Questo sito contribuisce
alla audience di

Tè: Storia e curiosità

foglie di tèLa pianta del tè è un robusto albero sempreverde che allo stato selvatico può raggiungere anche i 30 metri di altezza, ma che per comodità di raccolto viene tenuto a livello di cespuglio. Il nome botanico è Camellia Siensis. Esistono al mondo oltre seimila qualità di tè.
Il buon tè ha foglie non troppo piccole e non presenta residui polverosi. La cina è il maggior produttore mondiale di tè, seguono India e Sry Lanka (Ceylon), mentre la Russia produce notevoli quantità di tè, ma insufficienti a coprire il fabbisogno nazionale. In Giappone si produce soltanto tè verde.

A Ceylon la coltivazione del tè è iniziata soltanto nel 1869 grazie all’istituzione del colonnello inglese James Taylor, che dopo una grave malattia che distrusse tutte le colture, pensò di convertire le piantagioni di caffè in piantagioni di tè. Gli irlandesi vantano il maggior consumo pro capite di questa bevanda, circa 4 chilogrammi all’anno, in media quattro tazze al giorno, i giapponesi 1 chilogrammo, i tedeschi 220 grammi. Ogni italiano beve oggi circa 75 grammi di tè ogni anno, mentre nel Regno Unito, bevono il tè tutti i giorni 96 inglesi su 100.

Tè: Storia e curiosità

La prima importazione di tè in Europa risale al 1610. Ne furono protagonisti gli olandesi della Compagnia delle Indie. Nel tardo Seicento, grazie all’entusiasmo di Caterina di Braganza, il tè ebbe in Inghilterra un successo strepitoso. E’ singolare il fatto che alla fine del XVII secolo nel Regno Unito la tassa sul tè veniva imposta non sul prodotto, ma sulla bevanda. Ogni Coffee House la mattina, prima dell’apertura, preparava la quantità di tè che riteneva necessaria per tutta la giornata, quindi l’esattore passava a misurare il liquido ed a riscuotere la gabella quotidiana. La borsa del tè si tiene a Londra, e ogni settimana agenti specializzati trattano 2-3 milioni di chilogrammi di foglioline. Il tè Earl Grey (bergamotto) prese il nome dal conte Grey.

Proprietà del tè

Il tè verde giapponese Ku Ki Cha (tè dei tre anni), è così chiamato in quanto una parte dei suoi rami viene raccolta ogni tre anni di vita della pianta. Mentre il Ruhuna (tè verde di Ceylon), meglio conosciuto come tè arabo, per il suo sapore forte e denso viene apprezzato dagli sceicchi arabi. Darjeeling è senza dubbio il tè più prestigioso, è definito lo “Champagne dei tè” ed è conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. Il suo nome prende origine dall’omonima regione indiana situata alle pendici dell’Himalaya. Il tè verde Gunpowder (polvere di cannone) si presenta invece di colore verde scuro, con piccole foglie arrotolate, che ricordano appunto la polvere da sparo.

Print Friendly
[Voti: 5    Media Voto: 3.4/5]

Info per Tè: Storia e curiosità

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: giapponese, proprietà, tè

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *