Questo sito contribuisce
alla audience di

Ricetta freselle (o friselle) napoletane con pietra refrattaria Pepita

Friselle a raffreddare sul panno

Freselle una sopra l'altra

Eccovi le freselle realizzate dalla mia mamma… l’impasto è lo stesso del pane ma la lavorazione è un po’ diversa. La fresella è in pratica pane biscottato a forma di ciambella… biscottato perchè viene messo nuovamente nel forno (e dunque bi-scottato). E per mangiarlo (visto che è secco) basta “spugnarlo” (alla napoletana) con un po’ d’acqua e poi condito a piacimento! Mi sembra superfluo dire che la fresella è un cibo povero dalla lunga storia, visto che era l’insostituibile compagna di chi trascorreva mesi e mesi in navigazione!

Nonostante siano tradizione della famiglia di mia mamma napoletana le pubblico solo ora… perchè? Perchè in genere nel forno elettrico non vengono così bene ma… questa volta le abbiamo cotte sulla pietra refrattaria Pepita, una piastra da forno in argilla refrattaria che consente di cuocere in modo uniforme esaltando i sapori naturali… ed eccole qua, finalmente, le nostre freselle perfettamente dorate che mi ricordano le freselle della mia nonna, cotte nel forno a legna!

Ingredienti freselle  napoletane per 6 freselle

– 400 gr di farina
– 1/2 cubetto di lievito (uno intero se è inverno)
– 1 cucchiaino raso di sale
– acqua tiepida (non calda) quanta se ne assorbe

Preparazione freselle o friselle napoletane

Mettere la farina in una ciotola, aggiungere a poco a poco l’acqua tiepida in cui è stato sciolto il lievito sbriciolato

Impastare tutti gli ingredienti, aggiungendo il sale alla fine e acqua quanta se ne assorbe

Lavorare l’impasto per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo

Tagliate l’impasto con un coltello: dovreste vedere i buchini della lavorazione (l’aria che viene incorporata all’impasto)

Formate una palla e lasciar riposare l’impasto 20 minuti

Riprendere l’impasto e fare delle pagnottine del peso di circa 200 gr

Con le mani fare un buco nel centro ed allargarle per ottenere delle ciambelline larghe e schiacciate

Farle crescere altri 15/20 minuti

Io le ho infornate sulla pietra refrattaria già calda (lasciata in forno 20-30 minuti) ricoperta di carta da forno

Fatele cuocere per circa 15/20 minuti a 160° in modo da farle asciugare un po’

Trascorso questo tempo, tirarle fuori dal forno e farle raffreddare

Quando sono fredde tagliarle orizzontalmente con un coltello e separarle

Rimetterle in forno per altri 15-20 minuti girandole da entrambi i lati

 Sfornatele quando sono belle asciutte e dorate da entrambi i lati

Freselle sulla refrattaria

Fatele raffreddare all’aria coperte da un panno (io ho usato un panno di tela)

Freselle a raffreddare sul panno

Si conservano a lungo nei sacchetti di carta (quelli del pane) o in un sacchetto di tela

Friselle una sopra l'altra

Io, per provare la pietra da forno, ho fatto un po’ di impasto in più  e ho realizzato anche del pane  a spirale… ma per quello vi rimando alla prossima ricetta!

Print Friendly
[Voti: 36    Media Voto: 3.6/5]

Info per Ricetta freselle (o friselle) napoletane con pietra refrattaria Pepita

Ricetta scritta da il
Tempo totale: minuti
Persone: 6
Inserita nelle categorie
Tag: fr'sell, freseḍḍa, freselle, freselle napoletane, frisa, friseḍḍa, frisella, friselle, friselle pugliesi, pepita, pietra da forno, pietra refrattaria, ricetta

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

11 Commenti

  1. Anca Mihailescu 27 giugno 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *