Questo sito contribuisce
alla audience di

Ricetta Vellutata di eddos (o taro) e pomodorini

Gli eddos/eddoes (o taro) sono tuberi di Colocasia esculenta, nota anche come “patata dei tropici” o con il simpatico nome di “orecchie di elefante“. E’ una pianta erbacea perenne caratteristica dei climi tropicali, i cui tuberi hanno proprietà nutrizionali equivalenti alla patata comune ma con quantità più elevate di calcio (ed è quindi indicata per chi presenta carenze di calcio), un quantitativo doppio di ferro, ma molta meno vitamina C. Sia la foglia (callaloo) che la radice sono commestibili, ma pare la radice sia tossica se mangiata cruda. E’ quindi necessario cuocere gli eddos prima di consumarli e fare attenzione a non toccarsi gli occhi dopo averne toccato la polpa perché può causare forti irritazioni. Dopo questa debita premessa che dire di più? Che ho trovato gli eddos al supermercato e.. come potete immaginare non ho saputo resistere al richiamo di questo tubero a me sconosciuto! Se non trovate gli eddos, potete fare una vellutata di patate e pomodorini.. semplice ed economica ma comunque gustosa!

Ingredienti per 3 persone:

– 3/4 eddos
– 10/15 pomodorini ciliegini
– 4/5 di pomodorini di collina (opzionale)
– 1 aglio
– 1 cipolla
– 100 ml di panna o latte
– noce moscata
– timo
– sale
– cubetti di pane arrostito
– prezzemolo

Preparazione:

Preparate gli ingredienti

Affettate la cipolla, tagliate a pezzetti l’aglio e metteteli in un tegame di coccio con un filo di olio

Fate rosolare delicatamente aglio e cipolla

Aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a pezzetti

Aggiungete un filo di acqua calda e fate appassire un po’ i pomodorini coprendo con coperchio

Nel frattempo pelate gli eddos con un pelapat… ops.. pelaeddos!

Tagliateli a pezzetti, meglio se con dei guanti (visto che possono essere irritanti) e aggiungeteli nel tegame con i pomodorini

Aggiungete acqua calda in modo che arrivi almeno al pari degli eddos

Mescolate e proseguite la cottura per una decina di minuti, regolando di sale

Se necessario, aggiungete altra acqua e/o qualche pomodorino di collina per dare maggior sapore (siamo a marzo e i pomodorini non hanno ancora il sapore dell’estate!)

Quando gli eddos sono morbiditi (fate la prova “forchetta”), versate il composto nel mixer (io l’ho frullato in due volte)

Aggiungete la panna (io ho usato il latte)

Frullate il tutto e rimettete la vellutata nel tegame dopo averlo sciacquato

Fate una bella grattugiata di noce moscata secondo gradimento

Mescolate e aggiungete infine un po’  di timo

Vi consiglio di arrostire dei pezzetti di pane

Servite la vellutata in una ciotolina con i pezzetti di pane arrostito e un po’ di prezzemolo

 Se di gradimento, aggiungete altro timo

Buon appetito!

Con questa ricetta partecipo al contest le ricette della carestia (ricetta moderna e/o rivisitata) di Luna Nerazzurra… infatti, per quanto gli eddos siano un tubero abbastanza raro dalle nostre parti, non è certo caro e soprattutto può essere sostituito con la buona, vecchia ed ancora più economica patata!

Print Friendly
[Voti: 11    Media Voto: 4.2/5]

Info per Ricetta Vellutata di eddos (o taro) e pomodorini

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: Colocasia esculenta, eddoes, eddos, latte, noce moscata, orecchie di elefante, pane arrostito, panna, patata dei tropici, pomodorini ciliegini, pomodorini di collina, taro, timo, vellutata

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

2 Commenti

  1. Cla 8 febbraio 2014
  2. Lunanerazzurra 11 marzo 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *