Agrodolce

Ricetta Agnello in fricassea

Particolare presentazione agnello in fricassea

Presentazione agnello in fricassea

Questa ricetta dell’Agnello in fricassea è la ricetta tramandata dalla mia nonna paterna (che io non ho mai conosciuto) a mia zia e da mia zia a mia madre. Probabilmente non è la ricetta originale dell’agnello in fricassea visto che mia nonna usava il latte per cuocere l’agnello (invece del vino, come si legge generalmente nelle ricette), tuttavia a me così piace perchè smorza un po’ il sapore forte dell’agnello… e quindi ve la propongo in questa variante di casa mia!!!

Ingredienti per 3 persone:

– 700 gr di agnello
– farina
– mezza cipolla
– olio d’oliva
– 1 bicchiere di latte
– 2 uova
– succo di 1 limone
– sale

Preparazione:

Lavate bene l’agnello, eliminate il grasso con un coltello

Agnello privato del grasso

quindi tagliatelo a pezzi

Agnello tagliato a pezzi

In un piattino mettete la farina con un po’ di sale e infarinate bene i vari pezzi di agnello

Agnello infarinato

Nel frattempo mettete a scaldare l’olio in padella e aggiungete la cipolla tritata grossolanamente

Cipolla a rosolare

e farla appassire aggiungendo un po’ di acqua appena inizia a soffriggere vivacemente

Cipolla ad appassire

Aggiungete l’agnello infarinato e fatelo rosolare da entrambi i lati

Agnello rosolato da entrambi i lati

Aggiungere quindi il latte un po’ per volta

Aggiunta latte poco per volta

e proseguite la cottura dell’agnello

Agnello in cottura con il latte

Fate addensare bene la crema di latte

Crema di latte addensata

fino a che non si è ritirata completamente

Agnello cotto con il latte

Poco prima di servire, preparate una ciotola con 2 uova, il succo di 1 limone, sale e pepe

Ciotola con uova, limone, sale e pepe

Sbattete bene con una forchetta

Uova, limone, sale e pepe sbattuti insieme

e versare il composto sull’agnello caldo

Composto di uova e limone versato sull'agnello

Far rapprendere la crema di uovo ma non troppo!

Crema di uovo a rapprendere

La salsa deve rimanere morbida e cremosa! Ed ecco il vostro agnello in fricassea pronto per essere servito caldissimo!

Agnello in fricassea in padella

Impiattate e via in tavola!

Agnello in fricassea piatto nero

Particolare agnello in fricassea piatto nero

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.3/5 (13 votes cast)
Ricetta Agnello in fricassea, 4.3 out of 5 based on 13 ratings
Ricetta scritta da il 12/12/2009
Inserita nelle categorie
Tag: agnello, agnello con uovo, agnello in fricassa, ricette con agnello, ricette di cucina con foto, uova
Agnello in fricassea piatto nero
Ed è stata letta: 35.168 volte.
Stampa Stampa Ricetta in pdf con fotoScarica la ricetta

13 Risposte per Ricetta Agnello in fricassea

  1. mamminavale89 19 dicembre 2009 @ 19:57

    :???: … interessante idea da applicare con carne di maiale a mio parere, ma eviterei assolutamente le uova non cotte!!! Stento a credere che ci siano persone che riescono a mangiarle… bleah… addirittura ci fanno la pasta cuocendole ancora meno!!!vabbè,mio parere personale pardon!!!
    cmq proverò la ricetta senza uova e con carne di maiale, sembra essere un bel modo di cucinare la carne in modo diverso…

  2. Dany – Ideericette 19 dicembre 2009 @ 20:14

    :?: :?: Mamminavale, temo ci sia stato un fraintendimento… le uova non sono affatto crude :!: Il fatto che l’uovo non deve essere cotto troppo e rappreso non significa che sia crudo! Mi pareva evidente dalle foto… ma vista la tua domanda vedrò di specificarlo nella ricetta!

  3. Osvaldo 25 dicembre 2010 @ 23:37

    Spero che tu mi legga anche se non hai commenti dall’anno scorso.
    E’ la sera di Natale e mi accingo a preparare l’agnello seguendo alla lettera la tua ricetta che mi è parsa la migliore fra tutte quelle che ho visto sui vari siti. Come regola non preparo mai agli amici una ricetta senza averla prima testata con i miei familiari (giudici estremamente esigenti e forse un po stronzetti), ma questa volta sono certo di preparare un piatto particolarmente gustoso e delicato…
    Ti farò sapere (anche eventuali commenti poco entusiasti).
    Grazie comunque per la ricetta.
    Osvaldo

  4. Maria 26 dicembre 2010 @ 12:54

    ;-) Anch’io spero che tu mi legga, non metto in dubbio l’autenticità della ricetta, ma considerato che una volta c’erano meno portate, l’aggiunta dell’uovo completava meglio il piatto, oggi secondo me l’abbinamento risulterebbe poco digeribile vista l’abbondanza di piatti che portiamo in tavola, penso che sostituirei l’uovo con della panna diluita in poco brodo vegetale a cui aggiungerei dello zafferano e il succo di limone con sale e pepe :!:

  5. Arance di Sicilia 26 dicembre 2010 @ 14:47

    Sembra davvero gustosa…
    Ottima ricetta grazie e Auguri di Buon Natale ;-)

  6. Dany – Ideericette 31 dicembre 2010 @ 02:02

    @ Osvaldo: grazie per la fiducia ma… forse è un po’ troppa? Io consiglio sempre di sperimentare le ricette prima di realizzarle per cene “importanti” non solo per familiarizzare con la “preparazione” ma anche per verificare che il gusto finale sia in accordo con il proprio palato! Rimango comunque in attesa di commenti, positivi o negativi che siano, e di eventuali consigli!!
    Comunque, per inciso: io non sono un’appassionata di agnello ma cotto così, con il latte, viene morbido e perde quel sapore forte… :mrgreen:
    @ Maria: certo che ti leggo! Come ti ho già risposto su FB e ti rispondo nello stesso modo… al di là del valore affettivo per cui tengo alla ricetta, fatta così… e al di là del fatto che se togli l’uovo non è più una fricassea (e allora parliamo di un’altra ricetta) sostituire il latte con la panna, che è un suo derivato, non mi sembra un modo per alleggerire il piatto… e anche se poi si eliminano le uova, aggiungendo lo zafferano ed il brodo di dado… mi sembra che il risultato non cambi di molto quanto a leggerezza!!!
    Allora meglio alleggerire mettendo solo il vino senza latte ma con le uova, come consigliava Stefano su FB, seguendo la ricetta di sua nonna!!!
    Ma questa è una mia opinione personale, ci mancherebbe!!!
    @ Arance di Sicilia: cari auguri per un Felice 2011!!!

  7. Giovanni 25 gennaio 2011 @ 14:14

    Per smorzare il sapore dell’agnello, provate a comperarli di qualità e non nei supermercati.
    La razza, la provenienza, la grandezza e i pascoli sono determinanti per il sapore delicato della carne.
    Affidatevi se possibile a macellai di fiducia e non pretendete anche di risparmiare.
    In merito alla ricetta… usare il vino!

  8. Dany – Ideericette 26 febbraio 2011 @ 22:32

    @ Giovanni: grazie del consiglio e della spiegazione tecnica ma… anche l’agnello più delicato ha pur sempre il sapore forte dell’agnello, per quanto possa essere più delicato rispetto a quello economico… ci sono persone che non lo tollerano (mia madre in particolare, sin da quando era giovane) ed io rispetto i suoi gusti…
    Per la scelta vino/latte… io credo che ciascuno possa scegliere cosa usare senza nessun imperativo come hai fatto tu… per me è latte, il motivo è anche affettivo e l’ho spiegato… però credo che ciascuno sia libero di sperimentare e scegliere in modo autonomo e con il proprio cervello, non il mio, non il tuo…

  9. Giordano 24 aprile 2011 @ 09:36

    Ho provato entrambe le varianti, sia con il latte che con il vino, sono entrambe più delicate della ricetta tradizionale dell’agnello, certo con il latte e molto più gusto morbido. Ho aggiunto i piselli prima dell’uovo e ho ottenuto la tradizionale ricetta dell’agnello pasquale. Veramente ottimo nelle 2 versioni.
    Ciao

  10. Carmela 7 aprile 2012 @ 20:36

    Squisito… grazie 1000 per questa ricetta sublime. In casa si sono leccati tutti i baffi!!!
    Un successo garantito

  11. ste 9 aprile 2012 @ 11:49

    La preparazione in fricassea è classica di Pasqua nella mia famiglia… la prepara mio padre ma non con l’agnello, con polpettine (proprio piccole) e piselli… praticamente piace solo a lui… ma proprio per questo gli chiediamo sempre di prepararla (per farlo contento) e noi la assaggiamo anche se solo un boccone ^_^

  12. Aldo 1 aprile 2013 @ 20:29

    Io la ricetta l’ho modificata, non avendo il limone ho aggiunto lo zenzero e mi è sembrata un’idea fantastica.

  13. ilocapitano 18 gennaio 2014 @ 00:00

    Ottima ricetta, proporrei di sostituire l’agnello con i durelli di pollo (anziché il latte userei il vino bianco secco).

Lascia un commento

*

Torna su