Calamarata ai frutti di mare

La Calamarata ai frutti di mare, di origine campana, è un formato di pasta appartenente alla famiglia dei Pàccheri e prende il nome apputo dai calamari ai quali, una volta tagliati ad anelli, assomiglia molto per forma. La sua “morte” è infatti con il pesce, in particolare i frutti di mare (potevano mai mancare i calamari?)… e infatti questa è la ricetta che vi vado a proporre… la Calamarata di pesce delle mia nonna (napoletana) e della mia mamma.

Calamarata

Subito sotto vi lascio la ricetta della calamarata con pesce, un primo piatto davvero gustoso. Le calorie della calamarata allo scoglio sono circa 230Kcal per 100gr. di prodotto.

Ingredienti Calamarata

– 375 gr. di pasta formato calamarata
– 2 calamari
– 1 polpo piccolo
– gamberoni
– cozze
– vongole
– telline (facoltative)
– olio
– aglio
– prezzemolo
– peperoncino
– un po’ di pomodoro passato

Preparazione Calamarata ai frutti di mare

Iniziamo la pasta alla calamarata. Preparare il trito di aglio, prezzemolo e peperoncino.

Rosolare leggermente il trito in una padella con un po’ di olio.

Aggiungere il pomodoro e far cuocere un po’.

Quando il pomodoro si è un po’ ritirato aggiungere i polpi e i calmari tagliati ad anelli e portarli a cottura.

Poco prima di cuocere la pasta aggiungere le cozze, le vongole, i gamberoni e le telline e coprire finchè non si sono aperti i molluschi.

Nel frattempo cuocere la pasta.

Quando la pasta è cotta saltarla in padella con il pesce facendo insaporire.

Servire cospargendo la calamarata con un po’ di prezzemolo.

Buon appetito!!! In alternativa potete provare anche la ricetta della calamarata al sugo di scorfano

calamarata
3/5 (3 Recensioni)

Se ti piace condividi

Libri su primi piatti

24 commenti su “Calamarata ai frutti di mare”

  1. …ma non si possono mettere le vongole insieme agli altri ingredienti perche per quanto tu li metta a bagno in acqua salata trattengono sempre un pò si sabbia. Perciò e meglio cozze e vongole farle aprire a parte e poi filtrare il liquido. A questo punto si che si possono mettere insieme e far cuocere per insaporire il tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su