Agrodolce

Ricetta Filetti di pangasio con pomodoro e olive

Link sponsorizzati

filetto-di-pangasio-con-pomodoro-e-olive

filetto-di-pangasio-nel-piatto

In effetti il pangasio non è certo un pesce di qualità (è infatti noto per il prezzo più che competitivo, tant’è che spesso viene iper utilizzato nelle mense)… ma questa è una ricetta che, oltre ad essere veloce, lo rende decisamente piacevole!

Ingredienti per 1 persona:

 - 1 grosso filetto di pesce pangasio o altra qualità di pesce

- pomodoro (passato, pezzetti o pelati)

- olive nere

- aglio

- olio

- prezzemolo

 

Preparazione:

Mettere i filetti di pancasio (anche se ancora surgelato) in una padella con aglio a pezzetti, olio e prezzemolo. Dargli una girata rapida da entrambe le parti per farlo insaporire e spostarlo in un piatto

 pangasio-girato-in-padella

 Nella padella in cui si passato rapidamemnte il pangasio, aggiungere un po’ di pomodorini (a pezzetti, pelati, passato, secondo preferenza)

aggiunta-pangasio

 Far cuocere il pomodoro e, a metà cottura, aggiungere il pesce

aggiunta-pangasio

Aggiungere un po’ di olive

aggiunta-olive

Coprire a far finire di ritirare il pomodoro

pomodoro-ritirato

Servire e buon appetito!!

particolare-filetto-di-pangasio-con-pomodoro-e-olive

prsentazione-filetto-di-pangasio-con-pomodoro-e-olive

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.2/5 (10 votes cast)
Ricetta Filetti di pangasio con pomodoro e olive, 3.2 out of 5 based on 10 ratings
Link sponsorizzati
Ricette di cucina Ed è stata letta: 62.328 volte.
Ricetta scritta da il 30/01/2009
Inserita nelle categorie
Tag: filetti di pesce con pomodoro e olive, olive, ricette con foto, ricette veloce

Stampa Stampa Ricetta in pdf con fotoScarica la ricetta

12 Risposte per Ricetta Filetti di pangasio con pomodoro e olive

  1. Mila 26 febbraio 2009 @ 17:34

    Ciao, sono Mila.
    La ricetta sarà senz’altro buonissima solo che il pangasio è un pesce che non è molto consigliabile consumare, è economico e saporito ma dal punto di vista nutrizionale è molto grasso e con una percentuale scarsa di altri nutrienti importanti, il rapporto proteine/grassi è molto sbilanciato verso i secondi.
    Nonostante sia saporito è un pesce di acqua dolce e proviene principalmente dal fiume Mekong che è uno dei più inquinati del mondo, il pangasio quindi è molto spesso contaminato da ingenti quantità di arsenico ed altri tossici.

  2. Dany 26 febbraio 2009 @ 18:27

    Ciao Mila,
    grazie per la segnalazione e per le informazioni.
    Hai ragione per quanto riguarda le informazioni nutritive sul pangasio… ed ho accennato al fatto che il pangasio non è un pesce di qualità.
    Con la la mia ricetta non volevo certo invogliare a consumare un tipo di pesce potenzialmente dannoso… ma dare una ricetta, un’idea valida con qualsiasi tipo di pesce!
    Non credo sia però giusto colpevolizzare chi usa un pesce piuttosto che un altro… ognuno sceglie di comprare ciò che vuole, secondo la propria testa e con le proprie motivazioni…
    Quindi, una volta date tutte le informazioni… ai navigatori le conclusioni…

  3. Maria Teresa 5 dicembre 2009 @ 17:06

    Questa ricetta è davvero invitante… da far venire l’acquolina in bocca! Adesso che so che il pangasio vive in acque inquinate, sceglierò un altro pesce,ma stessa ottima ricetta :D
    Saluti a tutti!

  4. Anna 11 gennaio 2010 @ 15:42

    Ho comprato i filetti di pangasius ignara della tossicità delle acque in cui vive, ma com’è possibile che si metta in commercio un prodotto simile?
    Adesso cosa fare… getterò via i filetti di pangasius?
    grazie

  5. Dany – Ideericette 12 gennaio 2010 @ 10:49

    Cara Anna… che dire? Io ho smesso subito di comprarlo ;-) dopo che anche mia madre aveva comprato quella volta questi filetti ignara delle informazioni allarmanti che giravano… però ancora non è chiaro se e quanto è così pericoloso… :roll:
    Ad esempio la coop ha smentito più volte sull’Informatore queste informazioni in vari articoli…
    Loro sostengono che il pangasio che viene venduto nei loro punti di vendita non viene pescato nel fiume Mekong, bensì allevato in vasche controllate (speriamo…).

    Infine, rispetto alle informazioni nella quali si sosteneva che era pesce contaminato da metalli pesanti e da altri inquinanti, le successive analisi eseguite hanno dimostrato il contrario. Infatti loro sostengono che anche su altri pesci (ma non so se di fiume o di mare) sono stati riscontrati esattamente gli stessi valori.

    Infine è stato diffuso e colpevolizzato il fatto che non è un pesce allevato in Italia (il che è vero e quindi chissà se e quanti controlli vengono fatti) e che ha meno omega 3 del pesce azzurro, e anche questo è vero.

    La coop sosteneva che le analisi, i metodi di produzione, le certificazioni di qualità dimostrano che quanto vendono non ha alcun rischio di contaminazioni ed è perfettamente adatto al consumo alimentare.

    Sarà vero?

    Certo è che se vengono venduti filetti di pangasio come cernia o sogliola come è successo ultimamente….. alla fine lo mangiamo lo stesso… :-(

  6. Lela 4 marzo 2011 @ 16:13

    Grazie per la gustosa ricetta… in quanto al tipo di pesce, credo che sia interessi delle stesse grosse catene di distribuzione controllare che nei banchi del pesce fresco e congelato passino alimenti quantomeno “sani”… :roll: :roll: altrimenti di chi fidarsi???
    Un saluto a tutte. :grin:

  7. Sonia 9 marzo 2011 @ 10:32

    Greazie questa ricetta è molto gustosa ;-)
    Per quanto riguarda il pesce bisogna credere :twisted: a quello che l’informazione ci dice altrimenti non mangeremo più niente :!: dal semplice pane… che le farine che adoperano non si sa quello che c’è…. :shock:
    e tutto ciò che riguarda gli alimenti a lunga conservazione.
    Elle patate surgelate? :evil:

  8. Lorena 19 marzo 2011 @ 10:16

    Io ho comperato dei filetti di pangasio surgelati e sulla confezione risultano provenienti da pesci allevati in Italia. Mi auguro che almeno quanto scrivono corrisponda.
    Comunque proverò la ricetta e Vi farò sapere.
    Ciao a tutte ;-)

  9. Salvador 23 agosto 2011 @ 20:27

    Mi avete fatto finire la fame. Il pangasio è quasi pronto, se sopravviveremo vi faremo sapere ciao… o addio!!!

  10. Giacomo 28 gennaio 2012 @ 20:25

    Spero di sopravivere ormai l’ho comprato e ce lo mangiamo :!:
    Spero di non fare brutta figura.

  11. Martina 6 febbraio 2012 @ 21:29

    E’ vero che ognuno è libero di mangiare ciò che vuole, ma spesso, come dimostrato dai commenti su questa ricetta, c’è parecchia disinformazione. A giovarne i venditori, a scapito della salute del consumatore che non può sapere tutto. I media hanno dedicato due anni fa diversi servizi sui questo pesce, dimostrando che proviene dal fiume vietnamita menzionato, altamente inquinato. Ignoro l’esistenza di allevamenti in Italia e pertanto non mi sbilancio. Anche lo smeriglio, pesce economico simile allo spada è un pescecane e scommetto che non tutti lo sanno.
    A ognuno la liberta’ di scelta, ma ricordatevi che è la domanda a dettare il mercato dell’offerta.

  12. Roberto 28 febbraio 2013 @ 14:14

    Sto provando a cucinare il Pangasio secondo la ricetta…
    giusto per informazione: albanesi.it/alimentazione/cibi/pangasio.htm

Lascia un commento

*

Torna su