Questo sito contribuisce
alla audience di

Ricetta Bianchetti con spinaci e uova in cocotte

Ecco una ricettina che ho preso dal libro di Luigi Colli “Cucina Ligure ricettarioed. Giunti Demetra… non ho mai avuto il piacere di gustare la ricetta originale quindi non sapevo in realtà come dovesse venire… quando, sfogliando il libro, la ricetta mi ha colpito a colpo d’occhio, ho pensato che fosse semplice ma sfiziosa, proprio come le ricette che piacciono a me! Quando sono arrivata a realizzarla, la prima sensazione che ho avuto è che fosse precisa ed accurata ma non così minuziosa di particolari da tarpare le ali della creatività! Perché dico questo? Perché mentre la realizzavo ho avuto tanti piccoli dubbi e ho pensato a tante piccole varianti… “Gli uomini comuni guardano le cose nuove con occhio vecchio, l’uomo creativo osserva le cose vecchie con occhio nuovo” diceva Gian Piero Bona… credo che mai frase fu più vera. Senza nessuna presunzione o riferimento personale… ma invece come apprezzamento verso uno stile del libro che mette le basi per uno spazio mentale che stimoli la creatività! Di fatto io ho rielaborato in minima parte la ricetta a modo mio (aumentando la quantità di bianchetti, che ho disposto solo centralmente in modo da lasciare visibili gli spinaci e cuocendo questi ultimi in padella con poco burro per non perdere le vitamine nell’acqua in cui avrei dovuto lessarli, se avessi seguito la ricetta)… spero quindi che i liguri non si offendano se mi sono discostata un po’ dalla tradizione ma apprezzino invece l’interesse per la ricetta! Un mio consiglio? Aggiungerei del formaggio grattugiato (pecorino) alle uova… non l’ho messo, nonostante la tentazione, per non deviare troppo dalla ricetta… ma col senno di poi posso affermare che il formaggio, come avviene nelle frittelle di bianchetti, avrebbe dato un sapore più corposo e deciso al piatto. Io ho preparato e servito tutto direttamente in delle cocottine monoporzione… ma se preferite potete usare una pirofila unica!

Ingredienti per 3/4 persone:

– 1 kg di spinaci
– 500 gr. di bianchetti  (300 gr. nella ricetta originale) – in alternativa usate il pesce ghiaccio, anche se non è certo la stessa cosa!
– 3 uova
– prezzemolo
– 1 pezzetto di burro
– pepe

Preparazione:

Prendete gli spinaci

Pulire le foglie eliminando i gambi più duri

Potete conservare le foglie più giovani e tenere per un’insalata o una carbonara di spinaci

Lavate bene le foglie di spinaci con acqua e un filo di aceto smuovendole con le mani per far depositare la terra

Far sgocciolare bene le foglie di spinaci (non importa che siano asciutte ma non devono essere nemmeno troppo acquose)

Fate sciogliere un pezzetto di burro in padella quindi aggiungete gli spinaci

Riempite la padella il più possibile, aggiungete del sale e coprite con un coperchio

Vedrete che appassiranno molto presto (ed eventualmente potrete aggiungere quelli che sembravano non entrare)

Non fateli cuocere troppo ma solo appassire (dovranno poi cuocere in forno)

Nel frattempo mettete i bianchetti (o il pesce ghiaccio) in acqua e aceto

Sciacquateli sotto acqua corrente e fateli sgocciolare

Prendete 4 ciotoline/cocottine, disponete gli spinaci

In una ciotola mettete le uova, unite un pizzico di sale, il pepe ed il prezzemolo tritato

Sbattete bene le uova

Aggiungete i bianchetti

Mescolate bene

Versate quindi sul letto di spinaci e spolverizzate con del pepe… io ho versato solo sulla parte centrale della ciotolina in modo da lasciare visibili gli spinaci (anche l’occhio vuole la sua parte!!!)

Infornate per 10 minuti a 180°!

 

Se di gradimento potete aggiungere altro pepe macinato fresco

Buon appetito!

Print Friendly
[Voti: 4    Media Voto: 4.8/5]

Info per Ricetta Bianchetti con spinaci e uova in cocotte

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: bianchetti, foto passo passo, pesce ghiaccio, ricetta, ricette di cucina con foto, spinaci, uova

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

3 Commenti

  1. Giulia 21 ottobre 2012
  2. Cucina di Barbara 20 ottobre 2012
  3. Marjlou 20 febbraio 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *