Agrodolce

Ricetta Torta caprese

La torta caprese è un dolce napoletano, originario dell’isola di Capri ed è buonissima ma molto sostanziosa. Gli ingredienti principali sono infatti cioccolato e mandorle senza alcuna aggiunta di farina o lievito. Pur essendo mia mamma napoletana non l’avevo mai assaggiata fino a che Raffaela, cara amica di Facebook residente a Caserta, non mi ha dato la sua ricetta chiesta in giro tra amici e parenti. Per chi volesse sapere com’è al gusto… è un dolce croccante all’esterno ma umido e morbido al suo interno… un po’ come la Torta di Foffo che ho già pubblicato (nella quale non sono però previste le mandorle). Ah, non essendoci farina, è adattissima anche per soggetti celiaci… occhio però allo zucchero a velo che usate perché alcune marche possono contenere piccolissime tracce di glutine!

Ingredienti:

- 200gr di burro morbido
- 250gr di cioccolato fondente
- 200gr di mandorle tritate
- 250gr di zucchero
- 4 uova
- zucchero a velo
- cacao amaro per la scritta
- tortiera apribile

Preparazione:

Pesate le mandorle

Passatele nel mixer in modo da tritarle ma non troppo finemente

Nel frattempo dividete i tuorli dagli albumi e metteteli in una ciotola con lo zucchero

Lavorateli bene con l’aiuto di una frusta elettrica

Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria oppure nel microonde (io ho usato la funzione scongelamento del microonde)

A parte sbattere gli albumi con l’aiuto del mixer

fino a che sono montati a neve ferma

A questo punto aggiungere il burro a pezzetti  alla crema di uova e zucchero

e lavorate bene il composto

Aggiungete il cioccolato fuso

e lavorate il composto

Aggiungete quindi le mandorle sbriciolate

e amalgamatele bene all’impasto

Aggiungete adesso delicatamente gli albumi mescolando dal basso verso l’alto

fino ad avere un composto omogeneo

Foderare lo stampo apribile con la carta da forno

versatevi il composto

Infornate a 140° per circa 50 minuti

Fate raffreddare quindi sformate delicatamente su un piatto da portata

Infine cospargere di zucchero al velo….

Io ho voluto fare la splendida creando una mascherina con la scritta torta caprese

andando poi a posizionare la mascherina (compresi i cerchietti ritagliati delle lettere quali la O, la R, la A e la P) sul dolce

e spolverizzando con del cacao

Ed ecco qua la nostra torta caprese!!!

Ed ecco come appare dentro…

Buon appetito!


Il sommelier Fabio Magnani consiglia:
Da abbinare un moscato nella versione passita o un’albana di Romagna sempre in versione passita. No vini liquorosi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.4/5 (26 votes cast)
Ricetta Torta caprese, 3.4 out of 5 based on 26 ratings
Ricetta scritta da il 07/06/2010
Inserita nelle categorie
Tag: ricetta torta caprese, ricette di cucina con foto, torta al cioccolato senza lievito e farina, torta senza farina, torta tipica di Capri
Primo piano torta caprese
Ed è stata letta: 200.375 volte.
Stampa Stampa Ricetta in pdf con fotoScarica la ricetta

51 Risposte per Ricetta Torta caprese

  1. ALBERTO 8 giugno 2010 @ 00:10

    ” LA CAPRESE ” è un dolce CAMPANO, e ci sono diverse ricette per la sua preparazione, ma, una cosa comune a tutte, è che le mandorle devono essere tostate prima di tritarle. Nella ricetta che avete pubblicata, se non ho letto male, questo passaggio non è indicato.

  2. Dany – Ideericette 8 giugno 2010 @ 00:24

    Ciao Alberto, non capisco la specificazione visto che ho messo la provenienza specifica della ricetta (Isola di Capri)… di conseguenza il dolce è prima di tutto napoletano e poi campano!!!
    Per la ricetta so che la vera ricetta della Torta Caprese è senza farina nè lievito… delle mandorle tostate non lo sapevo e quindi ti ringrazio per l’informazione aggiuntiva!

  3. Pina 8 giugno 2010 @ 22:30

    Ho preso la ricetta e farò questo esperimento ma dall’aspetto si vede già che è buonissima!!!

  4. Anna 12 giugno 2010 @ 15:23

    Sono napoletana, e preparo anch’io la torta caprese aggiungendo al composto mezzo cucchiaino di lievito royal. Inoltre aggiungo alle uova mezzo bicchierino di limoncello. Ovviamente si tratta di profumi che secondo il mio punto di vista sono importanti nella realizzazione ottimale delle ricette. Apprendo anch’io adesso e favorevolmente… di tostare le mandorle. Lo farò senz’altro… sono d’accordo che non c’è la farina negli ingredienti. E, per finire anziche aggiungere il burro in pezzi è meglio, sempre a mio modesto avviso, lavorarlo con una parte dello zucchero e amalgamarlo poi al composto. Buona degustazione!!!!

  5. Dany – Ideericette 13 giugno 2010 @ 23:10

    @ Pina: Grazie della fiducia, facci sapere poi cosa ne pensi!!!

    @ Anna: Grazie dei tuoi consigli sulla ricetta… aggiungo che l’idea del limoncello mi piace molto!

  6. Corso di pasticceria 8 luglio 2010 @ 09:19

    Ottima la torta caprese, sicuramente tra le preferenze in fatto di torte in Italia.

    Anche noi sul nostro blog la proponiamo ed è una delle ricette più visitate. Ci piace, comunque, questa versione e la proveremo appena possibile.

  7. Dany – Ideericette 8 luglio 2010 @ 21:44

    Ciao Copertina (o Francesco?)… :roll:
    Guardando la tua versione della Torta Caprese sul sito ho scoperto che tua mamma è sorrentina e non l’aveva mai fatta… così giustifico meglio anche la mia che, napoletana, non l’aveva mai fatta nemmeno lei!!! :mrgreen:
    La ricetta varia leggermente tra la mia e la tua versione ma… entrambe mi sembrano slurposissime! :lol:
    Vedo inoltre che anche sul vostro sito non mancano le lingue lunghe tra i commenti… benedetta pazienza!! :razz:

  8. Paola 20 agosto 2010 @ 15:00

    …è da tanto che la cercavo, non usando il lievito speriamo non si indurisca…!!! :razz:

  9. Dany – Ideericette 4 settembre 2010 @ 01:08

    @ Paola: in genere sono le torte lievitate che induriscono presto, a contatto con l’aria. Comunque la caprese è un dolce croccante all’esterno ma umido e morbido al suo interno, quindi stai tranquilla, non indurisce facilmente, a meno che tu non la faccia cuocere troppo… mi raccomando, la prova stuzzicadenti!

  10. Mary 21 settembre 2010 @ 17:26

    La devo ancora fare, vi farò sapere come è andata.
    Ne approfftto a farla visto che sono celiaca :!: :!:

  11. Dany – Ideericette 1 ottobre 2010 @ 22:28

    @ Mary: facci sapere come ti è venuta, se ti va!!!

  12. Mikayla 13 ottobre 2010 @ 12:45

    Ho provato la ricetta ma devo aver sbagliato qualcosa perchè ad esser buona è buona…
    ma si sbriciola!!! :(

  13. Renzo1934 15 ottobre 2010 @ 20:38

    Invece a me è venuta bene, confesso che questo dolce non avevo nemmeno mai pensato di fare, ma con “Voi” ormai le tentazioni aumentano, ed il peso!
    Salve Dany…

  14. Dany – Ideericette 16 ottobre 2010 @ 18:46

    @ Mykayla: ad occhio forse si è cotta un po’ troppo e si è seccata… deve rimanere un po’ più cremosa dentro… sopra invece è più croccantina e in effetti tende a sbriciolarsi un pochino… ma la fetta deve rimanere compatta al taglio!
    @ Renzo: prima mi fate i complimenti e poi mi accusate di farvi ingrassare (non sei il solo!)… quasi quasi faccio festa! :razz: Per non ingrassare… puoi concederti pochi sfizi settimanali e magari abbinare a lunghe passeggiate all’aria aperta che fanno tanto bene!

  15. Mikayla 19 ottobre 2010 @ 11:13

    … dentro è morbida e cremosa ma quando taglio le fette non rimane compatta e si fa a pezzettini tanto da non riuscire a servire una fetta intera evitando che si sbricioli…
    … o deve essere così?? :sad:

  16. CristianoBlunotte 23 ottobre 2010 @ 16:26

    Ho provato la tua ricetta ed è venuta buonissima!!!! Grazie 1000: ho fatto una bellissima figura! ;-)

  17. Giuliana 31 ottobre 2010 @ 13:31

    Ma per fare la torta Caprese bisogna metterci il lievito o no? ;-)

  18. Dany – Ideericette 2 novembre 2010 @ 00:56

    @ Mykayla: scusa il ritardo di risposta… no, la fetta deve rimanere compatta!! Strano che ti si sbricioli così tanto se dentro è cremosa… non so, puoi provare ad aumentare la dose di 1 uovo sperando che leghi meglio!! Oppure provare ad aggiungere 2 cucchiaiate di farina!!!
    @ CristianoBlunotte: ne sono felice!
    @ Giuliana: no, niente lievito… non c’è farina!!

  19. Giuliana 2 novembre 2010 @ 12:08

    Ok Grazie mille Dany :)

  20. Emanuele 2 novembre 2010 @ 21:55

    Ma bisogna mettere il lievito :?:

  21. Dany – Ideericette 4 novembre 2010 @ 02:18

    @ Emanuele: come ho detto a Giuliana il lievito non sarebbe previsto, poi ciascuno fa come preferisce e qualcuno lo mette. Esempio? Nel libro di Luciano Pignataro “La cucina napoletana e della campania di mare” la ricetta della Torta Caprese del ristorante Boccaccio di Acciaroli prevede:
    - 250gr di mandorle
    - 225 gr di zucchero
    - 250 gr di cioccolato fondente
    - 5 uova
    - 100 gr di biscotti Oro Saiwa
    - 185 gr di burro
    - 1 bustina di lievito pane degli angeli
    - latte q.b.
    L’unica è provare e poi scegliere la ricetta che più ci aggrada!

  22. Mimmo 4 novembre 2010 @ 21:32

    Per velocizzare il burro lo fondo insieme al cioccolato e le uova le monto insieme senza separare le chiare, il risultato è lo stesso.
    Ci si sbriga prima.

  23. Antonio 8 novembre 2010 @ 17:01

    Il lievito è alquanto superfluo, lascia troppo residuo sapido e non serve più di tanto visto che mancando la farina mancano gli amidi di struttura quindi il dolce non prende l’alveolatura. In questo senso è invece essenziale lavorare bene l’uovo montato e badare attentamente a non smontarlo quando viene incorporato…
    Per quanto riguarda l’aroma limone io personalmente prediligo la buccia di limone di sorrento grattugiata e semicandita, una specie di marmellata/gelatina preparata in casa molto molto aromatica e che apporta meno acqua all’impasto rispetto al liquore.

  24. Dany – Ideericette 8 novembre 2010 @ 23:52

    @ Mimmo: grazie del consiglio!
    @ Antonio: grazie della spiegazione professionale… e degli ottimi consigli!!!

  25. Barbara 23 dicembre 2010 @ 00:47

    Complimenti per il sito!!!!
    Ho provato la ricetta, gran successo con gli invitati ma ho avuto un problema: durante la cottura il burro usciva dallo stampo apribile.
    E’ normale?
    Grazie mille

  26. Dany – Ideericette 31 dicembre 2010 @ 01:26

    @ Barbara: la cosa mi lascia un po’ perplessa visto che in tanti anni non mi è mai successa una cosa del genere… solo una volta, ma avevo lo stampo che non era chiuso bene… :-(
    Sei certa che lo stampo fosse chiuso bene o che non abbia ammaccature che possano aver compromesso la sua tenuta “stagna”?
    E comunque mettendo la carta da forno come ho fatto io (il foglio orizzontale lo taglio da sotto una volta chiuso lo stampo) è difficile possa succedere!!!

  27. Barbara 2 gennaio 2011 @ 16:29

    Grazie Dany!
    Anche a me sembrava strano, e infatti avevo messo il foglio orizzontale proprio tagliandolo una volta chiuso lo stampo.
    Sai cosa? vista la bontà di questa torta la rifaccio così vedo se risuccede.
    Grazie mille!
    Ciao

  28. Dany – Ideericette 3 gennaio 2011 @ 01:47

    @ Barbara: mi sembra un’ottima idea quella di riprovare a farla… :-) omai mi hai messo curiosità… fammi sapere poi, ok!?!
    In alternativa puoi usare la ricetta tratta dal libro di Pignataro che ho postato poco sopra nei commenti!!!

  29. @Dany
    Perdona il ritardo della risposta, ma solo ora ho visto quanto tu hai scritto in relazione al nostro commento.

    La mamma di Copertina75 (il nick di Mariangela) in effetti cucina molte cose delle loro zone, ma non faceva mai questa torta.

    Per inciso è ottima, anche se a volte è veramente difficile comprendere quale sia la versione vera e originale. Alla fine questa probabilmente neppure esiste, ma alla fine fa niente. L’importante è che ognuno sia contento di quella che fa :)

  30. Dany – Ideericette 5 gennaio 2011 @ 01:18

    @ Fradefra: nessun problema per il ritardo di risposta, figurati!
    Concordo con te, ciascuno è sempre convinto di essere il depositario della ricetta originale di una certa pietanza e spesso questa fantomatica ricetta originale nemmeno esiste… nel caso di ricette contadine soprattutto, sono certa che i contadini usassero quello che offriva la terra senza farsi troppi problemi di principio…
    Come te credo che l’importante sia essere contenti e… metterci tanto amore e passione… :razz:

  31. Barbara 7 gennaio 2011 @ 15:28

    Come promesso ho rifatto la torta caprese! Il burro non è più uscito dallo stampo apribile… chissà cosa avevo combinato la volta prima ;o)
    Ah, è venuta buonissima!!!!!
    Grazie
    Ciao

  32. Dany – Ideericette 9 gennaio 2011 @ 21:49

    @ Barbara: e vaiiiiiiiiiiii!!! Sono contenta, l’importante è aver verificato e risolto!!! Ancora buone torte con lo stampo apribile… :mrgreen:

  33. Maria 16 febbraio 2011 @ 10:48

    Per quanto riguarda la torta caprese suggerisco di sostituire le mandorle con gli amaretti tritati :smile:

  34. Clementina 25 febbraio 2011 @ 13:51

    Ho trovato per caso questa ricetta e oggi la proverò!!! Speriamo bene.
    In genere sono una frana… ho paura inoltre per il forno che in genere mi rovina sempre tutto! :(

  35. Clementina 28 febbraio 2011 @ 16:06

    Ciao! ho provato a farla, il sapore era ottimo e anche l’interno era perfetto, peccato che al momento di tagliarla si è sbriciolata tutta, si doveva per forza mangiare col cucchiaino :(
    Cosa ho sbagliato???

  36. Lia 13 marzo 2011 @ 17:00

    Il caffèèè… ci vuole il caffè per non far sentire l’odore delle uova.

  37. Dany – Ideericette 17 aprile 2011 @ 00:19

    @ Maria: grazie del consiglio… ma non significa stravolgere una ricetta “classica” e ben difesa dai capresi?
    @ Clementina: forse doveva cuocersi un po’ meno…
    @ Lia: il caffè nell’impasto?

  38. Silvia 12 gennaio 2012 @ 23:10

    Ottima la caprese… è una delle mie torte preferite!! :)
    A presto! Un abbraccio.

  39. Francy 1 febbraio 2012 @ 12:09

    Buon giorno, ho seguito questa ricetta per fare la caprese come una volta, non è venuta per niente male… ;-)

    Grazie 1000

  40. Dany – Ideericette 1 febbraio 2012 @ 14:10

    @Silvia: in effetti la caprese ha un sapore godurioso!
    @ Francy: facci sapere le tue variazioni se decidi di perfezionare la ricetta! ;-)

  41. ILIR 14 febbraio 2012 @ 20:38

    L’ho fatto oggi la torta e ho seguito i passi secondo la ricetta qui sopra, ma alla fine dopo averlo raffreddata ho visto che era rimasta un po morbida quasi come l’impasto alla fine di preparazione. Eppure l’ho lasciato per tutto il tempo indicato.
    Mah forse ho sbagliato qualcosa ma penso di no.
    Riprovo a rimetterlo di nuovo in forno, comunque una deliziosa ricetta.
    Grazie… :razz:

  42. Rosa 25 marzo 2012 @ 18:02

    ;-) L’ho fatta per la seconda volta in questa settimana, è molto buona.

  43. Daniela 28 marzo 2012 @ 15:50

    ;-) E la seconda volta che la preparo! E’ fantastica!!!!!!

  44. Sara 29 giugno 2012 @ 15:53

    ;-) ;-) ;-) Vorrei sapere per quante persone è questa ricetta e quando grande devo prendere la teglia!!! Grazie. :mrgreen: :mrgreen:

  45. Mario 11 settembre 2012 @ 17:06

    Per fare una caprese ci vogliono due giorni di preparazione, questa ricetta è una caprese pezzottata.

  46. Pippo 5 ottobre 2012 @ 19:53

    Caro Mario, perché non ci fai sapere il segreto dei due giorni di preparazione ?

  47. Carlo 24 ottobre 2012 @ 17:26

    In forno a 140° per 50 minuti non si é cotta. Non é che si tratta di un errore?
    Grazie
    Carlo

  48. Dany – Ideericette 26 ottobre 2012 @ 10:30

    @Carlo: nessun errore, questi tempi sono i tempi corretti ma per il mio forno, ciascuno conosce o dovrebbe conoscere il suo forno adeguando la cottura… il mio vecchio forno a 140° cuoceva come il mio nuovo a 180°! Comunque non essendo un dolce lievitato, ti basta tenerlo in forno finchè non si è cotto e asciugato! ;-)

  49. Barbara 6 novembre 2012 @ 13:06

    Volendo creare delle mini capresi monoporzioni quanto diminuisce il tempo di cottura?

  50. parboiled 13 aprile 2013 @ 23:55

    La caprese è una torta dalle origini umili, legata all’ambiente marinaro e al gusto partenopeo. Due cose mancano a questa ricetta: una tazzina di caffè macinato per moka e un bicchierino di rum. Buona degustazione!
    Se poi volessimo evitare lo stucchevole zucchero a velo suggerirei del cocco tritato. Caffè, cocco e rum. Accoppiateli al cioccolato e alle mandorle e immaginate il gusto che ne vien fuori. Saluti.

  51. Giunela 4 ottobre 2013 @ 13:08

    La preparo domani per il marito, è il suo compleanno e viene il figlio a pranzo (evento raro). Grazie.

Lascia un commento

*

Torna su