Questo sito contribuisce
alla audience di

Ricetta spaghetti aglio olio e peperoncino con bottarga e ciliegino semisecco Agromonte

Ecco come trasformare una ricetta semplice semplice e velocissima  in un piatto ancor più saporito e particolare con poche aggiunte che non incidono sui tempi di preparazione… provare per credere! Pur non amando l’origano, in questo caso, vista la presenza dei pomodorini ciliegini semisecchi,  ci stava proprio bene e… mi sono pulita il piatto con il pane!!

Dosi per 1 persona:

– 100 gr di spaghetti
– 2 agli
– 1 peperoncino
– origano
– sale
– olio
– bottarga (tonno o muggine)
– una decina di pomodorini ciliegini semisecchi Agromonte
– basilico per guarnire

Preparazione:


Mettete a cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. Qualche minuto prima di scolare gli spaghetti, fate scaldare l’olio in una padella e, quando è caldo, aggiungete l’aglio sbucciato e tagliato in due parti, il peperoncino ed i pomodorini ciliegini semisecchi tagliati a pezzetti

Quando inizia a soffriggere aggiungete anche l’origano

Quando aglio, olio, peperoncino ed origano sono ben soffritti (ma non bruciati) spengete il fuoco

Scolate gli spaghetti al dente, rimetteteli in padella e versate sopra l’aglio, l’olio ed il peperoncino soffritti ancora caldi


Mescolate bene per far insaporire

Impiattate gli spaghetti

Spolverizzate con un altro pizzico di origano e la bottarga grattugiata

Guarnite il piatto con un ciuffo di basilico e servite!

Buon appetito!

Print Friendly
[Voti: 15    Media Voto: 3.7/5]

Info per Ricetta spaghetti aglio olio e peperoncino con bottarga e ciliegino semisecco Agromonte

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: Agromonte, ricette con bottarga, ricette con ciliegini semisecchi Agromonte, ricette di cucina con foto, Ricette veloci, spaghetti aglio olio e peperoncino con bottarga

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

3 Commenti

  1. Fabiana 15 marzo 2011
  2. Dany - Ideericette 18 agosto 2010
  3. Nadia 17 agosto 2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *