un litro d’acqua. Versate tutta la soluzione nel cestello ed effettuate un lavaggio ad alta temperatura.

Lavatrice-350x233

Brillantante per la lavastoviglie con acido citrico

La stessa soluzione di acqua e acido citrico al 15% utilizzata per disincrostare la lavatrice può essere utilizzata come brillantante per la lavastoviglie versandola nell’apposita vaschetta della lavastoviglie e azionando il ciclo di lavaggio come di consueto. Non solo avrete bicchieri e stoviglie splendenti ma, come per la lavatrice, la soluzione le garantirà lunga vita grazie alla sua azione anti-calcare e disincrostante.

Lavastoviglie-350x234

Pulizia delle pentole con aloni di calcare con acido citrico

Se nel fondo delle pentole ci sono aloni di calcare difficili da rimuovere, potete lasciare agire tutta la notte una soluzione preparata sciogliendo 25 gr. di acido citrico in 500 gr. di acqua. Gli aloni scompariranno, come per magia!

Pentole-350x233

Pulizia del bollitore con acido citrico

Il bollitore è uno degli elettrodomestici più utilizzati e anche quello dove si accumulano i maggiori residui di calcare. Analogamente alle pentole, potete lasciare agire tutta la notte una soluzione preparata sciogliendo 25 gr. di acido citrico in 500 gr. di acqua. Al mattino svuotate e risciacquate bene il bollitore.. et voilà!

Bollitore-elettrico-350x350

Disgorgante per gli scarichi con acido citrico

Per realizzare un ottimo disgorgante per gli scarichi potete mescolare la stessa quantità di acido citrico e bicarbonato (1-2 cucchiai). Versate nello scarico e aggiungete dell’aceto. Otterrete un effetto effervescente che vi aiuterà a liberare lo scarico. Prolungate l’azione ed eliminate ogni residuo versando 1 lt di acqua calda.

scarico-350x234

Se non avete l’aceto potete versare nello scarico 100 gr di bicarbonato di sodio e versare a seguire 200 ml di acqua in cui avrete sciolto 30 gr. di acido citrico.

Detersivo per la pulizia dei vetri con acido citrico

Per la pulizia dei vetri e degli specchi sciogliere un cucchiaino scarso di acido citrico in mezzo litro d’acqua, aggiungere un cucchiaino di detersivo per i piatti ecologico e versare in un contenitore spray da agitare prima dell’uso.

Vetri-e-specchi-350x197

Pulire le fughe delle mattonelle con acido citrico

Preparate una soluzione al 10% di acqua e acido citrico in una bottiglia spray. Spruzzate sulle fughe, lasciate agire qualche minuto e, utilizzando una spugna dal lato abrasivo, rimuovete lo sporco. Non dimenticate di utilizzare i guanti!

Fughe-mattonelle-350x233

Pulizia del wc con acido citrico

Per eliminare le tracce di calcare dal wc potete utilizzare una soluzione al 15 %. Versate 75 gr. di acido citrico in 500 ml di acqua, mescolate bene, versate nel WC e lasciate agire per tutta la notte.

WC-350x233

Dove non utilizzare l’acido citrico.

L’acido citrico non va utilizzato su marmo, legno, pietra, pavimenti in cotto, alluminio e tutti quei materiali per i quali è sconsigliato l’impiego di sostanze acide. Sui tessuti non va mai utilizzato puro ma sempre in una soluzione al 10%.

L’acido citrico in cosmetica

L’acido citrico può essere utilizzato anche per realizzare prodotti per la cura e il benessere del corpo. Tra questi:

Bombe da bagno effervescenti con acido citrico

Occorrente: 50 gr. di acido citrico, 100 gr di bicarbonato di sodio, 50 gr. di amido di mais, un pizzico di colorante alimentare
Preparazione: spruzzare con un po’ di acqua e mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una miscela compatta. Lasciar asciugare in uno stampo e, una volta asciutte, conservarle in un barattolo di vetro. All’occorrenza versate in una vasca da bagno piana di acqua e… buon bagno!

Bombe-da-bagno-350x233

Maschera contro acne con acido citrico

Occorrente: 2 cucchiai (40 gr) di acido Citrico, 1/4 di tazza di latte scremato, 1/4 di tazza d’acqua
Preparazione: mescolate tutti gli ingredienti fino a quando l’acido citrico si sarà sciolto nel latte quindi applicare sulla pelle asciutta. Lasciar asciugare per 15 minuti quindi sciacquare bene con acqua tiepida.

Maschera-viso-350x233

Maschera antiossidante con acido citrico

Occorrente: 3 cucchiai di acido citrico, acqua calda, 2 cucchiai di yogurt naturale, 2 cucchiaini di miele, 1 albume d’uovo

Preparazione: mescolare l’acido citrico con 1/3 di tazza di acqua calda ma non bollente, aggiungere lo yogurt, il miele e l’albume d’uovo. Applicate questa miscela e lasciatela agire sul viso per 15 minuti prima di sciacquare con abbondante acqua.

N.B. L’acido citrico è alla base anche delle soluzioni igienizzanti a base di acido percitrico (ossigeno attivo stabilizzato e acido citrico) utilizzato nella sanitizzazione di impianti ed attrezzature nel settore enologico e nelle industrie alimentari in genere. Non lascia infatti residui tossici dopo il lavaggio.

printfriendly-pdf-button
Iscriviti via WhatsApp
Offerte amazon

Ricette correlate

Info per I molteplici usi dell’acido citrico

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: acido citrico, acido citrico anidro, acido citrico monoidrato, acido citrico tetraidrato, acido percitrico, usi acido citrico

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *