Agrodolce

Ricetta Alici marinate

Che dire delle alici o acciughe? Come tutto il pesce azzurro (di cui fa parte) è un pesce semigrasso, con molte proteine, vitamine A, B e D e contiene acidi grassi insaturi della classe omega-3 molto importanti perché capaci di ridurre il livello del colesterolo nel sangue e quindi capaci di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Sono piuttosto comuni nei nostri mari e di conseguenza non hanno neanche dei costi elevati quindi… perché non approfittarne? Se consumate senza cottura, onde evitare il rischio Anisakis e altri microorganismi e batteri, è necessario il loro abbattimento: 96 ore a -15° C, 60 ore a -20° C, 12 ore a –30° C, 9 ore a -40° C. Nei congelatori tradizionali di casa (da almeno tre stelle) il pesce deve essere congelato per almeno 96 ore, meglio ancora se per una settimana. L’Anisakis è infatti un parassita intestinale molto diffuso in alici, aringhe, triglie e merluzzi che migra dalle viscere del pesce alle sue carni se, quando catturato, non viene prontamente eviscerato;  le larve possono impiantarsi sulla parete dell’apparato gastrointestinale. Per questo motivo è sempre bene chiedere al pescivendolo se il pesce è stato abbattuto (anche se in realtà per legge dovrebbe esporre un cartello che indica che, nel caso venga consumato crudo, sono necessari degli accorgimenti) e, in caso di dubbio, provvedere sempre all’abbattimento.
Ma veniamo a questa ricetta… le alici marinate sono una delizia… una tira l’altra… ed è uno dei piatti che più spesso facciamo d’estate… non c’è molto altro da dire se non… provate a farle a fatemi sapere!! E se le fate il giorno prima sono ancora più buone!

Ingredienti per 3/4 persone:

– 300 gr alici fresche (acciughe)
– aceto di vino rosso
– succo di 1 limone
– menta (o prezzemolo)
– aglio
– olio
– peperoncino

Preparazione:

Eccoci all’operazione meno simpatica… pulire le alici…

Togliete la testa delle alici

Apritele lungo il ventre  senza dividere i due filetti eliminando la lisca e le interiora (grazie mamma, con due sole mani non ce l’avrei fatta!)

Ripetete l’operazione per tutte le acciughine e lavatele sotto acqua corrente

Nel frattempo in una terrina mettete l’aceto, il succo di limone  un pizzico di sale

e mettetevi a “marinare” le alici pulite e lavate

Lasciate marinare fino a che le alici diventano bianche

A questo punto scolarle (senza sciacquarle) in un colino


Asciugatele una ad una con un panno pulito per togliere l’accesso di liquido

stendetele una per una in una pirofila creando uno strato, quindi spolverizzate lo strato con menta, aglio e peperoncino a pezzetti (d’inverno, non essendoci la menta, usate il prezzemolo)

versate sopra abbondante olio d’oliva per coprire lo strato

Ripetete gli strati di alici come sopra fino a completamento delle alici; guarnite con un pomodorino ciliegino e qualche fogliolina di menta

Lasciate insaporire per almeno mezza giornata, ma il giorno dopo sono ancora più buone!

Buon appetito!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.6/5 (16 votes cast)
Ricetta Alici marinate, 4.6 out of 5 based on 16 ratings
Ricetta scritta da il 16/07/2010
Inserita nelle categorie
Tag: acciuga, alice, Engraulis encrasicolus, ricetta acciughe marinate, ricetta alici marinate, ricette con acciughe, ricette con alici, ricette con pesce azzurro, ricette con pesce povero, ricette di cucina con foto
Primo piano acciughe marinate
Ed è stata letta: 53.784 volte.
Stampa Stampa Ricetta in pdf con fotoScarica la ricetta

5 Risposte per Ricetta Alici marinate

  1. Toni 14 maggio 2011 @ 10:16

    Che bontà, adesso che l’estate è così vicino…

  2. Nino 24 maggio 2011 @ 17:12

    :razz: Proverò a farle, mi sembra di sentirne il sapore.

  3. Roberto 1 giugno 2011 @ 15:55

    Ciao Dany, volevo sapere visto che non si cuociono, bisogna congelarle (per eliminare eventuali parassiti) prima di prepararle? Grazie.

  4. Dany – Ideericette 4 giugno 2011 @ 00:08

    @ Toni: concordo, in estate le alici marinate sono deliziose!!!
    @ Nino: facci sapere se ti sono piaciute!!!
    @ Roberto: in realtà esiste una normativa europea (CE 853/2004) che obbliga i produttori e i negozianti a congelare tutto il pesce commercializzato (quindi anche il crudo) a -20 gradi per almeno 24 ore. Quindi teoricamente non importa che lo congeli tu (tanto più che le alici si fanno spesso marinate e hanno un alto rischio di ’Anisakidosi’)… tuttavia di consiglio di chiedere sempre al pescivendolo, meglio se di fiducia!!!

  5. Jany 13 novembre 2011 @ 16:19

    :lol: :grin: :x :roll: :lol:
    Mi fanno impazzire

Lascia un commento

*

Torna su