Questo sito contribuisce
alla audience di

Ricetta Spaghetti con cozze, olive e capperi

Particolare spaghetti con cozze capperi e olive
Spaghetti con cozze capperi e olive

Gli spaghetti con cozze, olive e capperi… una ricetta semplice, un piatto ottimo se le cozze sono freschissime… in questo caso il valore aggiunto alla ricetta è dato dal fatto che abbiamo scolato gli spaghetti al dente e li abbiamo fatti finire di cuocere per qualche minuto in padella con le cozze e la loro acqua di cottura fino a farla ritirare. Gli spaghetti assorbiranno tutto il sapore del mare! Ricordatevi di non aggiungere sale sia in padella che nell’acqua di cottura degli spaghetti perché le olive in salamoia delle olive (che contiene sale) e i capperi sotto sale in cottura tirano fuori la loro sapidità che sarà assorbita dagli spaghetti se li lasciate finire di cuocere in padella con le cozze.

Ingredienti per 3 persone:
– 300 gr di spaghetti (o bucatini, secondo preferenza)
– 500 gr di cozze
– una decina di pomodorini
– una manciata di olive nere (noi di Gaeta)
– una manciata di capperi sotto sale
– prezzemolo
– olio extravergine d’oliva (io olio extravergine di oliva biologico)
– peperoncino

Preparazione:

Per prima cosa lavate le cozze sotto acqua corrente fredda, raschiando il guscio con un coltellino (se non sono già pulite).

Cozza che viene raschiata

Trasferitele quindi in una bacinella con acqua fredda in modo che si depositi eventuale sabbia

Cozze in acqua fredda

Nel frattempo preparate gli altri ingredienti: capperi sciacquati bene sotto acqua corrente, olive denocciolate, aglio e peperoncino tritati

Ingredienti

In una padella mettete un cucchiaio di olio e fate soffriggere l’aglio e il peperoncino a pezzetti

Aglio e peperoncino a pezzetti a soffriggere

Aggiungete poi le olive denocciolate e tagliate a pezzetti e i capperi sotto sale sciaquati bene sotto acqua corrente

Aggiunta olive e capperi

 Dopo pochi minuti aggiungete il pomodoro (a pezzetti o passato, secondo preferenza)

Aggiunta pomodorini in padella con olive e capperi

Fate cuocere coperto per una decina di minuti

Pomodoro cotto con olive e capperi

A fine cottura aggiungete le cozze

Aggiunta cozze in padella

Alzate la fiamma e, a pentola coperta, fate aprire le cozze e insaporire il sugo

Cozze aperte in padella

Quando sono aperte togliete buona parte delle cozze dalle loro valve rimettendole in padella

Cozze senza valve in padella

Nel frattempo cuocete gli spaghetti in abbondante acqua senza sale o comunque mettendone pochissimo, soprattutto se pensate di portare a cottura la pasta in padella per farla insaporire con il condimento. Scolateli molto al dente e metteteli in padella tenendo le cozze con le valve in caldo da una parte

Aggiunta spaghetti in padella con cozze, olive e capperi

Portate a cottura gli spaghetti in padella, mescolando a fiamma vivace per far ritirare l’acqua di cottura delle cozze e insaporire gli spaghetti; se fosse necessaria altra acqua per portare a cottura gli spaghetti senza che si attacchino aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta

Spaghetti in cottura in padella

Quando il liquido di cottura sarà ritirato aggiungete un po’ di olio extravergine d’oliva

Aggiunta olio extravergine d'oliva Gentili

E infine un po’ di prezzemolo tritato

Aggiunta prezzemolo tritato

Impiattate e servite guarnendo con del prezzemolo tritato e le cozze con il loro “guscio”

Spaghetti con cozze olive e capperi

 Buon appetito!

Primo piano spaghetti con cozze olive e capperi

Io ho servito nei piatti di Le Ceramiche.net con bicchieri e posate Villa D’Este Home Tivoli

 Particolare spaghetti con cozze olive e capperi

Print Friendly
[Voti: 32    Media Voto: 3.5/5]

Info per Ricetta Spaghetti con cozze, olive e capperi

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: bucatini, capperi, cozze, frantoio Gentili, Le ceramiche.net, olio Gentili, olive, olive nere, ricetta con foto, spaghetti, Villa d'Este Home Tivoli

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

Un commento

  1. Crysty 12 luglio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *