Gnocchi di patate colorati e fritti, ricetta di Carnevale

A Carnevale ogni fritto vale! E allora vi propongo gli gnocchi di patate fritti ma in versione multicolore! Perché gli gnocchi non sono solo un gustoso primo piatto ma, una volta fritti, possono essere salati e serviti come stuzzichino/antipasto (al posto delle patate fritte) oppure, aggiungendo semplicemente dello zucchero, gustati per una festa di Carnevale, per una dolce pausa o un goloso momento di relax . E’ possibile aggiungere anche degli aromi secondo preferenza (rosmarino, paprika, peperoncino, cannella, vaniglia, ecc)!

Gnocchi di patate fritti

Io ho realizzato gli gnocchi colorati con la philips pasta maker, la trafila gnocchetti di patate Capo12 e aromi naturali! Visto che questi gnocchi fritti sono come le ciliegie e uno tira l’altro, vi consiglio di friggerne in grandi quantità con la friggitrice tradizionale! Se siete interessati ad acquistarne una, vi consiglio di sceglierne una con la temperatura regolabile perché gli gnocchi devono friggere delicatamente per cuocere dentro senza colorirsi troppo fuori! Su QualeScegliere.it trovate un articolo sulle migliori friggitrici con dati tecnici, punti forti, punti deboli, immagini e per alcuni prodotti anche video-recensioni!

Gnocchi di patate fritti

Ingredienti per gli gnocchi di patate colorati con la philips pasta maker

  • 1200 gr di patate rosse
  • farina o semola (la metà del peso delle patate da cotte)
  • coloranti naturali (io polvere di pomodoro, polvere di spinaci, polvere di barbabietola, polvere di zucca)

Per friggere:

  • olio di semi di arachidi

Per il condimento in versione salata:

  • sale
  • aromi secondo gradimento ( rosmarino, paprika, peperoncino)

Per il condimento in versione dolce:

  • zucchero
  • aromi secondo gradimento (cannella, vaniglia, polvere di arancia)

Nella mia cucina:

Accessori utilizzati per gli gnocchi fritti:

Preparazione degli gnocchi di patate senza uova con la philips pasta maker

Se decidete di fare gli gnocchi (senza uova) con la philips pasta maker, dovete anticiparvi con la cottura delle patate in modo che al momento dell’utilizzo siano ben fredde e asciutte (per assorbire meno farina). Pesate indicativamente le patate rosse da crude (naturalmente potete dimezzare le dosi da me indicate… io ne ho cotte di più e ho poi surgelato gli gnocchi colorati che non ho fritto!)

Per far assorbire meno acqua possibile alle patate lesse bisogna cuocerle intere e con la buccia. Lavate le patate per eliminare residui di terriccio, mettetele in una pentola capiente, copritele con acqua fredda. C’è poi un ulteriore trucco da tenere presente per ottenere patate asciutte: se cuocete le patate in una soluzione satura (230-250 gr di sale per ogni litro d’acqua) i sali minerali contenuti nelle patate non verranno dispersi nell’acqua perché questa è già satura. Non ci sarà scambio osmotico e la patata bollita (sempre intera e con la buccia) risulterà asciutta, compatta e con proprietà nutritive intatte.

Cuocete le patate fino a quando infilando i rebbi della forchetta questi non incontreranno più resistenza. Toglietele dall’acqua.

Eliminate la buccia quindi utilizzando uno schiacciapatate raccogliete le patate schiacciate in una ciotola capiente

Mettete le passate lessate e schiacciate in frigo per alcune ore (meglio ancora se tutta la notte).

La mattina dopo preparate i coloranti naturali estratti da frutta e verdura

Mettete un po’ di patate schiacciate in una ciotola più piccola (io ho pesato 250 gr di patate per ogni colore), aggiungete circa la metà del peso in semola (nel mio caso 125-130 gr) e 3 o 4 cucchiaini di colorante. In genere per gli gnocchi uso la farina ma in questo caso, dovendoli friggere, ho preferito usare la semola per ottenere un risultato esterno più croccante. Io ho iniziato a preparare gli gnocchi con la polvere di pomodoro. Mescolate con una forchetta fino ad ottenere un impasto granuloso.

Mettete l’impasto in macchina senza impastare per non surriscaldare l’impasto e usate la funzione solo estrusione della vostra macchina (quella con il +). Preparate quindi a ruota l’impasto con gli altri coloranti naturali… viola per gli gnocchi viola con la polvere di barbabietola

Estrudete gli gnocchi viola con la funzione solo estrusione della philips pasta maker, metteteli su un vassoio cosparso di semola o farina e, preparate l’impasto di altro colore… io ho preparato l’impasto verde con la polvere di spinaci.

Estrudete gli gnocchi verdi con la funzione solo estrusione della philips pasta maker, metteteli su un vassoio cosparso di semola o farina e preparate l’impasto di altro colore. Per l’impasto per gli gnocchi gialli io ho utilizzato delle polvere di zucca ma potete usare della curcuma o lasciarli del colore naturale.

Ed ecco qua la mia produzione di gnocchi colorati (in realtà ce ne sono altri 3 vassoi colori misti)

Scaldate l’olio di semi (in un pentolino o nella friggitrice) quindi friggete delicatamente in modo da far cuocere dentro gli gnocchetti colorati senza colorirsi troppo fuori. Fate assorbire l’olio in eccesso su un foglio di carta assorbente quindi servite gli gnocchi di patate fritti con sale o zucchero e gli aromi preferiti!

Gnocchi di patate fritti

Adesso vi starete ponendo di sicuro due domande. La risposta è sì ad entrambe ovvero 1. potete preparare gli gnocchetti fritti utilizzando gnocchi/gnocchetti del supermercato 2. potete anche cuocere questi gnocchi colorati in modo tradizionale e servirli come primo piatto, conditi come preferite!

Gnocchi di patate fritti

Se poi volete realizzare gli gnocchetti di patate con i fiocchi di patate, leggete la ricetta gnocchi di patate con fiocchi di patate e Philips pasta maker.

5/5 (5 Recensioni)

Se ti piace condividi

1 commento su “Gnocchi di patate colorati e fritti, ricetta di Carnevale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su