Agrodolce

Ricetta Limoncello di casa mia

Adoro il limoncello fatto in casa… la ricetta del limoncello a casa mia ce l’abbiamo stampata nel DNA.. ma lo facciamo solo quando abbiamo dei limoni davvero buoni e soprattutto quando siamo sicure che i limoni siano davvero non trattati con antiparassitari nè fertilizzati in modo chimico!
Premesso questo… quando sono andata a Napoli dai parenti a Natale, c’erano ancora le piante  di limoni del mio nonno cariche di limoni non trattati… peccato che lui non ha potuto vederli, se non da lassù… erano spettacolari! Così nonna e zie mi hanno donato i limoni… potevo non fare il limoncello appena arrivata a casa? Ovviamente no!!! E così ne ho approfittato per fare le foto e mettere la ricetta!
Noi mettiamo 600 gr di zucchero ogni litro di alcool ma se vi piace più dolce potete metterne 700; inoltre così viene diluito al 50% con lo sciroppo, se vi piace un po’ meno forte aumentate un po’ lo sciroppo!!! Ma per il dettaglio della gradazione leggete in fondo alla ricetta!

Ingredienti per 2 lt di limoncello:

- 8-10 limoni non trattati
- 1 litro di alcool a 90°
- 600 gr di zucchero
- 1 litro di acqua

Procedimento:

Per prima cosa lavate accuratamente i limoni

Asciugateli bene con un panno pulito

Preparate l’alcool e un vaso di vetro con tappo abbastanza capiente

Con un coltello o un pelapatate togliete la buccia sottilissima ai limoni, stando attenti a non prendere la parte bianca; mette le bucce nel contenitore di vetro e aggiungete l’alcool

Chiudete il recipiente di vetro

e lasciate le bucce a macerare nell’alcool per una settimana, agitando di tanto in tanto il recipiente; vedrete che l’alcool diventerà sempre più giallo e le bucce di limone sempre più chiare

Trascorsi i 7 giorni, preparate lo sciroppo di acqua e zucchero; in una pentola mettete a scaldare l’acqua quindi aggiungete lo zucchero

Scaldate a fuoco dolce mescolando fino a che lo zucchero non si sarà tutto disciolto quindi spengete e fate raffreddare

Unite lo sciroppo alle bucce macerate nell’alcool

e mescolate bene

Ed ecco il nostro limoncello pronto per essere filtrato

Procedete a filtrare il limoncello aiutandovi con un colino e un altro recipiente capiente

Ed ecco il limoncello pronto da imbottigliare

Imbottigliate il limoncello; guardate la differenza di colore tra il limoncello giallo intenso appena fatto (bottiglie di lato) e quello fatto quest’estate (bottiglia centrale)

Se poi volete sapere la gradazione del nostro limoncello… ecco la formuletta per il calcolo dei gradi, fornita da Ilgrifo (che ringrazio) nei commenti:
(alcool/volume totale)*gradazione
Lo zucchero rende circa 65ml. ogni 100gr.  quindi (1000/2390)*90 = vol 37%
Se usate l’alcool a 95°, dato che il rapporto zucchero acqua in questa ricetta è uguale ad 1.6 (1000/600=1.6) circa, basta fare:
– 1000 di alcool a 95°
– 1100 di acqua
– 660 di zucchero
La gradazione resterà di vol.37%

Ovviamente se volete diminuire la gradazione e fare per esempio un limoncello a vol. 29% (che è la gradazione in genere più amata dalle donne senza modificare il gusto ma solo la gradazione), farete:
– 1000 ml. alcool 90°
– 1300 ml. acqua
– 770 gr.zucchero
Per l’alcool a 95° dovrete aggiungere altri 100 ml. all’acqua e altri 60 gr. allo zucchero.

Lasciamo i calcoli de IlGrifo e torniamo a noi… Io mi sono divertita anche a preparare le etichette al computer con la carta adesiva

Ed ecco le bottiglie di limoncello pronte per…. una buona bevuta tra amici!!!

Buona bevuta!

Anche l’etichetta.. è venuta proprio bellina!!!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.8/5 (258 votes cast)
Ricetta Limoncello di casa mia, 3.8 out of 5 based on 258 ratings
Ricetta scritta da il 01/02/2010
Inserita nelle categorie
Tag: limoncello, limoni non trattati, ricetta limoncello con foto, ricetta liquore limoncello, ricette con foto
Bottiglie di limoncello con etichette
Ed è stata letta: 833.239 volte.
Stampa Stampa Ricetta in pdf con fotoScarica la ricetta

140 Risposte per Ricetta Limoncello di casa mia

  1. Massimo 3 febbraio 2010 @ 22:17

    E’ la stessa identica ricetta che uso io, solo che metto un pò più di acqua sennò diventa fortissimo.
    Preferisco un limoncello sui 30° circa piuttosto che di 50!!!
    Me lo gusto di più…. :smile:

  2. Dany – Ideericette 3 febbraio 2010 @ 22:53

    @Nano, in effetti così è bello forte… comunque che differenza fa? Io ne bevo meno perchè è più forte… tu ne bevi di più perchè è più leggero!!! E comunque tu smetti di bere solo quando sei briaco fradicio!!!!!

  3. Silviane 22 febbraio 2010 @ 20:09

    Ciao, sono Brasiliana, sto provando a fare il limoncello qui, so che i limoni migliori sono quelli siciliani ma proverò!
    Grazie

  4. Dany – Ideericette 23 febbraio 2010 @ 00:18

    @ Silviane:
    Che dire… in bocca al lupo e… facci sapere!!! ;-)
    L’importante è che i limoni non siano trattati!!

  5. Njama 12 aprile 2010 @ 06:18

    Ciao!
    Io sono della Russia!
    Mi piace il tuo liquore al limone, come il Limoncello e la Crema di limone! E’ un capolavoro! Spero che anche il mio limoncello e la mia crema di limone siano fatti bene!

  6. Dany – Ideericette 12 aprile 2010 @ 09:47

    E brava Njama! La preparazione del limoncello mi sembra assolutamente impeccabile dalle foto! Ed anche il colore del limoncello è da 10!!!
    Mi spiace solo che non capisco la tua lingua e non posso prendere spunto dal tuo sito per qualche ricetta sul mio!

  7. Angelo 4 agosto 2010 @ 12:31

    Vi consiglio di provare questa ricetta: 800 gr. acqua; 800 gr. alcol; 650 gr. zucchero; scorza di 10 limoni (solo scorza gialla).
    Mettere tutto insieme, a freddo, in un barattolo (proprio così!) e dimenticare in uno scaffale al buio. Ogni tanto controllare.
    quando lo zucchero risulterà completamente sciolto filtrare.
    Otterrete un liquore perfettamente trasparente e brillante, una vera schioppettata a dispetto dell’aspetto elegante ed innocuo.
    adios

  8. Dany – Ideericette 8 agosto 2010 @ 23:10

    @ Angelo:
    … mai provato tutto a freddo così… se la pianta del mio nonno ha ancora dei limoni (non trattati) ora che scendo… quando ritorno lo provo! Grazie!

  9. Conchi 7 novembre 2010 @ 15:59

    Hola yo soy española y… que delizia cuante cose buone.
    Grazie mille.

  10. Dany – Ideericette 9 novembre 2010 @ 01:12

    @ Conchi: grazie a te… MUCHAS GRACIAS!!!

  11. Francesca 18 novembre 2010 @ 17:50

    Domandina: Quando aggiugi lo sciroppo con lo zucchero alla macerazione imbottigli subito o lasci a macerare ancora per qualche giorno prima di filtrare e imbottigliare?

  12. Dany – Ideericette 22 novembre 2010 @ 00:54

    @ Francesca: no, noi imbottigliamo appena mescoliamo lo sciroppo con l’alcool in cui sono state fatte macerare le bucce del limone!

  13. Alessia 7 dicembre 2010 @ 18:21

    Io lo faccio cosi solo che ci metto più zucchero!!!

  14. Dany – Ideericette 9 dicembre 2010 @ 01:07

    @ Alessia: sì, anche noi un tempo mettevamo + zucchero ma… mia mamma non ama le cose dolci e nel tempo abbiamo diminuito la dose di zucchero!!!

  15. Nickros 18 dicembre 2010 @ 15:37

    E’ il mio primo… esperimento: molto buono grazie!!!

  16. Dany – Ideericette 31 dicembre 2010 @ 00:14

    @ Nickros: grazie ma… se il limoncello è venuto buono, il merito è tuo!!!

  17. Simo4 10 gennaio 2011 @ 22:19

    Ciao Angelo mi hanno regalato solo 5 limoni non trattati, per eseguire la tua ricetta basta dimezzare le dosi?

  18. Barbarella 23 gennaio 2011 @ 21:18

    Scusate, io avrei una domandina riguardo che tipo di alcol posso usare per il limoncello, e’ meglio Vodka oppure Rum o qualcos’altro.
    Grazie! Bella spiegazione della ricetta, complimenti!

  19. Stefania 24 gennaio 2011 @ 14:46

    Buonissimo adoro il limoncino! Domani mi metto all’opera! Grazie :smile:

  20. Giuseppe 25 gennaio 2011 @ 08:28

    Ciao e se si provasse a farlo con il fruttosio?
    Lì eventualmente la quantità sarebbe minore giusto?

  21. Dany – Ideericette 31 gennaio 2011 @ 23:41

    Scusatemi tutti per il ritardo di risposta:
    @ Simo4: sì, puoi tranquillamente dimezzare le dosi!
    @ Barbarella: se vuoi fare il limoncello non devi usare nè vodka nè rum ma solo alcool etilico puro a 95°, incolore, inodore!!!
    @ Stefania: buon lavoro!
    @ Giuseppe: non ho mai provato con il fruttosio! Da quel poco che so.. sì, il potere dolcificante è superiore ma solo a freddo!!! Ed i pareri sul suo utilizzo sono piuttosto controversi! Comunque, se ci provi, facci sapere il risultato!!!

  22. Punny 6 febbraio 2011 @ 20:06

    :shock:
    La soluzione a freddo è ottima e sbrigativa…
    Vuol dire che ne farò più spesso.
    Grazie.
    Punny

  23. Dany – Ideericette 26 febbraio 2011 @ 22:16

    @ Punny: ringraziamo Angelo! ;-)

  24. Cris 3 marzo 2011 @ 18:35

    Cara la mia Dani!!! anch’io ho questa ricetta, anzi ci metto 100 gr in meno di zucchero perchè ci piace più amaro e forte… :lol:
    Avevo perso la mia ricetta… meno male che ci sei angelo mio!!
    Grazie Cris

  25. Luigi 14 marzo 2011 @ 13:05

    Mi piace informarvi che in Calabria si coltiva un agrume chiamato limoncello, che è un frutto da pezzatura normale rotondo e molto profumato; probabilmente sarà un ibrido, da cui facciamo il liquore limoncello che a mio parere e tutt’altra cosa, per profumo e sapore, del limoncello fatto dal limone.

  26. Marta 4 aprile 2011 @ 08:30

    Bellissima ricetta! Una domanda… lo sciroppo lo aggingi alle buccie e all’alcool o solo alle buccie?? Grazie

  27. Luciano 10 aprile 2011 @ 11:59

    Una domanda: lo sciroppo di acqua e zucchero si mette sia sull’alcool che sulle bucce vero?

  28. Luisa 20 aprile 2011 @ 23:10

    Grazie, ho chiesto a mezzo paese la ricetta ok per un vero limoncello e invece c’è l’avevo a portata di click. Mi stanno regando da mesi un quantitativo industriale di ottimi limoni. Ho fatto e regalato la marmellata e ora già assaporo il limoncello ghiacciato da offrire alle mie amiche. Ciao

  29. Tina 30 aprile 2011 @ 15:33

    L’ho fatto… sembra mi sia venuto bene ma si sente molto l’alcool :???: forse perchè ancora non l’ho messo in frigo.. quando si può bere? dopo quanti giorni? grazie ciao :???:

  30. Tina 30 aprile 2011 @ 17:14

    Ho pensato di mettere un’altro mezzo litro di acqua, naturalmente con un po’ di zucchero… era troppo forte, bruciava la bocca! :???:

  31. Daan 3 maggio 2011 @ 18:08

    Salve , io volevo fare il limoncello questa ricetta mi ispira, ma se si fa un litro d’acqua e un litro di alcool non diventa troppo forte?
    Se si fanno due litri d’acqua?

  32. Dany – Ideericette 4 maggio 2011 @ 13:48

    @ Cris: di niente, sono contenta di esserti utile!
    @ Luigi: allora spero di venire presto in Calabria a sentire il limoncello di limoncello!!! Tempo fa avevo comprato una piantina di limoncella ma non è riuscita a passare il freddo inverno!!!
    @ Marta: lo sciroppo lo aggiungo ad alcool+bucce!
    @ Luciano: yes, perchè è l’alcool che ormai ha intrappolato il sapore di limone delle bucce!
    @ Luisa: beata te!!! ;-) Buona degustazione allora!
    @ Tina: sì, il nostro è abbastanza forte! Si può bere subito e, se è troppo forte, puoi allungare con un altro po’ di sciroppo di acqua e zucchero!!
    @ Daan: puoi mettere sciroppo di acqua e zucchero secondo il tuo gusto.. io però partirei da 1 litro e alcool e 1 litro e 1/2 di acqua… a diluirlo sei sempre in tempo, il contrario invece non lo puoi fare!

  33. Marco 9 maggio 2011 @ 15:11

    :smile: Ottima ricetta, direi che sei bravissima.
    Posso chiederti come hai fatto a fare l’etichette?
    Grazie… fammi sapere tramite email.

  34. Mimma 10 giugno 2011 @ 15:56

    Cosa si può realizzare con le bucce di limone rimaste, dopo aver fatto il limoncello?

  35. Ugo 12 giugno 2011 @ 12:49

    Comunque grazie per la ricetta Giovanna sei bravissima?

  36. Gianni 22 giugno 2011 @ 15:50

    :smile: Ciao sono gianni appena tornato dalle ferie a Sorrento e mi sono procurato una certa scorta di limoni non trattati per farmi del buon limoncello che seguirò alla lettera, ma chiedo: come devo fare per lavare i limoni? basta strofinarli tra le dita? ciao e grazie . G

  37. Stefano 23 giugno 2011 @ 01:11

    Ciao a tutti/e sono Stefano, una curiosità: dove hai trovato la bottiglia a forma di colonna? volevo regalare il mio limoncello e mi sembrava molto bella e adatta a tale scopo.
    Ciao e grazie.

  38. Elda 25 giugno 2011 @ 15:34

    ;-) ciao a tutti i limoncellari hahaha bravi, ora provo con i limoni del sud Puglia Grazie per i consigli, ciao ragazzi buona bevuta.

  39. Guido 12 luglio 2011 @ 19:45

    Salve, sono appena tornato dal Gargano dove ho trovato dei bellissimi limoni dall’aroma eccezionale… credo non abbiano nulla da invidiare a quelli di Amalfi, quindi ho deciso di provare a fare un pò di limoncello….
    Io utilizzo dell’alcool puro a 96 gradi per preparazioni farmaceutiche, davvero superiore per qualità organolettiche e palatabilità rispetto a quello per uso alimentare, riesce ad estrarre davvero tutti gli olii essenziali dalla buccia e dona un sapore morbido e rotondo al liquore, anche a 50 gradi non brucia la bocca, l’unico inconveniente è il prezzo elevato!

    Ciao

  40. ilgrifo 15 luglio 2011 @ 18:38

    Perchè dite che ha 50 gradi?
    Formuletta per il calcolo dei gradi:
    (alcool/volumetotale)*gradazione
    Lo zucchero rende circa 65ml. ogni 100gr.
    (1000/2390)*90 = vol 37%
    Quindi è bevibilissimo =) a me è piaciuto, la dose acqua/zucchero è perfetta -odio le cose dolci- e la uso anche per gli altri liquori che faccio (more di gelso, mandarinetto etc etc).
    Se usate l’alcool a 95°, dato che il rapporto zucchero acqua in questa ricetta è uguale ad 1.6 (1000/600=1.6) circa, basta che fate:
    1000 di alcool a 95°
    1100 di acqua
    660 di zucchero
    La gradazione restera di vol.37%
    Io uso l’alcool a 95 perchè è la gradazione più utilizzata nei liquori e quindi se ne resta posso fare gli esperimenti ihhiihih

  41. ilgrifo 15 luglio 2011 @ 18:51

    Ovviamente se volete diminuire la gradazione e fare diciamo un limoncello a vol. 29% che è la gradazione in genere più amata dalle donne senza modificare il gusto del limoncello proposto da Giovanna ma solo la gradazione, però secondo me influirà un po’ sul gusto farete:
    1000 ml. alcool 90°
    1300 ml. acqua
    770 gr.zucchero
    Così diventa più leggero a me comunque piace la ricetta originale =P
    Per l’alcool a 95° dovrete aggiungere altri 100 ml. all’acqua e altri 60 gr. allo zucchero.

  42. Cassano Carmine 21 luglio 2011 @ 22:46

    Si può fare il limoncello anche con le foglie del limone non trattato, stesso procedimento al posto del limone mettere a macerare le foglie (una trentina) e si avrà lo stesso risultato solo che non sarà giallo ma verde. Si puo fare con lo stesso procedimento, il liquore al mandarino e all’arancia, con le foglie e lo stesso procedimento. Un’altro trucchetto quando si fa bollire l’acqua e lo zucchero, quando inizia a bollire far bollire per 20 minuti l’acqua e lo zucchero in modo tale che il liquore viene piu corposo. Per ulteriori chiarimenti gratuiti cercatemi su facebook come Nuccio Cassano.
    Ciao a tutti

  43. Alcoliste anonime 14 agosto 2011 @ 19:05

    :mrgreen: Noi siamo tre nuove sperimentaliste che da un angolo meraviglioso, ricco di limoni in SICILIA hanno provato per la prima volta il vostro stupendo ELISIR AL LIMONCELLO
    L’abbiamo fatto una prima volta e tutti noi hanno apprezzato compresa la promotrice è Astemia!!!
    Oggi armate di pelalimoni ne abbiamo ripetuto un quantitativo doppio GRAZIE A VOI per dare a tutti la possibilità di provarci.
    Non siamo siciliane ma per scelta si vive nella favolosa Sicilia e a casa abbiamo delle piante di limoni spettacolari non trattati, peccato che non le possiate vedere.
    Il nostro è BUONISSIMO!!!!
    :lol:

  44. Zeus 29 settembre 2011 @ 02:40

    Ma come si fa a sapere se i limoni sono trattati o meno?

  45. Rita 12 ottobre 2011 @ 21:45

    Come fai ad ottenere quel bellissimo colore giallo torbido? Quando lo faccio viene giallo trasparente, sembra quasi urine…
    Grazie

  46. Raffaella 3 novembre 2011 @ 17:30

    :roll: :razz: è la stessa ricetta che faccio anch’io ed e buonissimo, ma io uso limoni verdi non trattati e viene buonissimo.
    Provatelo ciao.

  47. Sonia 8 novembre 2011 @ 17:22

    Posso usare i limoni del mio albero, anche se sono verdi?

  48. Ottavio 18 novembre 2011 @ 22:10

    ho appena fatto la stessa ricetta, pure io lo faccio leggero perché ne beviamo tantissimo in compagnia
    Grazie ciao
    Ottavio Colliano Salerno.

  49. Dany – Ideericette 21 novembre 2011 @ 21:18

    @ Marco: anche se in ritardo ti ho inviato ora una mail!!!
    @ Mimma: credo poco perchè ormai sono già sfruttate!! Però potresti usarle per una specie di flambè di sicuro effetto, es. come decorazione di frutta e dolci per portarle in tavoal in fiamme!
    @ Ugo: grazie per il complimento riferisco a mamma!
    @ Gianni: sì, banalmente con acqua e una spazzolina nuova dedicata solo a quest’uso!
    @ Stefano: boh…. chi si ricorda più dove ho preso la bottiglia a forma di colonna… forse a San Marino!
    @ Elda: grazie della visita e del commento!
    @ Guido: grazie delle info sull’alcool!!
    @ IlGrifo: grazie infinite di tutti i calcoli… e.. sappi che “me fai morì”! Ho inoltre deciso di aggiungere la tua esauriente spiegazione nella ricetta!
    @ Carmine: grazie delle preziose informazioni
    @ Alcoliste anonime: quale onore il vostro commento! E sono certa che il vostro elisir sia delizioso!
    @ Zeus: generalmente lo sa chi te li vende; nel mio caso essendo la pianta del mio nonno ne avevo la certezza assoluta!
    @ Raffaella, Sonia: in effetti con i limoni verdi non trattati viene ancora meglio… solo che io sono a Firenze e la pianta del mio nonno a Napoli quindi… quando arrivo… li prendo come sono!
    Ottavio: buone bevute in compagnia!

  50. Fortunata 28 novembre 2011 @ 13:21

    Ciao ho fatto per la prima volta il limoncello circa 1 mesetto fa con i limoni verdi e dal sapore mi è sembrato un po’ viscido… forse deve riposare ancora oppure devo depositarlo direttamente in freezer, datemi un consiglio, ciao!

  51. Freddy Hayen 29 novembre 2011 @ 19:12

    Avete mai provato a fare il sciroppo con acqua e succo di limone (e zucchero) invece di solo acqua?
    Forse da’ piu’ sapore?

  52. Luigi 3 dicembre 2011 @ 15:16

    Grazie per i consigli; sono molto goloso del chinotto, si potrebbe fare un liquore con questi agrumi?
    Qualcuno ne é al corrente?
    Grazie mille

  53. Venanziomix 5 dicembre 2011 @ 20:10

    secondo me la ricetta e’ quella originale artigianale e non dovrebbe essere modificata, poi uno fara’ come crede ma non sara’ piu’ il “vero” limoncello come una volta. Al massimo si potra’ aggiungere un paio di decilitri d’acqua al litro di alcool ma non di piu’ se no’ si stravolge tutte le proprieta’ olfattive e digestive di questo meraviglioso nettare. I miei piu’ sinceri complimenti, Giovanna: le cose buone si gustano a piccole dosi. Poi se e’ troppo leggero uno ne approfitta e da una degustazione diventa un vizio. come diceva un utente giustamente. Io credo che le ditte industriali che lo producono lo fanno leggero per 2 motivi principali: per risparmiare sull’alcool e per accattivarsi la clientela femminile… buona digestione a tutti col vero limoncello!!!

    A proposito!!! provate a metterci nell’infuso alcool/bucce prima di farlo macerare un po’ di Zafferano!!! eh si!!! vedrete che figata e non ditelo a nessuno che vi ho dato questa dritta… il mio regalo di Natale.. Ciao a tutti!!!

    No freddy!!! se ci riesci, ti do’ un altra dritta: ;-) con un po’ di pazienza dovresti unire alle scorze di limone sai cosa?… ti ricordi quando con le scorze di arancio le spruzzi negli occhi degli amici per scherzo? allora quello si chiama olio essenziale!!! cerca di farne piu’ quanto ne riesci dentro un ampollina di vetro piccola e poi lo versi nell’infuso alcool/scorze assieme allo zafferano… anche se riuscirai solo a produrne qualche goccia: sara’ un successo!!! prova e verdai se ho ragione!!! questo vale per tutti!!! ariciao!!!

  54. Meg 5 dicembre 2011 @ 20:26

    La ricetta del limoncello è identica a quella che facciamo in Puglia, ma io ci metto i limoni verdi e quando mescolo il tutto lo rimetto sul fuoco e lo faccio restringere per qualche minuto
    vi assicuro che è più buono perchè diventa più cremoso.
    Provate la mia ricetta e riceverete tanti complimenti.
    Ciaooo

  55. Lorenzo 17 dicembre 2011 @ 20:56

    Da un pò di tempo, dopo aver filtrato il limoncello, dentro la bottiglia in superficie aderente al bordo si nota una pellicola più scura come l’olio a cosa è dovuta?

  56. Ste 18 dicembre 2011 @ 21:36

    Io ce l’ho! Io ce l’ho! Io ce l’ho!!! Grazie a Giovanna e Dany-Ideericette per il gradito regalo! Io ne apprezzo il pensiero visto che non bevo il limoncello… mio marito lo sta apprezzando anche in sostanza! ^_^

  57. sere@cucchiaio di stelle 20 dicembre 2011 @ 00:55

    Ciao. Volevo dirti che ho in parte seguito la ricetta che mi avevi passato sul nostro gruppo del topo e se vuoi vedere il risultato la trovi qui: http://www.cucchiaiodistelle.com/2011/12/limoncello-per-feste-ubriache.html
    A presto.
    Serena

  58. Ernesto 6 gennaio 2012 @ 22:14

    Buona sera,
    mi permetto di dissentire sulla scelta dei limoni… quelli riportati sulla foto, a mio avviso sono troppo maturi…
    io li scelgo sempre con il giallo che richiama ancora una leggerissima tonalità di verde… provate… è ancora più profumato!

  59. Angela 12 gennaio 2012 @ 11:56

    Trovo la tua spiegazione molto esaustiva e semplice da eseguire. Le bucce dopo l’infusione possono essere riutilizzate in qualche modo? Pensavo, per esempio, di tritarle nell’impasto della torta, che ne dici?
    Grazie

  60. Andreina 12 gennaio 2012 @ 13:10

    Dove si trova l’alcool a 90°???
    Qui in Francia non si trova nel supermercato!

  61. Silvietta 16 gennaio 2012 @ 02:24

    Che bellezza ricette del limoncello! Io lo faccio con limoni del mio giardino dalla lontana California! Cin cin! Yum yum!

  62. Lina 17 gennaio 2012 @ 16:25

    Ho provato a versare lo sciroppo di acqua e zucchero, ancora bollente, sulle bucce dei limoni, dopo averle tolte dall’alcool.
    Ho lasciato raffreddare il tutto ed ho unito sciroppo ed alcool. Infine ho filtrato il liquore e l’ho imbottigliato. Eccellente!

  63. Sara 19 gennaio 2012 @ 16:01

    Proverò grazie mille ;-)

  64. Antonio 21 gennaio 2012 @ 13:14

    Nel mio giardino ho gli alberi di limone, non uso trattamenti ma solo sostanze organiche all’albero ho un albero di limoni che ha un profumo particolare, solo da quello faccio il limoncello dal sapore particolare.
    tonio

  65. Dany – Ideericette 22 gennaio 2012 @ 15:14

    @ Fortunata: se ti sembra poco saporito prova ad aumentare la quantità di limoni!
    @ Freddy: io no, non ho mai provato! Ma il primo che sperimenta, ci faccia sapere!
    @ Luigi: so di non sapere di questo argomento ma, come te, sarei contenta di saperne qualcosa!
    @ Venanziomix: grazie dei tuoi consigli.. una figata!
    @ Meg: in effetti con i limoni verdi viene meglio ma tra me e la pianta di limoni del mio nonno ci sono 500 chilometri… quando vado li prendo, come sono sono, vanno comunque bene, visto che non ricevono trattamenti! :-)
    @ Lorenzo: un po’ la pellicola potrebbe farla (l’olio della buccia) ma se è scura… potrebbero essere dei residui della buccia di limone.. prova a filtrarlo di nuovo con un panno più fitto e lava bene la bottiglia prima di riempirla!
    @ Ste: eheheheheehe… l’avete già finito!?!?
    @ Sere@cucchiaio di stelle: avevo visto il post e l’ho commentato ora… il limoncello ti è venuto benissimo e io… ho riso come una pazza per la storia dei gambaletti!
    @ Ernesto: il tuo dissentire è più che corretto!! Ma come ho scritto a Meg… uso solo limoni di piante che conosco.. quella del mio nonno è a 500 km… quindi quando vado li prendo come sono… a volte riesco ad averli verdi, a volte no! E questa volta, come si vede dalla foto, sulla pianta erano tutti maturi!!!
    @ Angela: le bucce in realtà io le butto perchè sono già state sfruttate e hanno rilasciato il loro aroma nell’alcool… però puoi provare e farci sapere come ti viene la torta!
    @ Andreina: non trovi l’alcool a 95°?
    @ Silvietta: brindo con te! Cin cin!
    @ Lina: sono contenta ti sia venuto bene!
    @ Sara: facci sapere come ti viene!
    @ Antonio: Beato te!!! :mrgreen:

  66. Inno 22 gennaio 2012 @ 21:30

    Ho usato la tua ricetta ed ho ottenuto un limoncino buonissimo. Grazie

  67. libel.lu 29 gennaio 2012 @ 15:45

    Ho ricevuto in regalo dei limoni… tanti limoni, proverò quindi la tua ricetta. Grazie.
    PS. e se invece di 1lt di acqua ne uso 2lt??????
    Mia mamma lo faceva, ma… a lei la ricetta non la posso chiedere…. :evil:

  68. Francesca 6 febbraio 2012 @ 18:15

    Ciao a tutti ho seguito la tua ricetta e l’ho appena imbottigliato… non vedo l’ora di assaggiarlo… ma si puo bere subito o si deve aspettare quache giorno???
    Grazie della ricetta. Buona serata

  69. Adriana 10 febbraio 2012 @ 15:59

    Limoncello perfetto!!!

  70. Marcello 21 febbraio 2012 @ 02:25

    io faccio il cuoco e anche il pizzaiolo in svizzera a Luzern, guarda ho fatto il limoncello soltanto oltre alle scorze di limone o aggiunto anche quelle di cedro, ma aldila di questo, la tua ricetta è eccezionale, io ho preferito quella con gradazione 29 gradi come da formula deilgrifo e il limoncello che è uscito è… da gara avevo una domanda ma volendo si puo lasciare in infusione piu di una settimana? o è uguale?
    Cari saluti Marcello.

  71. Enza 9 marzo 2012 @ 13:56

    Ho provato la ricetta e spero di riuscire. Per Andrea che ne va matto! Ho una domanda, come utilizzare i poveri limoni nudi? Mi spiace buttarli!
    Grazie Enza da Roma

  72. Gilb 16 marzo 2012 @ 14:25

    Salve, mi sono letto molte ricette sul web, la tua la trovo completa, molte dichiarate le originali di Sorrento mi hanno colpito per i lunghi tempi di infusione.
    Dany e voi tutti esperti limoncellari:-)) cosa ne pensate sul fatto di tenere i limoni in infusione per 30 giorni aggiungendo poi lo sciroppo e lasciando nuovamente il tutto in infusione per altri 40 giorni per poi filtrare e imbottigliare? Lo so che è noioso aspettare tutto questo tempo però se la qualità aumentasse parecchio penso che ne varrebbe la pena.
    Grazie per tutti i tuoi consigli ;-)

  73. Gilb 19 marzo 2012 @ 15:08

    @Enza, io dei limoni sbucciati… alcuni li ho spremuti e il succo l’ho congelato utilizzando i forma cubetti di ghiaccio, quest’estate saranno utilizzabili per fare limonate!! Per quanto riguarda la polpa è ottima come dessert, fatta a fettine e servita con lo zucchero.

  74. Venanziomix 22 marzo 2012 @ 19:57

    @ Marcello: non ti preoccupare ;-) piu’ lo tieni in infusione e piu’ viene buono !!! dalle mie parti in provinia di Napoli mi hanno addirittura consigliato di tenerlo 45 giorni in infusione ed altri 30 giorni a riposare prima di essere consumato… cosi’ viene un ultra figata!!
    …ma io non ci resisto ad aspettare tanto tempo :mrgreen:
    Ciao!!!

  75. Marco 26 marzo 2012 @ 20:58

    Sei una grande hai fatto pure l’etichetta. Ho comprato l’alcool mo mi metto all’opera.

  76. Anica ene 29 marzo 2012 @ 23:03

    Lo faccio anch’io, grazie per la ricetta.

  77. I sognatori di Cucina e nuvole 11 aprile 2012 @ 23:26

    Anche io ora ho le bucce di limone in infusione, ma le dosi e il procedimento sono leggermente diversi!

  78. Andrea 14 aprile 2012 @ 13:36

    Ciao ho provato a fare il limoncello e devo dire che per essere la 1° volta non e’ niente male…
    Qualcuno mi sa dire dove poter fare le etichette al computer…
    grazie..

  79. Giuseppe 14 aprile 2012 @ 18:29

    Ringraziando per la ricetta, non ho chiaro il calcolo per determinare i gradi ottenuti.
    Probabilmente sbaglio io, ma leggo che l’alcool 95 gradi pesa 1000 gr. mentre, mi sembra, che il peso secifico dovrebbe essere 800.
    Grazie di nuovo
    Beppe ;-)

  80. Giuseppe 14 aprile 2012 @ 18:32

    ;-) chiedo scusa; è il volume da calcolare e non il peso.
    Salutoni
    Beppe

  81. Clara 17 aprile 2012 @ 18:03

    Ho un’amica che mi porta dei limoni fantastici da Napoli e faccio spesso il limoncello, pressapoco la ricetta è uguale alla tua, gli amici ne sono entusiasti e lo bevono volentieri, comunque grazie per il consiglio della macerazione io la facevo più lunga così provo la tua poi ti farò sapere.

  82. Giuseppina Rodolfo 21 maggio 2012 @ 15:00

    Ho seguito alla lettera la ricetta ed il risultato è stato fantastico! Ti ringrazio e, se hai altre ricette di liquori fatti in casa, scrivile!
    Io la bottiglia di limoncello la metto nel congelatore ed il risultato è che il liquore si addensa meravigliosamente e diventa una vera goduria. Unico difetto riscontrato è che… FINISCE SUBITOOOOOOOOOOOOOOO!!

  83. Asia-966 2 giugno 2012 @ 19:08

    Ciao a tutti!! Cercavo una ricetta buona per fare un buon limoncello e…. penso usare quella di Dany, ovvero di Giovanna (tra altro il mio nome in italia sarebbe Giovanna… hehehe). mi sembra la ricetta piu’ originale che io abbia visto, penso fare almeno 4 litri (2 litri di alcool, se trovo 95%..), spero di ottenere limoncello piu’ forte, sui circa 35-37%, per quanto lo devo portare in Polonia per i miei amici e anche in Norvegia dove vado fra circa 1,5 mese. Ma, mi sapete dire se limoncello fatto cosi, una volta imbotigliato, si puo’ bere subito, oppure meglio aspettare, lasciandolo in un posto buio?? Se meglio lasciarlo riposare, per quanto tempo?? Riesco farlo (limoni c’e gli ho gia’) per la meta’ del luglio?? Salutiii!!

  84. Luca 11 giugno 2012 @ 16:38

    Scusate l’ignoranza, ma il verderame è considerato trattamento.
    Quindi non vanno bene i limoni oppure lavandoli bene, si puo fare?

  85. Ginoffa 13 giugno 2012 @ 19:22

    Ho seguito alla lettera la tua ricetta: un limoncello degno di Amalfi!!! ;-)

  86. Chef Napoletano Pasquale 15 giugno 2012 @ 08:30

    BRAVA. . .

  87. Oscar 23 giugno 2012 @ 16:45

    Provata,ed è venuto uno spettacolo di limoncello. Per quanto alla gradazione non mi tornano i conti per abassare la gradazione a vol29%. 1000 alccol, 1300ml di acqua, 770 gr. di zucchero mi viene a vol 32%, ho sbagliato qualcosa?
    Mi intessa per capire la gradazione negli altri preparati.
    Ciao e grazie Oscar

  88. Bruno 30 giugno 2012 @ 11:25

    Vorrei sapere se qualcuno sa come fare a stampare etichette sul pc gratis.

  89. Funky up 30 giugno 2012 @ 21:58

    Scusa ma il calcolo che è riportato per la gradazione non mi torna…
    Ho messo le scorze di limone in un litro di alcol 95° e vorrei ottenere una gradazione intorno ai 30°, riporto qui di seguito la tua formula: 1000 ml. alcol /(1400 ml. acqua + 830 gr. zucchero)*95
    Siccome 830 gr. di zucchero sono pari a 540 ml. (come riporti tu: 100 gr. =65 ml.) il calcolo è il seguente:
    1000 /(1400+540) = 0,51 *95 = 48°
    Cosa sbaglio?
    Grazie :)

  90. Andrea 2 luglio 2012 @ 19:53

    Ciao, ho letto la tua ricetta, e mi sembra la piu affidabile tra quelle sul web, ma confrontandola con altre mi sorge qualche dubbio che spero tu riesca a chiarire :D :

    1) su molti siti dicono di lasciar macerare le bucce di limone con l’alcol per 15 giorni mentre tu hai scritto per 1 settimana, cosa cambia? :)
    2) Su un sito ho letto che per preparare lo sciroppo viene usato il succo di limone con acqua e zucchero in modo da pastorizzare il succo di limone e far si che si conservi per il tempo necessario alla ricetta…Mi sapresti dire perchè? cosa cambia anche qui? :)
    3) In molti dicono che una volta imbottigliato il limoncello ha bisogno almeno di 1 altro mese per un ” periodo di riposo e deposito per essere effettivo.” Mi sapresti dire se è indispensabile? viene meglio o è la stessa cosa?
    4) lo sciroppo va fatto raffreddare a temperatura ambiente o va bene anche in frigo?
    5) quinta ed ultima domanda :D…sei sicura che 10 limoni per 2 litri vadano bene? molte ricette dicono di metterne qualcosa come 15 per 2 litri >.< non ci capisco piu niente soprattutto perchè non mi è chiaro se il succo di limone poi serva o serve solo la buccia.. :(

    Mi voglio proprio cimentare in questa impresa però con tutte le ricette su internet che dicono 100000 cose diverse non ci capisco piu niente… qualche tuo consiglio potrebbe essere molto prezioso.
    Spero tu riesca a farmi sapere, se vuoi scrivimi anche per email.

    Ciao e grazie in anticipo :D

  91. Francobollo 3 luglio 2012 @ 11:47

    Premesso che io preferisco il liquore alla cedrina a 75°, ho fatto il limoncedro per mia moglie aggiungendo molte foglie di cedrina, è venuto ancora più buono (gradi circa 30/35°).

  92. Giuseppe 5 luglio 2012 @ 13:57

    Grazie questa sera lo provo :-) e che il ciel mi aiuti… quando fatto a non berlo tutto :-))

  93. Gianfranco 6 luglio 2012 @ 14:12

    Sono più di 20 anni che faccio il limoncello, negli anni ho messo a punto la mia ricetta derivata dai pareri degli amici che se lo ciucciavano il giusto compromesso per me è questo: 1 litro di alcol 90 95 gradi, 1 litro e mezzo di acqua, 800 grammi di zucchero, la buccia di 8 limoni, e, io aggiungo 8/10 foglie di limone spezzate ottenendo un valore alcolico (misurato di circa 30 gradi) io mi coltivo i limoni comunque le foglie si trovano a volte nei supermercati attaccate ai limoni naturali molto buono al palato e profumatissimo, provatelo e… alla salute!!!

  94. Marco Toninato 8 luglio 2012 @ 13:44

    Ciao. Ricetta fantastica. Ho un’albero di limoni a casa (assolutamente NON trattati) e l’ho appena imbottigliato: fenomenale. Ora son pieno di richieste e mi toccherà aumentare la produzione! Ti chiedo anche una cortesia: posso pubblicarlo sul mio blog (http://marcotoninato.blogspot.it/), citandone link e autrice? Ovviamente lodando l’autrice .
    Grazie

  95. Dany – Ideericette 18 luglio 2012 @ 14:24

    Grazie a tutti dei commenti che sono sempre numerosissimi! Per le etichette io le ho preparate banalmente in word ma se qualcuno vuole il mio file mi scriva in privato e glielo mando via mail.
    Passando alle richieste specifiche:
    @libel.lu: certo puoi anche mettere una maggore quantità di acqua ottenendo un limoncello più leggero… 2 lt di acqua però mi sembrano tanti… ricordati che ad allungarlo sei sempre in tempo! Ciascuno poi trova la sua gradazione alcolica preferita e utilizza quella! Buona sperimentazione!
    @Francesca, @Asia-966: si può anche bere subito (appena raffreddato e rinfrescato)… ma se riuscite ad aspettare qualche giorno è più buono!
    @Marcello: puoi anche aumentare il tempo di infusione/macerazione a 10 giorni ma ti assicuro che già dopo una settimana, se assaggi le bucce, ti rendi conto che hanno dato all’alcool tutto ciò che potevano dare… ;-)
    @Enza: anche noi spremiamo i limoni e conserviamo il succo in una bottiglia in frigo per i vari utilizzi culinari!
    @Gilb: noi non vediamo il senso di tenere in infusione 30 giorni… visto che già dopo 10 giorni la buccia non sa più di limone ma solo di alcool… però è solo una opinione personale e dovuta al rispetto della “tradizione”!!!
    @ Andrea: scusa il ritardo. Io non so darti motivazioni tecniche ma solo dovute all’asperienza… secondo me 14 giorni di macerazione sono inutili.. è come voler spremere ancora qualcosa che è già stato spremuto… Noi non utilizziamo il succo di limone per il limoncello… oltretutto il succo del limone cambia sapore nel tempo, mentre l’alcool aromatizzato non si sciupa… Il limoncello noi lo lasciamo riposare 2/3 giorni ma non è indispensabile… l’importante è far raffreddare lo sciroppo a temperatura ambiente (mai mettere cose bollenti in frigo… si sciupa il frigo!). Per i limoni… noi usiamo 8/10 limoni per ogni litro di alcool (e non per due litri di limoncello… lo so che di fatto è la stessa cosa ma la quantità di acqua aggiunta dipende anche dal gusto personale quindi noi ci basiamo comunque sul numero di limoni per litri di alcool.
    @Marco Toninato: certo che puoi pubblicarlo citando la fonte… sono già passata a trovarti ma senza commentare… a breve voglio provare il tuo risotto alle fragole!

  96. Andrea 19 luglio 2012 @ 04:39

    hey, grazie per le risposte :D proprio da 2 giorni ho messo a macerare le bucce con l’alcool, le lascierò 7-8 giorni come consigli te allora, a casa avevo dei limoni enormi, tipo grandi il doppio di uno normale e li ho usati. Spero sara buono uguale anche se non mi è chiaro come facevano ad essere cosi grandi visto che non ne avevo mai visti prima xD.
    Sto usando alcool a 95% di gradazione e ne ho messo circa 1200 ml. Vorrei ottenere un limoncello di gradazione 37-38% pero faccio schifo in matematica e della formula non cio capito poi molto. Credo mettero alla fine 1 litro e mezzo d’acqua e mi verranno quasi 3 litri.
    Speriamo in una buona riuscita :D
    Ciao e grazie ancora

  97. Francesco 30 luglio 2012 @ 17:38

    Salve, si puo´fare il limoncello con i limoni verdi brasiliani? che sono piccoli.

  98. Renato 3 agosto 2012 @ 18:53

    Ho preso la ricetta del limoncello molto buona se e possibile se sai anche la ricetta della mozzarella con la foglia di limone, ti ringrazio.
    Ciao Renato

  99. Célyne 11 agosto 2012 @ 12:25

    Che bella ricetta :razz: mio marito cercava una ricetta per fare limoncello con limone non tratati di Cap d’Antibes (siamo sulla Cöte d’Azur). Ho trovato la tua ricetta. Ha gia comprato l’alcool e seguira la tua ricetta. Ho fretta di assagiare…
    Grazie e Ciao,
    Célyne

  100. Vale e Dany 12 agosto 2012 @ 22:28

    ;-) BUONO! Avevamo solo 3 limoni quindi io e mia sorella abbiamo diviso tutto a pari dosi ed è venuto buono abbiamo fatto quello meno alcolico!
    grazie :!:

  101. Maria 15 ottobre 2012 @ 11:54

    Ciao Dany, stamattina ho fatto la tua ricetta del tuo limoncello. La preparazione e andata a buon fine con ottimi risultati !!! Quest’estate sono stata anche io a Salerno ho approfittato di portarmi dei Limoni di mia zia per fare il Limoncello.
    Ti ringrazio per la tue ricetta.

  102. Lorenzo 27 ottobre 2012 @ 14:03

    Grande!!! Provato, buonissimo, gusto molto equilibrato.

  103. Criu 28 ottobre 2012 @ 09:08

    Pure io metto un po’ di più di acqua e devo dire e buonissimo, la qualità dei limoni conta tanto.

  104. Guglielmo Portaluppi 30 ottobre 2012 @ 20:16

    Ciao,
    Che ne dite di fare uno pseudo limoncello con le foglie?
    Le ho messe in fusione e le tirerò fuori domani. Userò lo stesso procedimento del tuo limoncello.
    Che ne dici?

  105. Francesca 3 novembre 2012 @ 19:49

    Ciao!!! Complimenti per la ricetta, l’ho fatto è venuto buonissimo, gentilmente mi potresti dire come fare le etichette?
    Grazie infinite. :razz: :roll:

  106. imma 23 dicembre 2012 @ 09:15

    I limoni migliori per il limoncello sono lo “SFUSATO AMALFITANO”… poi ci sono, al secondo posto, quelli di SORRENTO… al terzo i CALABRESI… poi i SICFILIANI (che hanno le migliori arance).
    Nel napoletano si trova un agrume IL LIMO col quale si fa uno stupendo liquore.

  107. Stefano 29 dicembre 2012 @ 18:30

    Ciao.
    Grazie della spiegazione, soprattutto della formula per calcolare il grado alcoolico!!!
    STEFANO.

  108. Filippo 30 marzo 2013 @ 21:54

    Grazie per la ricetta, il risultato è ottimo!!!
    Io ho utilizzato 1 litro di alcool a 95 gradi, 1.3 litri di acqua, 700 grammi di zucchero, per ottenere una gradazione di circa 34 gradi.
    Assaggiato appena fatto e raffreddato a dovere in freezer… per essere il mio primo esperimento.
    Veramente già ottimo!!!

  109. Venanziomix 19 aprile 2013 @ 16:02

    Senza offesa ma i limoni della campania (agro nolano) sono più buoni per fare il limoncello rispetto ai siciliani (chiusa sclafani) parlo di alberi da giardino. A parità di qualità quelli campani secondo me sono più aromatici e dolci. Questo e’ quello che e’ emerso dalla mia esperienza di utilizzo di entrambi.

    @Francesco, puoi fare certo il liquore ma credo che non sara’ mai simile al limoncello ma un liquore buonissimo, pero’ dal sapore di Caipirinha.

  110. Carlos Teles de Meneses 29 aprile 2013 @ 20:28

    Buona sera, siamo proprietari di uno hotel rural in Portogallo. Vi preghiamo de chiedere il seguinte:
    abbiamo 20 litri aguardente vinica a 43º; per favore como doviamo prepare limoncello a 30º?
    Grazie tante. Saluti! Escusati per il mio italiano.

  111. Laura 30 aprile 2013 @ 13:58

    Era proprio la ricetta che cercavo!!! Grazie! :D

  112. Fulvio 12 maggio 2013 @ 20:01

    Adoro il gusto del lime, qualcuno ha per caso provato?

  113. Gianluca 24 maggio 2013 @ 18:12

    Buonasera a tutti! Ho fatto il limoncello come da ricetta ed è venuto molto buono! Forse leggermente forte per gli ospiti… Siccome non sono tanto pratico volevo capire: per farlo leggermente meno alcolico come da vostri gentili consigli conviene mettere più acqua, tipo 1,5 litri, e diciamo 750-800 gr. di zucchero, in modo che sia sempre poco più della metà e si rispettino le proporzioni oppure aggiungere più zucchero e fare tipo 1 litro d’acqua ed 1 kg di zucchero?! Grazie a tutti.
    Saluti Gianluca.

  114. Nick 30 maggio 2013 @ 20:48

    Ciao! Volevo provare a seguire la tua ricetta, ma volevo fare una domanda.
    In città non è facile trovare limoni non trattati, anche quando non te lo dicono sono trattati.

    Se usassi i limoni trattati, che effetti avrei? come verrebbe il limoncello? non ci sarebbero reazioni tra le cere chimiche che usano per trattare i limoni e l’alcool?

    Grazie mille!

  115. Fabio 31 maggio 2013 @ 12:59

    @Nick l’alcool assorbe tutti gli elementi che hanno le bucce dei limoni, quindi se utilizzi limoni trattati c’é il rischio di ingerire sostanze chimiche. Ovviamente il sapore del Limoncello non cambia. Forse però potresti cercare i Limoni Biologici che non dovrebbero avere avuto elementi chimici aggiunti.

  116. Tommaso 14 giugno 2013 @ 13:12

    …ma l’alcool va messo tutto nelle bucce??? Grazie
    Tommaso

  117. Sergio 10 agosto 2013 @ 17:33

    Le proporzioni da voi suggerite sono ottime , io adopero un ingrediente naturale non facilmente reperibile, tranne di abitare vicino ad un vivaio di agrumi ornamentali ben fornito. Sappiate che di agrumi ne esistono più di un centinaio di specie, e tra queste si annovera la “limoncella romana” un alberello nanizzato che produce dopo un abbondantissima fioritura dei piccoli limoni della grandezza di un uovo di quaglia così profumati che ne bastano 10/12 per 1 litro di alcool e da cui si ottiene un liquore così profumato e aromatico da poterlo usare come profumo se non fosse per lo zucchero. Questa ricetta è stata da me elaborata secondo i vostri suggerimenti dopo che il vivaista mi aveva incantato facendomi assaggiare un nettare che mi aveva intontito. Successivamente presso lo stesso vivaista mi sono procurato una pianta e da due anni ne produco una piccolissima quantità per la gioia mia e dei miei amici. Se il vivaista non è in grado di reperire la pianta rivolgetevi al vivaio “La Palmara”

  118. Carlos 13 settembre 2013 @ 15:17

    Abbiamo fatto seguendo la ricetta con limone di tipo lime. Il risultato è perfetto.!

  119. Cristian 29 ottobre 2013 @ 17:07

    Cea mai buna reteta am facuto de doua ori . foarte foarte bun

    (La ricetta migliore che ho fatto, ben due volte. Molto molto buono)

  120. Elly 21 novembre 2013 @ 13:09

    Salve a tutti, sono napoletana e vivo qui in portogallo… la ricetta di questa pagina e’ identica a quella di mia mamma, e di solito lo faccio cosi anche io! purtroppo.. dopo aver trafugato in valigia limoni del mio giardino da napoli fino qui a lisbona… mi sono accorta che qui l’alcool a 90% non si vende. Non c’è e non si trova, senza possibilita di redenzione. Da nessuna parte, ne supermercato, ne negozio specializzato, e proibita la vendita. Ora mi diceva un negoziante di liquori di provare con l’aguardente bagaciera, ossia una grappa bianca abbastanza neutra a 46% e di diminuire la quantita di acqua. non so.. provero’. Mi dicono che questa viene usata qui in portogallo come base per altri liquori con frutta per esempio la ginjinha o il liqor de amendoa… cosa mi consigliate? provo o magari invento un nuovo liquore?
    ;)

  121. Nitto Morello 28 dicembre 2013 @ 22:22

    Perché non e’ prevista la opzione di inviare la ricetta? mi piacerebbe ricevere una vostra e-mail giornalmente o settimanale o mensile.

  122. Vincenzo 2 gennaio 2014 @ 00:15

    Salve, abito in puglia a Barletta e voglio smentire i detti che i limoni di amalfi sorrento ecc ecc. sono i migliori, vi posso garantire che i miei limoni sono ottimi per il limoncello, non potete immagginare quanti amici conoscenti e non conoscenti me li richiedono.

  123. Mariano 4 gennaio 2014 @ 14:11

    Ciao ben trovata con questa meravigliosa ricetta.. OTTIMA la tua presentazione ottimo il tuo spiegare. Sono tornato da Amalfi, dalla costiera, poi ISCHIA e ho riportato dei meravigliosi limoni.. dalla tua ricetta, che approfitto farò un limoncello sicuramente MERAVIGLIOSAMENTE BUONA.. ti farò sapere CIAO e dimmi notizie per altre lecornie. Mariano

  124. Venanzio 6 febbraio 2014 @ 22:45

    La tua ricetta è quella originale, io ci metto un paio di limoni in più, non esagerate con l’acqua e lo zucchero, senno’ non e’ più buona come quella che vi ha svelato la Dany!!!

  125. Giuseppe Stroscio 9 febbraio 2014 @ 11:45

    Signori buongiorno.
    Sono un piccolissimo proprietario terriero e ho dei limoni perfettamente prodotti al naturale da vendere.
    Accetto e valuto proposte di acquisto.
    Vendita Limoni 100% Naturali

    Signor Giuseppe Stroscio
    339 3298332 (24 ore al giorno)
    strosciogiuseppe54@gmail.com

    Cordialissimi saluti
    G. Stroscio

  126. Carlo de Gregorio 27 marzo 2014 @ 16:46

    Qualcuno chiedeva se c’era modo di utilizzare le bucce impregnate di alcool: io ho avuto la dritta da amici di Sorrento, e per anni l’ho fatto: nel vaso dove è stata fatta l’infusione, rimettere le bucce e 1-2 litri di vino bianco, con 2-4 cucchiai di zucchero e lasciare così per 3-4 giorni, poi filtrare… sentirete che aperitivo :)

  127. Carlo de Gregorio 27 marzo 2014 @ 17:11

    Faccio il limoncello con miei limoni sfusati dal 1985, quando ancora pochi ne conoscevano l’esistenza.
    Ho fatto tanti esperimenti, ma vorrei segnalare uno dei problemi che mi si sono presentati, e avere anche vostre osservazioni o altri suggerimenti, specie di calcolo da ilgrifo.
    Normalmente metto in infusione 200 gr. di bucce in un litro di alcool x 3 giorni, poi preparo sciroppo con 1 litro d’acqua e 600 gr di zucchero, raffreddo, miscelo, filtro e imbottiglio subito.
    Nel fare il limoncello a gradazione più bassa, usavo la stessa quantità di bucce nel litro d’alcol, poi in due litri d’acqua mettevo 1200 gr di zucchero e veniva una porcheria dolciastra e senza gusto !!!
    Sono arrivato alla seguente conclusione empirica: se voglio fare limoncello con 1 litro di alcol e 2 di acqua, cioè tre litri di limoncello, per avere lo stesso risultato che ho con 1 litro e 1 litro, devo mettere in infusione 300 gr di bucce (100 gr per litro di limoncello) e 900 grammi di zucchero e non 1200 (300 gr per litro di limoncello).

  128. Karin Fridéhn van Zoelen 23 aprile 2014 @ 16:26

    Salve,
    anch’io ho lo stesso problema di Elly, ma non ho visto nessuna risposta. Vivo in Olanda e qui non si vende alcool al 90%. Il massimo che si trova sarà qualche vodka con l’alcool 45%. Si potrebbe usare – e diminurie di meno con l’acqua?
    Spero di si perchè a me piace il limoncello fatto in casa così tanto!

  129. petronila de lima montarroyos 24 aprile 2014 @ 00:04

    maravilhoso.

  130. Daniele Cerullo 27 aprile 2014 @ 17:16

    Complimenti ottima ricetta, è la seconda volta che lo preparo ed è buonissimo!

  131. Eleonora 10 maggio 2014 @ 14:12

    Ciao! Grazie per aver condiviso la tua ricetta. Io preferisco la versione “per donne” e ogni volta mi fanno tanti complimenti!!! Grazie :)

  132. Ros 12 maggio 2014 @ 21:26

    Grazie per la tua ricetta. Per noi italiani all’estero e’ oro puro avere queste ricette. Posso metterlo subito in freezer dopo la preparazione?
    Saluti dalla Grecia
    grazieeeeeeeeee

  133. Carlotta 24 maggio 2014 @ 22:37

    Ciao, io vivo in inghilterra e vorrei fare il limoncello come si deve, ma l’alcool a 90% non lo vendono qui, il massimo che posso trovare e’ il 40%, come sarebbero le quantita’ di acqua e zucchero per farlo venire al 37% comunque? Ci ho provato con la formula ma la mia matematica e’ scarsa!
    Grazie, bacio Calotta

  134. Giorgio41 3 giugno 2014 @ 20:08

    Stesso problemi che Carlotta. In Francia si trova solo alcol a 40°.
    Devo usare 2 litri a 40° e poca acqua per il sciroppo ?
    Grazie

  135. Linda 4 giugno 2014 @ 01:39

    Ciao a tutti,
    brava Giovanna … bra-ava!!
    e bravissimo anche ilGrifo, che ringrazio, per i calcoli sulla gradazione alcolica…
    Mi si è aperto un mondo e sono 3 ore che sto facendo conti.. ;-)

    Inoltre, risulta anche a te qualcosa su quanto detto dal gentilissimo De Gregorio, e/o hai qualche altra dritta sull’utilizzo della dose di bucce per non esagerare con l’estrazione di principi amarognoli non voluti, quando ad esempio se ne vogliono mettere tante per abbassare un po’ la gradazione, ma mantenere il sapore?

    .. e ancora: c’è un modo per scegliere di ottenere un limoncello torbido piuttosto che trasparente? Magari utilizzando acqua con un residuo fisso più o meno basso… oppure inserendo lo sciroppo di zucchero tiepido piuttosto che freddo… oppure ho letto di aggiungere dell’albume d’uovo prima dell’ebollizione. Sai nulla?

    Un’ultima informazione: c’è chi suddivide l’alcool in due fasi (3/4 nella prima fase/settimana e 1/4 dopo).
    Hai un’idea del perché e se tale metodo è valido? Magari è un’evoluzione per estrarre al meglio i principi delle bucce.. non so..

    Grazie1000,
    ciao
    Linda

  136. Giuseppe 18 giugno 2014 @ 17:21

    A me è venuto con una punta di amaro, e’ possibile correggerlo! Sa di amaro non si può bere si può correggere. Grazie

  137. Maria 17 luglio 2014 @ 14:50

    Grazie mille! La ricetta funziona davvero alla grande (ed era anche la prima volta che facevo il limoncello).

  138. Teresa Sorrento 17 luglio 2014 @ 17:55

    Ciao,
    hai mai provato a farlo con lo zucchero di canna?

  139. Gianluigi 20 luglio 2014 @ 16:35

    Grazie anche per la formula della gradazione io ho la fortuna di avere annualmente i limoni di Tramonti e ne faccio il limoncello e poi il succo lo metto nel freezer a fare i cubetti che poi usiamo per il thé o altre bevande.

  140. Antonietta 25 luglio 2014 @ 15:56

    Ciao a tutti, ho seguito la ricetta alla lettera, ma alla fine dopo varie e varie filtrazioni si forma sempre un agglomerato solido sospeso, cos’è? come posso eliminarlo?

Lascia un commento

*

Torna su