Agrodolce

Ricetta Migliaccio (torta di semolino) napoletano

La ricetta della torta di semolino, nota come migliaccio, è la ricetta che, come da tradizione, si fa il martedì grasso a Napoli… ed in effetti io l’ho fatta martedì solo che non ho avuto tempo di metterla prima quindi.. la posto adesso, in ritardo di quasi una settimana!!! Comunque è un dolce semplice da preparare, buono per ogni occasione ed anche molto economico!! L’importante è avere una buona ricotta… io l’ho fatta portare freschissima da mia mamma insieme alla mozzarella domenica scorsa al ritorno da Napoli! ;-)

Ingredienti:
– 250 gr di semolino
– 1 lt di latte
– 1 bustina di vaniglia
– un pezzetto di burro
– 6 uova intere
– 200 gr di zucchero
– 400 gr di ricotta
– buccia di limone
– buccia di arancia
– buccia di limone grattugiata
– un pizzico di sale

Preparazione:

Versate il latte in una pentola capiente

Aggiungere il semolino a pioggia nel latte freddo

Mescolate bene con una frusta da cucina

quindi mettete sul fuoco aggiungendo buccia di arancia e limone e un pizzico di sale

Portate a cottura mescolando sempre con la frusta per non far attaccare;  quando inizia ad addensare parecchio eliminare le bucce di arance e limone

e fate finire di ritirare fino ad ottenere un composto omogeneo e sodo

Fate intiepidire quindi aggiungete un pezzetto di burro

fate sciogliere il burro e fate raffreddare

Nel frattempo preparate la ricotta e una ciotola capiente

Setacciate la ricotta e aggiungete la vaniglia e le uova

Lavorate bene le uova con la ricotta, quindi aggiungete lo zucchero

Lavorate insieme uova, ricotta e zucchero quindi aggiungete la buccia del limone grattugiata

Quindi mescolate bene aiutandovi con il mixer

A questo punto aggiungete il semolino ormai raffreddato

E amalgamate bene fino ad ottenere un composto omogeneo

A questo punto imburrate una teglia

Versate il composto e livellatelo

Mettete a cuocere in forno caldo e toglietelo non appena la superficie avrà preso un colorito dorato

Lasciate raffreddare, quindi sformate su un piatto

e cospargete di zucchero a velo

Affettate il migliaccio e servitelo

Buon appetito!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.2/5 (116 votes cast)
Ricetta Migliaccio (torta di semolino) napoletano, 4.2 out of 5 based on 116 ratings
Ricetta scritta da il 23/02/2010
Inserita nelle categorie
Tag: ricetta migliaccio con foto passo passo, ricetta migliaccio napoletano, ricetta torta di semolino, ricette con dolcificante, ricette dolci di carnevale, ricette per martedì grasso
Particolare fetta di migliaccio
Ed è stata letta: 383.743 volte.
Stampa Stampa Ricetta in pdf con fotoScarica la ricetta

64 Risposte per Ricetta Migliaccio (torta di semolino) napoletano

  1. Mabel 23 febbraio 2010 @ 23:20

    :cry: Che meraviglia!!!
    :roll: dovrò aspettare Pasqua!!!
    Siamo in quaresima!!!

  2. Imma 25 febbraio 2010 @ 01:14

    La cucina è il mio hobby, adoro provare di tutto, molto buono ciò che vedo nel sito.

  3. Dany – Ideericette 26 febbraio 2010 @ 10:33

    @Mabel: …dai, sopraviveremo!!! :roll:
    @Imma: grazie dei complimenti… :mrgreen:

  4. Imma 26 febbraio 2010 @ 12:24

    Buonissima! Mia mamma lo faceva sempre. Oggi la farò anch’io! E’ una favola, e da buona napoletana adoro queste ricette! Ciao a tutti!

  5. StefaniaA 21 marzo 2010 @ 16:29

    Dany, questa e’ la ricetta che mi pare la più completa di tutte, grazie anche per le foto, la provero’ al piu’ presto.

    StefaniaA

  6. Dany- Ideericette 26 marzo 2010 @ 01:07

    @ Imma:
    Imma, queste sono ricette che si tramandano di madre in figlia… hanno una loro storia familiare!
    @ Stefania:
    Io tengo molto a questa ricetta, non so se è la più completa… ma di certo è molto sentita! Fammi sapere cosa te ne pare, quando la provi! Kiss!

  7. Imma 26 marzo 2010 @ 10:51

    Buonissimaaaaaaaaaa la farò la settimana prossima.

  8. Oana 13 aprile 2010 @ 22:01

    Buonissima… ragazze come si fa a dimagrire 2,3 kg velocemente?

  9. Monica 19 aprile 2010 @ 06:10

    Oggi l’ho fatta, e’ venuta buonissima :twisted: complimenti davvero!

  10. Giulia 19 aprile 2010 @ 20:59

    Leggo e rileggo la ricetta, non ho ancora il coraggio di farla, leggendo però questi commenti mi hanno convinta a provarla presto.Vi farò sapere come viene un saluto a tutte.

  11. Sara 7 settembre 2010 @ 14:18

    Cercavo la ricetta del migliaccio perché l’ho fatta con mia suocera napoletana e vorrei rifarla.
    La tua mi sembra molto simile, complimenti anche per foto e spiegazione per imbranate come me, ma ho una domanda: quanto deve cuocere ed a che gradazione circa?
    Mia suocera mi ha risposto : non mi ricordo a quanti gradi, e quando è cotta la vedi.
    Malignamente penso che non voglia darmi la ricetta completa, qualcuno di voi che l’ha fatta saprebbe aiutarmi?

  12. Dany – Ideericette 9 settembre 2010 @ 21:09

    @ Sara: ti aiuto volentieri! Mia madre è napoletana ed è per questo che la ricetta è simile a quella di tua suocera. Io in genere metto sempre il forno a 130°-140° (è un po’ vecchiotto, metto sempre una temperatura più bassa per più tempo)… il tempo di cottura… almeno una mezz’oretta (dai 30 ai 45-50 minuti a seconda della tipologia di forno e della temperatura cui lo metti)… ma davvero ha ragione tua suocera, si va ad occhio!
    In bocca al lupo e.. fammi sapere!!!

  13. Geppy Torino 28 ottobre 2010 @ 22:33

    :???: La proverò domani alla faccia della dieta, mi ha ispirato e ci provo!

  14. Dany – Ideericette 4 novembre 2010 @ 01:51

    Grazie a tutte per i commenti positivi!
    @ Imma, Giulia, Geppy: fatemi sapere se vi è piaciuta ed eventualmente che modifiche avete apportato!!!

  15. Sara 5 novembre 2010 @ 21:24

    Cara Dany,
    grazie di cuore per il tuo sostegno ed apporto morale e fotografico.
    Complimenti a voi tutte che riuscite a mettere le vostre meraviglie su internet.
    Scusa il ritardo, della risposta.
    Ce l’ho fatta :) Ho fatto cuocere il migliaccio a 180° per 35 min. è uscito perfetto, (secondo il mio modesto parere di svizzera, quindi non nata con il mestolo in mano) ancora morbido dentro, ma cotto, responso del marito “mmhm, sì è riuscita, mmhm, brava”, per cui, visto che questo è già il massimo dei complimenti che riesce a fare, sono entusiasta.
    Grazie ancora e complimenti.

  16. Dany – Ideericette 9 novembre 2010 @ 00:57

    @ Sara: anche io spesso rispondo in ritardo, non preoccuparti! :-)
    Sono contenta che il risultato sia stato quello che desideravi e che anche il marito, a modo suo, abbia apprezzato!!! Che dire… buon proseguimento e buone ricette!!!

  17. Raffaele 19 febbraio 2011 @ 15:48

    Ciao Dany… giusto? mi hai fatto ricordare la mia infanzia! Quando mia madre faceva questo dolce a differenza dalla tua ricetta! Mia madre aggiungeva il cedro candito alla fine della preparazione! Che non da tutti è gradito e mentre ti scrivo questo messaggio ho infornato il migliaccio, aggiungendo alla tua ricetta una tazzina di limoncello!
    Non so, poi ti dirò.
    Poi volevo dirti, nella foto n. 17 partendo dall’alto, vedo dei pezzi di burro che io non convinto non ho messo!!! Poi l’ho infornata a 150 gradi!
    Ho sbagliato? Dove ho sbagliato?
    Ciao grazie Dany

  18. Marro Alberto 25 febbraio 2011 @ 13:31

    Ottimo.

  19. andreuccio 26 febbraio 2011 @ 17:30

    Bene, complimenti! Finalmente faremo anche noi il migliaccio!!!!!!!
    Sarà buonissimo, ottimo… da vero napoletano! Grazie a voi per la ricetta!!
    :lol:

  20. Monica Starace 3 marzo 2011 @ 15:40

    :lol: Complimenti per la spiegazione e per le foto, un altro consiglio, la teglia dopo averla imburrata può essere cosparsa di zucchero, quando la si sforna avrà una bella crosticina…

  21. ilmioniknamenonloso 5 marzo 2011 @ 13:39

    :twisted: ero stata messa in punizione non potevo più usare internet…
    ma poi mia mamma mi chiese ti trovare in internet la ricetta del migliaccio!!!! :shock: meno male ! adesso posso riutilizarlo :cool:

  22. Nunzia 5 marzo 2011 @ 15:21

    Grazie ;-)
    Complimenti per la bella spiegazione e le illustrazioni… era da tempo che cercavo la ricetta del migliaccio, qua da buoni napoletani mi dicevano “si fa tutto à occhio così così così” ed io non capivo un tubo. Finalmente ora la posso fare anche io grazie ancora ciao. :razz:

  23. Caterina 5 marzo 2011 @ 19:31

    Il migliaccio è la ricetta più buona! :mrgreen:
    Chi ha creato questa ricetta è proprio un grande.
    Ciao a tutti.
    Caterina

  24. Raffaele Vigliotti 6 marzo 2011 @ 10:16

    Grazie per la ricetta del migliaccio :razz:

  25. Patrizia 6 marzo 2011 @ 15:43

    :razz: Grazie per la minuziosa spiegazione, ho eseguito alla lettera.
    Risultato? MAGNIFICO!

  26. Maria 6 marzo 2011 @ 16:46

    Buonissimo il migliaccio e un dolce che amo in assoluto, ho preso la ricetta la farò domani. Grazieee

  27. Napoletana doc 7 marzo 2011 @ 00:21

    ;-) Io sono napoletana ma vivo al nord da tempo ma il migliaccio non mi manca mai… Io al posto delle bucce di limone aracio ecc… metto direttamente una fiala di mille fiori che impazzisco per il suo odore… ma la ricetta e idem si vede che siamo del sud…
    Viva NAPOLI… :razz:

  28. Napoliforever 7 marzo 2011 @ 20:06

    Ho provato la tua ricetta, è venuto buonissimooo.
    Grazie. ;-) :| :razz:

  29. Dany – Ideericette 17 aprile 2011 @ 01:00

    @ Raffale: infatti io e mia madre non amiamo i canditi! per il burro hai fatto bene a seguire il tuo istinto… non credo tu abbia sbagliato niente, com’è venuto?
    @ Grazie a tutti per visita, commento e consigli.. w il migliaccio!

  30. Antonio 28 maggio 2011 @ 22:31

    :smile: Ragazzi che squisitezza, mi ricordo quando lo cucinava mia nonna se ci penso sento ancora quel meraviglioso profumo. Siamo unici. Un saluto a tutti viva napoli. :mrgreen:

  31. Maria 29 maggio 2011 @ 22:56

    Ciao finalmente una ricetta del migliaccio napoletano, un grande grazie per averla pubblicata. :lol: :lol:

  32. Maria 30 maggio 2011 @ 00:41

    Ciao posso chiederti se il migliaccio si puo’ fare con il riso visto che mi hanno tolto il gludine grazie mi saresti di grande aiuto :razz: :!:

  33. Vale 16 ottobre 2011 @ 16:12

    Ciao Dany che tipo di ricotta usi? Vaccina o di pecora? Grazie.

  34. Dany – Ideericette 17 ottobre 2011 @ 08:38

    @Antonio: sono contenta che la mia ricetta ti ricordi i sapori ed i profumi della tua infanzia!
    @Maria: sì, io credo che esista proprio un semolino di riso venduto nei negozi specializzati che deriva da una macinazione più grossolana del riso!
    @ Vale: in genere uso ricotta vaccina… comunque che sia fatta con latte di pecora o di vacca l’importante è che sia di buona qualità!

  35. Pina 9 gennaio 2012 @ 22:37

    Fatto stasera, una delizia mediterranea.

  36. Giusy 15 gennaio 2012 @ 19:30

    Buono il migliaccio anche se si fa nel periodo di carnevale mia mamma lo faceva sempre e a distanza di molti anni anche a mia figlia gli piace c’è anche da dire che la cucina napoletana e molto buona sono fiera di essere nata a Napoli…

  37. Svedesa 30 gennaio 2012 @ 19:50

    Per Oana: vai da un dietista.

  38. Ciro 4 febbraio 2012 @ 14:48

    Buonissimo… grazie per la ricetta, è venuto speciale soprattutto perche’ come te anche io ho cotto il semolino nelle pentole dell’AMC.

  39. Tina 75 11 febbraio 2012 @ 16:15

    Buonissimo ragazze, anch’io sto aspettando che si cuocia il mio migliaccio… vi farò sapere!!

  40. Marika 11 febbraio 2012 @ 17:45

    Come è buona ;-) :razz: :lol: :cool:

  41. Gabriella 14 febbraio 2012 @ 12:01

    Ha il sapore della primavera!!! semplicemente speciale!!

  42. iris 17 febbraio 2012 @ 14:38

    Complimenti! spiegazione semplice e facile da fare! ne cercavo proprio una con la dose per la ricotta di solito faccio a occhio. Inoltre uso una variante invece che il semolino uso la polenta gialla (tipo molino di ferro) perchè mio marito è celiaco e va matto per il migliaccio, vi assicuro che è buonissimo e aggiungo la polenta a pioggia quando il latte bolle. ;-)

  43. Renato 18 febbraio 2012 @ 10:55

    Mi preparo a compiere questa opera d’arte.

  44. Marica Carillo 18 febbraio 2012 @ 14:25

    E’ fantastica!!! :grin: Grazie questa ricetta napoletana ci ha fatto riscoprire i sapori dei nostri nonni :)

  45. Elena 18 febbraio 2012 @ 17:59

    Migliaccio in forno ;-) grazie grazie 1000!!!

  46. Sara 19 febbraio 2012 @ 15:28

    E dopo un anno rieccomi a controllare la ricetta controllando la tua, e vedo che i commenti aumentano.
    Buon migliaccio a tutti ;-)

  47. Carmen 20 febbraio 2012 @ 13:05

    Buonissima è dir poco… ;-) ;-) stasera anche io la farò utilizzando la tradizione della mia mammina… e preparo anche la lasagna… così domani si festeggia il Carnevale come Dio comanda! ;-)

  48. Giuliana 24 febbraio 2012 @ 23:26

    :lol: Buonissima, domani la faccio anch’io.

  49. Nann 25 febbraio 2012 @ 17:20

    Economico? 6 uova, 1 lt di latte, ricotta :shock: …..
    Ma Buonissima siii
    Grazie
    :lol:

  50. Gianluca 1 marzo 2012 @ 15:33

    Complimenti, bella ricetta… grazie!

  51. Barbara 19 marzo 2012 @ 13:20

    Complimenti per le ricette… illustrazioni stupende!!!!

  52. M. Migliaccio 5 maggio 2012 @ 05:13

    è fantastico, grazie per le ricetta :lol: :lol:
    Domani lo faccio anch’io.

  53. Filomeno 18 maggio 2012 @ 18:43

    :idea: Lo porterò ad una festa. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :arrow: è stato buonissimissimoooooooooooo

  54. L’angelo Azzurro 6 giugno 2012 @ 21:43

    Bene …. ci sono degli accorgimenti nelle dosi…. per ogni 1/2 kg. di ricotta ci vogliono 1/2 lt. di latte; 1/2 kg. di zucchero; 150 gr. di semolino; 8 uova intere; e 50gr. di burro.
    la preparazione è la stessa.
    La cottura al forno è di 180 gradi per 1 ora circa…. a metà del forno…. tirarla fuori e non farla asciugare nel forno. ;-)
    è buonissima.
    Ciao :!:

  55. Ninfa 21 giugno 2012 @ 11:54

    Dany… che grandezza deve avere la teglia per farlo venire bello alto come il tuo? :razz:

  56. Tina Joris 29 giugno 2012 @ 18:54

    Ottimo! Ho aggiunto una manciatina di pinoli ed uvetta perchè ne sono molto golosa

  57. Serena 7 dicembre 2012 @ 15:13

    Buonissimo e facilissimo da fare!!! Grazie :-)

  58. Patrizia 20 gennaio 2013 @ 10:18

    Ho preso la ricetta forse oggi la farò e facile da fare spero che sia buona e un dolce da poter fare piu spesso durante tutto l’anno e molto nutriente.
    Anche per i bimbi è ottimo.

  59. Almano 7 marzo 2013 @ 09:56

    Ciao, si possono usare meno di 6 uova? Tipo solo 3, altrimenti diventa veramente troppo “nutriente”, soprattutto nella nostra famiglia, sempre in dieta!!! :-) Grazie!!

  60. Enzo73 7 marzo 2013 @ 21:54

    Cioa mi sai dire la teglia du che diamoetro deve essere? Al posto delle buccie di arancia e limone io ci metto l’essenza, va bene lo stesso?
    Grazie

  61. Inco 12 marzo 2013 @ 21:12

    Non vedo l’ora di mangiare una fetta di questo squisito dolce.
    Non lo conoscevo affatto, ho già comprato il semolino, volevo appunto farlo in questi giorni.
    La tua ricetta è perfetta per cui me la segno.
    Grazie mille e buona serata.
    Incoronata

  62. Lucio77 8 febbraio 2014 @ 19:20

    Il lievito non va messo??
    Grazie

  63. Libera 7 marzo 2014 @ 19:49

    Speriamo bene… ho frullato le bucce tolte dal semolino e le ho aggiunte insieme al limoncello.

  64. Fede 26 marzo 2014 @ 11:40

    L’ho fatta ed è stata un vero successo. Grazie mille per la ricetta :)

Lascia un commento

*

Torna su