Calamarata ai frutti di mare

La Calamarata ai frutti di mare, di origine campana, è un formato di pasta appartenente alla famiglia dei Pàccheri e prende il nome apputo dai calamari ai quali, una volta tagliati ad anelli, assomiglia molto per forma. La sua “morte” è infatti con il pesce, in particolare i frutti di mare (potevano mai mancare i calamari?)… e infatti questa è la ricetta che vi vado a proporre… la Calamarata di pesce delle mia nonna (napoletana) e della mia mamma.

Calamarata

Ingredienti Calamarata

– 375 gr. di pasta formato calamarata
– 2 calamari
– 1 polpo piccolo
– gamberoni
– cozze
– vongole
– telline (facoltative)
– olio
– aglio
– prezzemolo
– peperoncino
– un po’ di pomodoro passato

Preparazione Calamarata ai frutti di mare

Preparare il trito di aglio, prezzemolo e peperoncino.

Rosolare leggermente il trito in una padella con un po’ di olio.

Aggiungere il pomodoro e far cuocere un po’.

Quando il pomodoro si è un po’ ritirato aggiungere i polpi e i calmari tagliati ad anelli e portarli a cottura.

Poco prima di cuocere la pasta aggiungere le cozze, le vongole, i gamberoni e le telline e coprire finchè non si sono aperti i molluschi.

Nel frattempo cuocere la pasta.

Quando la pasta è cotta saltarla in padella con il pesce facendo insaporire.

Servire cospargendo la calamarata con un po’ di prezzemolo.

Buon appetito!!!

calamarata

Calamarata ai frutti di mare
Vota questo post
Print Friendly, PDF & Email

Info per Calamarata ai frutti di mare

Ricetta scritta da il
Tempo totale: minuti
Persone: 3
Inserita nelle categorie
Tag: calamarata

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

Lascia una recensione

24 Commenti on "Calamarata ai frutti di mare"

Notificami
avatar
Gianfranco
Ospite

Gustosissimo. Grazie tante.

Gianni
Ospite

…ma non si possono mettere le vongole insieme agli altri ingredienti perche per quanto tu li metta a bagno in acqua salata trattengono sempre un pò si sabbia. Perciò e meglio cozze e vongole farle aprire a parte e poi filtrare il liquido. A questo punto si che si possono mettere insieme e far cuocere per insaporire il tutto.

Silvestro
Ospite

Sono d’accordo.

Silvestro
Ospite

Toglierei un po’ di gusci e magari sbuccerei i gamberi, dopo cotti, naturalmente.

Anna Maria
Ospite

Ottimo aspetto, penso sia buonissima. Vorrei sapere se il colore giallo delle ultime foto è dovuto all’aggiunta di zafferano? Grazie. Ciao.

Giuseppe
Ospite

La calamarata la farò domenica e saremo dieci persone a tavola.

Monica
Ospite

Ciaaaoooo, complimenti per la ricetta! Volevo solo un informazone, se ci metto un po di vinoooo??? Però non so quando aggiungerlo!!! aiuuutoooo!!!

Ginevra Medico
Ospite

Complimenti, ho solo adoperato, come piccola :mrgreen: :grin: ;-) variante, il pachino a pezzetti e intero. MAGNIFICA!

Dany - Ideericette
Ospite

@ Elena: sono contenta del tuo successo… ;-) le foto sono vecchie e non sono un gran che ma… anche io adoro questa ricetta che mia mamma ha rubato a mia nonna e che io ho rubato a lei!
Ricambio gli auguri per un Felicissimo 2011!

Elena
Ospite

Ciao
mamma mia che bontà, ho fatto la calamarata è stato un successo, troppo buona.
Grazie.
Provatela tutti, è facile da preparare e in piu fate una bella figura con gli invitati.

Elena
Ospite

Stasera vigilia di capodanno proverò a fare la calamarata, che appena ho visto le foto mi ha ispirato molto. Spero di fare bella figura, poi ti farò sicuramente sapere, per ora tanti auguri per l’anno nuovo.

wpDiscuz