Questo sito contribuisce
alla audience di

Recensione Cena groupon di pesce con astice al Ristorante Palazzo Gaddi di firenze

E di nuovo, dopo un po’ di ricette, eccovi la recensione di un Ristorante, quella del Ristorante Palazzo Gaddi, ospitato all’interno del prestigioso hotel a 4 stelle Boscolo Astoria e noto per essere uno dei migliori di Firenze. La location è molto suggestiva: Palazzo Gaddi Arrighetti è infatti un edificio storico costruito nel XVIII secolo da una delle più importanti famiglie fiorentine, la famiglia Gaddi, appunto. Così quando ho visto il coupon con menù di pesce con astice su Groupon… l’ho preso al volo pensando di utilizzarlo per una cena romantica prima dell’inizio delle vacanze di Natale!!

Coupon Groupon Palazzo Gaddi FirenzeNello specifico il menù prevedeva, per ogni persona:

  • antipasto di cozze gratinate con carpaccio di polpo e panzanella di mare
  • primo a scelta tra tagliolini all’astice, paccheri alla carbonara di mare e linguine con julienne di seppie e zucchine
  • secondo a scelta tra gamberoni argentini alla griglia con insalatina agli agrumi e pomodorini gratinati, filetto di branzino in crosta di patate e zucchine gratinate al forno e calamaro alla griglia seduto su letto di patatine arrosto
  • dolce a scelta tra torta ghiotta al cioccolato fondente, gelato al limone e millefoglie di ananas con crema chantilly servito con linguine di gatto
  • calice di vino bianco S. Martina (cantina Folonari)
  • una bottiglia d’acqua ogni 2 persone
  • caffè, servizio e coperto

Coupon per 2 persone a 44,90 € invece di 103
Coupon per 4 persone a 84,90 € invece di 201

Esterno hotel AstoriaHo prenotato per lunedì 22 Dicembre alle 21:00… approfittando di mia mamma ben disponibile a tenerci Gabriele per una sera. Il parcheggio sotto la stazione di Santa Maria Novella è vicinissimo… basta prendere via dei Panzani e via del Giglio rimane quasi subito sulla sinistra.

Interno Palazzo GaddiInutile dire che Palazzo Gaddi Arrighetti è davvero magnifico: entrando si respira subito il fascino della Firenze rinascimentale, sia nella hall, elegante ed accogliente sia nel ristorante dove ogni particolare è ricercato e raffinato. Inoltre passato l’atrio (dove si trova la reception) si trova sulla sinistra, poco prima del ristorante, uno scalone monumentale, dove si trova un scultura di Ercole in riposo lungo la balaustra. E subito prima delle scale, visto il periodo natalizio, un enorme e bellissimo albero di Natale. Davvero un atmosfera elegante, accogliente, da sogno…

Ambiente Ristorante Palazzo GaddiCome sempre ci succede fissiamo tardi per paura di non farcela e poi arriviamo sempre prima, poco o tanto… ;-) anche in questo caso nessun problema a farci sedere per i 10 minuti di anticipo.

Ci sediamo e mentre osserviamo i soffitti affrescati, ci viene portato subito il menù Groupon, peraltro corrispondente in tutto e per tutto al coupon.

La ragazza che ci prende l’ordine ci  chiede se vogliamo acqua gassata o naturale e ci ricorda che nell’antipasto sono previsti tutti e tre gli antipasti (cozze gratinate con carpaccio di polpo e panzanella di mare) e che noi dobbiamo scegliere le altre portate alla carta.

Menù apparecchiatura e acqua Palazzo GaddiMentre leggo il menù chiedo a Fabio se ha presente quella ragazza perché io sono certa di averla già vista più di una volta ma non ricordo assolutamente dove. Fabio mi dice che non la conosce lasciandomi sola con il mio tarlo, mentre io cerco di recuperare informazioni dal cassettino della memoria. Non trovando aiuto mi dico che prima poi mi verrà in mente e forse sarà lei a ricordare dove e magari a dirmelo…

Mentre la ragazza ci porta il vino della casa e l’acqua Lynx gassata, osservo l’apparecchiatura: tovaglia damascata color crema sopra e sottotovaglia damascato marrone, posate Hepp Tradition, bicchiere per acqua e calice per il vino. Anche il resto dell’ambiente, le sedie rivestite di bianco, i fiori… tutto risulta studiato nei minimi particolari.

Vino e antipasto Palazzo GaddiLa ragazza ci prende l’ordine e ci porta il calice di vino… dopo una decina di minuti arrivano il pane e l’antipasto composto appunto da cozze gratinate con carpaccio di polpo e panzanella di mare.. veramente tutto molto buono, delicato, raffinato… delle cozze gratinate ho fatto il bis (Fabio non ama le cozze) e la panzanella di mare con il pane a cubetti mi ha convinto… la rifarò anche a casa in alternativa alla classica panzanella povera! Fabio innamorato del carpaccio di polpo su letto di rucola

Nel frattempo ci siamo messi a chiaccherare con la ragazza del Déjà vu… lei credeva che fossimo clienti abituali… solo che lei credeva di conoscere anche Fabio e non solo me! Siamo stati un po’ a disquisire su dove abitavamo, che università avevamo seguito, i posti che frequentavamo… senza riuscire a capire dove ci eravamo viste così tante e tante volte!

Primi piatti Palazzo GaddiDopo appena una quindicina di minuti dall’arrivo dell’antipasto ecco arrivare i primi piatti ordinati… paccheri alla carbonara di mare per me e tagliolini all’astice per Fabio. Entrambi soddisfattissimi… io poi ho assaggiato anche la sua pasta e mangiato il suo astice… lui non voleva sporcarsi le mani, io come sempre non mi faccio problemi!

Secondi piatti Palazzo Gaddi

Di secondo io filetto di branzino in crosta di patate e zucchine gratinate al forno e Fabio calamaro alla griglia seduto su letto di patatine arrosto. Ottimo il pesce e molto sfiziosa l’insalatina mista di accompagnamento con rucola, finocchi, olive, pomodorini e arancia… l’arancia poi, mangiata a fine portata, è piacevole e pulisce raffresca il palato!

Dolci Palazzo Gaddi

Di dolce io ho preso il millefoglie di ananas con crema chantilly servito con linguine di gatto (al momento di sceglierlo mi era stato spiegato che non era un dolce millefoglie e che il nome era riferito solo al sovrapporsi di ananas e crema) e Fabio torta ghiotta al cioccolato fondente… essendo già molto sazia (le porzioni erano belle abbondanti), ho gustato con piacere l’ananas e la freschezza al palato che lo contraddistingue…

Bagno e ambiente Palazzo GaddiNel complesso quindi un signor coupon… cibo notevole, porzioni abbondanti, tempi adeguati, location da sogno, perfetta corrispondenza tra quanto scritto nel coupon e quanto proposto di fatto per la modica cifra di 22,45 euro a testa. Se ricapita un coupon Groupon di Palazzo Gaddi… non lasciatevelo scappare perché merita davvero! Da segnalare inoltre la terrazza panoramica, dalla quale è possibile scorgere una visuale a 360° della città e di alcuni dei suoi monumenti più caratteristici (le Basiliche di San Lorenzo e Santa Maria Novella e, dalla parte opposta, l’inconfondibile facciata del Duomo di Firenze, con la famosa cupola realizzata dal Brunelleschi). Altra bellezza segna di nota è il giardino interno.. sembra infatti che John Milton durante i suoi soggiorni fiorentini fu ospite della famiglia Gaddi (1638 e ’39) e che fu proprio il giardino interno, “il Paradiso dei Gaddi”, ad ispirare la sua più celebre opera: “Paradise Lost”.

Uscendo una visita al bagno (per la foto ormai di rito) e qualche altra sbirciatina qua e là per godere ancora delle bellezze di Palazzo Gaddi.

 Per chi fosse interessato al menù del ristorante con elencato i prezzi (per chi è senza coupon)… potete leggerlo bene cliccando qui.

Buchetta del vinoInfine… uscendo in via del Giglio.. date un occhio alla buchetta del vino in foto… fa parte della storia di Firenze. Queste buchette, chiamate buchette del vino, sono presenti nelle mura di parecchi palazzi del centro storico (qualcuna è stata convertita a cassetta della posta) ed erano usate per la vendita del vino direttamente in strada. L’usanza di vendere vino direttamente dai palazzi nobiliari risale più o meno al XVII secolo: le buchette permettevano di vendere con discrezione il vino al minuto direttamente in strada, evitando di ricorrere all’intermediazione degli osti. Le buchette infatti aprivano generalmente su uno spazio del pian terreno facilmente collegabile alla cantina; lì vi era un servitore che, in determinare ore del giorno (spesso riportate sopra la buchetta) curava la vendita delle bottiglie del vino. Le aperture permettevano appena il passaggio di un fiasco e presentano quasi sempre una forma a porticina con un archetto superiore, spesso decorato da una cornice con punta a goccia, chiuso da una porticina in legno. Le eleganti cornici di pietra liscia o bugnata che gli conferivano un sobrio aspetto tanto da essere detti in antico “tabernacoli del vino”.

PS. A proposito.. e la ragazza del Déjà vu? Volete sapere come è finita? Non mi è venuto in mente… ma il giorno dopo, inaspettatamente, la vedo entrare dove lavoro, la guardo ed esclamo… “Ecco dove ti avevo vista!” Eh sì… il mondo è piccolo… ma piccolo piccolo…

Print Friendly
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Info per Recensione Cena groupon di pesce con astice al Ristorante Palazzo Gaddi di firenze

Ricetta scritta da il
Inserita nelle categorie
Tag: cena con astice, coupon, groupon, Palazzo Gaddi

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? prova a scrivere gli ingredienti qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *