Agrodolce

Ricetta Crostini con cavolo nero, fagioli zolfini e olio nuovo

Link sponsorizzati

Il fagiolo Zolfino è un fagiolo particolarissimo e di nicchia, spesso rammentato da Beppe Bigazzi, prodotto nell’area di Pratomagno (Casentino, provincia di Arezzo), in particolare sulle pendici montuose attorno alla strada dei Setteponti, attraverso i comuni di Castiglion Fibocchi, Loro Ciuffenna, Terranuova Bracciolini, Castelfranco, Laterina, Piandiscò e Reggello. Lo Zolfino è chiamato così per il colore giallo pallido, appunto come lo zolfo. Ha una forma globosa, leggermente panciuta, una buccia sottile e finissima, la pasta densa e cremosa. Oggi è stato riscoperto e valorizzato fino alla richiesta di riconoscimento Igp. Io conosco bene questo tipo di fagiolo perché mia zia Grazia è di quelle zone e, tra i consueti e apprezzatissimi doni alimentari che mi fa ogni anno, c’è sempre un bel pacchetto di Zolfini da cuocere. Le ricette migliori per apprezzarne il sapore sono ricette semplici, come questa… con un filo di olio extravergine di oliva appena fatto e un buon Chianti di accompagnamento!

Ingredienti:
- fette di pane
- fagioli zolfini
- 1 mazzetto di cavolo nero
- sale
- pepe
- 2 spicchi aglio
- salvia
- olio nuovo extravergine

Preparazione:

Ecco i nostri fagioli zolfini

Anche se non è necessario metterli a mollo, io consiglio di lavarli e tenerli a mollo almeno 2-3 ore

Quindi aggiungere 1 spicchio di aglio e della salvia facendo cuocere per circa 2 ore

A fine cottura aggiungere un po’ di olio e regolare di sale.  Nel frattempo prendete il cavolo nero

eliminate le coste più dure, potete farlo con il coltello oppure prendete con le dita di una mano la costola del cavolo alla base e tirate verso la foglia

tagliate a pezzetti e lavate le foglie

In una padella fate soffriggere delicatamente 1 aglio tagliato a metà

quindi aggiungete il cavolo tagliato a pezzetti e un pizzico di sale

fate cuocere per circa 10 minuti, regolando di sale se necessario

Accendete il forno, tagliate le fette di pane

e mettetele a tostare nel forno

A questo punto mettete il cavolo nero sulle fette di pane

e disponete sopra i fagioli zolfini

condite con sale, pepe e olio nuovo

Buon appetito!!!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 2.3/5 (6 votes cast)
Ricetta Crostini con cavolo nero, fagioli zolfini e olio nuovo, 2.3 out of 5 based on 6 ratings
Link sponsorizzati
Particolare presentazione crostino cavolo nero e zolfini Ed è stata letta: 12.249 volte.
Ricetta scritta da il 15/12/2010
Inserita nelle categorie
Tag: cavolo nero, crostini con zolfini, fagioli zolfini, fagioli zolfini e olio nuovo con foto passo passo, fagiolo zolfino, olio nuovo, Ricetta Crostini con cavolo nero, ricette con cavolo nero, ricette con fagiolo zolfino, ricette con zolfini

Stampa Stampa Ricetta in pdf con fotoScarica la ricetta

6 Risposte per Ricetta Crostini con cavolo nero, fagioli zolfini e olio nuovo

  1. Nadia 10 gennaio 2011 @ 19:42

    Che bontà!!!

  2. Olio extravergine 8 settembre 2011 @ 22:04

    Buona… la voglio provare! Come olio userò un olio toscano dal fruttato intenso!

  3. Lidia 29 gennaio 2012 @ 23:03

    Grazie, sono un’appassionata di cucina regionale Italiana e questa mi sembra perfetta per ampliare la scelta dei miei antipasti tipici Italiani VEGETERIANI da sempre e non modificati dalla moda! ;-) Lidia

  4. Dany – Ideericette 1 febbraio 2012 @ 14:01

    @ Nadia: grazie!
    @ Olio Extravergine: chi meglio di voi può capire quanto influisce sul sapore la scelta dell’olio!
    @ Lidia: non so se è una ricetta tipica non modificata dalla moda ma.. è talmente semplice ed essenziale che credo possa essere definita una ricetta senza tempo!

  5. Chiacchiere ai fornelli 11 aprile 2012 @ 12:58

    Ciao, piacere di conoscerti, ti ho appena rubato la ricetta del riso con il salmone ed il pompelmo, poi ho incontrato questi fantastici crostini, e dico fantastici perchè sono di Arezzo, conosco benissimo questi ingredienti e tu li hai realizzati in modo perfetto. Scusa mi presento, io sono Emanuela ed il mio blog si chiama Chiacchiere ai fornelli. Tornerò a farti visita presto.

  6. Raffaella 21 novembre 2013 @ 11:03

    Ciao senza ombra di dubbio è una bontà e la vorrei fare anch’io ma qui a Livorno non riesco a trovare il fagiolo zolfino mi potreste indicare come poterlo avere.
    Grazie

Lascia un commento

*

Torna su