Questo sito contribuisce
alla audience di

Ricetta Risotto alla barbabietola rossa e caprino di San Valentino

Primo piano Risotto rapa rossa e caprino di San Valentino

Risotto rapa rossa e caprino di San Valentino

Questo risotto con la barbabietola rossa (o rapa rossa) e formaggio caprino è la mia proposta per San Valentino. La rapa rossa non è proprio uno dei miei tuberi preferiti per via di quel suo sapore dolcino… ma fa molto bene (contiene fibre, vitamine, ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio) e soprattutto è rossa… elemento che non guasta affatto il giorno di San Valentino! Così approfittando dello stampo estensibile a forma di cuore ho pensato di fare un risotto rosa/rosso da mangiare insieme al partner, ciascuno la sua metà di cuore! Ho aggiunto 2 cucchiai di formaggio caprino per mantecare in modo da togliere un po’ della dolcezza che non tollero e… ho ottenuto un risotto decisamente gradevole! E per dare un tocco di valore… qualche briciola d’oro alimentare!

Ingredienti per 2 persone:

– 180 gr. di riso
– 1 rapa rossa
– 2 cucchiai di Delicapra Camoscio d’Oro
– sale
– 1/4 di cipolla piccola
– briciole d’oro alimentare
– Stampo estensibile cuore I genietti

Preparazione:

Prendete la barbabietola

Barbabietola rossa

Togliete la buccia e tagliatela a pezzetti

Barbabietola a pezzetti

Mettetela a lessare in una pentola piena d’acqua salata per almeno 10/15 minuti

Barbabietola a lessare

Nel frattempo in una padella con poco olio mettete a soffriggere la cipolla a pezzetti

Cipolla a soffriggere

Aggiungete un filo di acqua per far finire di appassire la cipolla senza bruciare

Cipolla ad appassire

Aggiungere il riso

Aggiunta riso

e fatelo tostare qualche minuto

Riso tostato

Scolate metà della barbabietola a pezzetti

Barbabietola che viene scolata

Aggiungetela in padella

Aggiunta barbabietola in padella

iniziate ad aggiungere un paio di ramaioli dell’acqua di cottura della barbabietola

Aggiunta acqua cottura barbabietola

Proseguite la cottura mescolando di tanto in tanto e aggiungendo l’acqua di cottura della barbabietola via via che si ritira

Risotto alla barbabietola in cottura

Quando il riso è quasi cotto lasciate ritirare il brodo della barbabietola schiacciando un po’ la barbabietola a pezzetti con una forchetta, se di gradimento

Risotto alla barbabietola a fine cottura

Frullate la rimanente barbabietola con un po’ di acqua di cottura e aggiungetela in padella

Aggiunta barbabietola frullata in padella

Mescolate bene per ottenere un bel risotto rosso

Risotto alla barbabietola rossa in padella

Prendete il formaggio caprino.. io ho usato il Delicapra Camoscio D’oro

Aggiunta delicapra camoscio d'oro

Aggiungere 2 cucchiai in padella con il risotto alla barbabietola

Aggiunta caprino in padella

Amalgamate il formaggio e lasciate riposare il risotto

Risotto alla barbabietola rossa e caprino in padella

Prendete un piatto piano (il mio non era proprio piano) e posizionate lo stampo a forma di cuore, utilizzando la misura più piccola

Stampo estensibile cuore I Genietti

Riempite lo stampo con il risotto pressandolo un po’

Stampo a cuore riempito con risotto alla barbabietola

Mettete sopra qualche quenelle di caprino e qualche briciola d’oro… sfilate lo stampo e servite!

Risotto alla barbabietola rossa e caprino di San Valentino

Non è carino?

Primo piano risotto barbabietola e caprino di San Valentino

Se poi è lui a prepararlo a lei… un regalo importante come in foto ci sta bene!

Particolare risotto alla barbabietola rossa e caprino di San Valentino

Io mi sono permessa di servirlo con cucchiaino e forchettina a tema!

Particolare Risotto rapa rossa e caprino di San Valentino

Print Friendly
[Voti: 3    Media Voto: 3.7/5]

Info per Ricetta Risotto alla barbabietola rossa e caprino di San Valentino

Ricetta scritta da il
Tempo totale: minuti
Persone: 2
Inserita nelle categorie
Tag: barbabietola, barbabietola rossa, Camoscio d'Oro, Delicapra, I genietti, IPAC, rapa rossa, ricette di cucina con foto, ricette di San Valentino, risotto

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

3 Commenti

  1. Roberto 21 dicembre 2014
  2. Laura De Vincentis 18 febbraio 2014
  3. Damiana 18 febbraio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *